A causa del blocco idrico della Crimea sarà presentata una denuncia alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo

SIMFEROPOL, 8 aprile – RIA Novosti. Una denuncia contro l’Ucraina a causa della chiusura del canale idrico “Crimea Settentrionale” sarà presentata alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU), ha affermato Sergej Trofimov, capo della commissione legislativa del parlamento della Crimea:
“Per quanto riguarda il richiamo dell’Ucraina alla responsabilità legale internazionale, presenteremo un esposto alla Corte Europea dei Diritti Umani. Abbiamo molte persone, imprenditori compresi, che hanno sofferto per il blocco dell’acqua. I loro diritti sono stati violati dall’Ucraina”.

Secondo le sue parole, gli esposti alla CEDU saranno indirizzati sia allo stato dell’Ucraina che ai rappresentanti dei suoi organi di potere:
“La denuncia sarà presentata da persone giuridiche e persone fisiche, il cui luogo di residenza e ubicazione è la Repubblica di Crimea”.

In precedenza, l’Ucraina forniva fino all’85% del fabbisogno di acqua potabile alla Crimea attraverso il canale “Crimea Settentrionale”, che parte dal Dnepr. Tuttavia, dopo la riunificazione della Crimea con la Russia, l’approvvigionamento idrico alla Repubblica attraverso il canale è stato completamente interrotto in modo unilaterale.
Il problema dell’approvvigionamento idrico è stato risolto attraverso l’estrazione di acqua da fonti sotterranee e da bacini naturali, i quali, però, nell’ultimo anno sono diventati notevolmente meno profondi per la bassa quantità di precipitazioni.

Canale Idrico in Crimea

A causa della carenza di acqua, in un certo numero di regioni della Crimea, è stata introdotta un’erogazione idrica regimentata alle abitazioni; l’approvvigionamento idrico di Simferopoli si è principalmente riorientato verso fonti artesiane.
Il governo russo ha preparato un piano articolato per garantire alla penisola un approvvigionamento idrico affidabile.

Fonte: https://ria.ru/20210408/krym-1727325613.html
Traduzione di Eliseo Bertolasi

1 Commento

Inserisci un Commento