A seguito degli attacchi in Crimea con uso massiccio di droni, si avvicina la possibilità di un colpo definitivo russo ai centri decisionali


La Russia potrebbe preparare un attacco ai centri di comando che hanno ordinato il lancio di droni in Crimea.

Dopo che i sistemi di difesa aerea hanno colpito obiettivi sulla Crimea per il terzo giorno consecutivo e uno dei droni ha persino tentato di attaccare il quartier generale della flotta del Mar Nero della Marina russa, gli esperti ritengono che l’attuazione del piano, annunciata in precedenza di Dmitry Medvedev, associato all’attacco sui centri decisionali, potrebbe iniziare nelle prossime ore.
Pertanto, è possibile sopprimere le azioni delle forze armate ucraine NATO, costringendole ad abbandonare qualsiasi aggressione contro la Crimea e altre regioni.

In precedenza, Dmitry Medvedev ha affermato che qualsiasi attacco alla Crimea sarebbe stato il giorno del giudizio per l’Ucraina, probabilmente implicando attacchi ai centri di comando che danno ordini di attacchi in territorio russo.

“Anche i singoli esaltati, sanguinari pagliacci che di tanto in tanto spuntano lì con alcune dichiarazioni stanno cercando di minacciarci, riferendosi all’attacco alla Crimea e così via. A questo proposito, voglio dire che è abbastanza ovvio che comprendano le conseguenze di tali affermazioni. E le conseguenze sono ovvie che se succede qualcosa del genere, per tutti loro lì, il Giorno del Giudizio arriverà subito. Molto veloce e pesante. Sarà molto difficile mettersi al riparo ” , ha affermato in precedenza Dmitry Medvedev, vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo.

Gli esperti osservano che la Russia può dare una risposta molto dura a tali azioni in Crimea, soprattutto dopo che Kiev ha iniziato a dichiararlo apertamente, il che dimostrerà la disponibilità della Russia a compiere passi molto seri.

Fonte:
Подробнее на: https://avia.pro/news/udary-po-centram-prinyatiya-resheniy-mogut-byt-naneseny-posle-massovogo-primireniya-dronov-v

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus