Ad un anno dalla morte Donetsk e Torino ricordano Zakharchenko

di Eliseo Bertolasi

Un anno fa in un vile attentato veniva assassinato Aleksander Zakharchenko, il primo capo della Repubblica Popolare di Donetsk.
Il 31 agosto, a Donetsk, sulla sua tomba, nel cimitero cittadino “Mare di Donetsk”, si è tenuta una celebrazione funebre dedicata al suo ricordo. Ad onorare la memoria di Aleksander Zakharchenko alla cerimonia hanno preso parte il Capo della Repubblica Popolare di Donetsk Denis Pushilin, il Capo della Repubblica Popolare di Lugansk Leonid Pasechnik, oltre a parenti, amici del defunto, ospiti provenienti da paesi amici, capi di ministeri e dipartimenti e gli abitanti della Repubblica.

Ecco le parole di Denis Pushilin: “È passato un anno dal vile assassinio di Aleksander Vladimirovich Zakharchenko. Un anno difficile. Abbiamo dovuto vivere, combattere, fronteggiare le intenzioni dei nostri oppositori di seminare il caos nella Repubblica, destabilizzare la situazione, creare panico. Siamo riusciti a resistere, perché ci siamo mossi su un unico fronte. Abbiamo perfettamente capito che non abbiamo altra via d’uscita. Penso che Aleksander Vladimirovich sarebbe stato orgoglioso per il fatto che abbiamo continuato il suo lavoro e sosteniamo i suoi ideali. Ora la Repubblica si sta sviluppando, continuiamo ciò che Aleksander Vladimirovich ha sempre detto: rafforzare l’integrazione con la nostra grande Patria, la Federazione Russa. È dovere di ciascuno di noi continuare ciò che Aleksander Zakharchenko ha iniziato. Ha lasciato un’impronta nella vita di ognuno di noi. Passeranno anni, secoli, ma il Donbass ricorderà il contributo ponderoso e inestimabile del primo capo della Repubblica Popolare di Donetsk. Memoria eterna all’eroe Aleksander Vladimirovich Zakharchenko!”

Dopo una salva di tre colpi, il pubblico presente ha onorato il ricordo di Aleksander Zakharchenko con un minuto di silenzio. La cerimonia funebre si è conclusa con la posa dei fiori.

In Italia i due Centri di Rappresentanza della DNR, quello di Torino e di Verona, si uniscono idealmente alla celebrazione dedicata alla memoria di Aleksander Zakharchenko, un grande capo carismatico che ha lasciato un’impronta indelebile nel cuore di chi l’ha conosciuto personalmente.

Murales alla memoria di Aleksander Zakharchenko

A Torino addirittura è stato realizzato, da ignoti, un murales a Lui dedicato.
Maurizio Marrone responsabile del Centro di Torino ha commentato:
“Si! È stata una gradita sorpresa, sono andato a vedere il murales. È il segno tangibile che il lavoro d’informazione, cultura e solidarietà umanitaria che sta portando avanti il Centro di Rappresentanza della DNR di Torino inizia a dare i suoi frutti, anche sulle giovani generazioni. Colgo l’occasione per ricordare il primo capo della DNR Zakharchenko che ho avuto l’onore di conoscere personalmente e di apprezzarne il forte carisma”.

Fonte:
http://dnr-news.com/dnr/50842-u-mogily-pervogo-glavy-dnr-aleksandra-zaharchenko-sostoyalis-panihida-i-traurnyy-miting.html

2 Commenti

Inserisci un Commento

*

code