Abbattuto un drone americano al confine tra Siria e Iraq. Si apprestava a colpire


Un drone americano è stato abbattuto dlle forze dell resistenza, questo sabato al confine tra Iraq e Siria, secondo fonti locali.

Come riportato questo sabato dal canale Saberin News Telegram, un drone statunitense è stato abbattuto dai sistemi di guerra dei gruppi della Resistenza Irachena al confine con la Siria.

In seguito, la fonte ha precisato che il cosiddetto gruppo di resistenza iracheno Ashab al-Kahf ha rivendicato l’abbattimento del drone statunitense.

Secondo quanto riferito, il drone stava effettuando una missione ostile contro la Resistenza e prima di essere abbattuto, aveva preso di mira una posizione abbandonata delle forze della Resistenza Irachena.

Infatti, il canale televisivo qatariota Al-Jazeera , citando una fonte della sicurezza a conoscenza della questione, ha annunciato questo sabato dell’attacco di un drone non identificato contro le strutture dei gruppi della Resistenza irachena nella città siriana da Al-Bukamal a Deir Ezzor (est), al confine con l’Iraq. Tuttavia, le unità di mobilitazione popolare irachene (Al-Hashad Al-Shabi, in arabo) e i funzionari del paese arabo devono ancora commentare il rapporto.
Droni ed elicotteri statunitensi stanno effettuando voli insoliti in Iraq
Elicotteri e droni statunitensi hanno sorvolato l’Iraq occidentale, dove Washington sta stabilendo la sua seconda base militare. Si deduce che stanno studiando gli obiettivi da colpire a terra.

Va ricordato che il confine tra Al-Bukamal e la città irachena di Al-Qaim (ovest) è l’unico grande valico tra Siria e Iraq gestito dai governi dei due Paesi limitrofi.

Forze popolair di resistenza irachene

Altri due valichi di frontiera Rabía e Al-Walid non hanno capacità di uso commerciale a causa della presenza rispettivamente di militanti curdi e forze di occupazione statunitensi.

Il valico di Al-Bukamal è stato liberato nel 2017 dalle forze della Resistenza dalle mani del gruppo terroristico Daesh. Tuttavia, da allora, gli aerei da guerra statunitensi hanno effettuato diversi attacchi aerei mortali nell’area.

A febbraio, subito dopo aver assunto la carica di presidente degli Stati Uniti, Joe Biden ha ordinato alle forze militari statunitensi di effettuare attacchi aerei contro gli obiettivi dei gruppi iracheni popolari nella Siria orientale.
Da allora le forze della resistenza hanno fortificato le difese antiaeree e l’bbattimento del sofisticato drone USA dimostra la capacità dei sistemi antiaerei e radar installati nella zona.

Fonte: Hispan TV

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus