9 brigate israeliane nella Striscia di Gaza. 6 soldati uccisi e feriti sabato. “Hamas ha vinto” (media israeliani)

Questa domenica, 19 maggio, l’esercito di occupazione israeliano ha riconosciuto che 6 soldati israeliani sono stati uccisi e feriti nelle ultime 24 ore nei combattimenti nella Striscia di Gaza. Mentre i media israeliani segnalano che 9 brigate sono state investite nell’enclave, moltiplicano le loro amare osservazioni secondo cui Hamas è ancora “vivo e vibrante” e addirittura che “ha vinto”.

Secondo una dichiarazione dell’esercito israeliano, due ufficiali sono stati uccisi e altri quattro feriti nei combattimenti nel sud della Striscia di Gaza. Ha precisato che i due morti e i 3 feriti fanno parte della Brigata Givati, mentre il 4°, gravemente ferito, appartiene al battaglione genio 5832 della regione settentrionale.

Secondo Yediot Ahronoth, i due agenti sarebbero rimasti uccisi nell’esplosione di un ordigno esplosivo all’imbocco di un tunnel.

Sabato, le brigate al-Qassam di Hamas hanno affermato di aver attirato i soldati israeliani verso l’apertura di un tunnel precedentemente riempito di trappole esplosive a Jabaliya, nel nord della Striscia di Gaza e non a Rafah. A Rafah hanno riferito di due operazioni durante le quali hanno segnalato la morte di israeliani: un’imboscata con ordigni antiuomo in cui sono morte 5 persone, e un attacco contro un edificio nel quartiere di al-Tannour, a est, durante il quale sono stati uccisi 15 soldati, uccisi o feriti.

Sabato l’esercito israeliano ha dato notizia della morte, durante i combattimenti nel nord, di un soldato della brigata di comunicazione computerizzata della brigata dei paracadutisti.

9 brigate nell’enclave

Combattenti palestinesi

Al mattino, ha riferito che l’aviazione aveva colpito più di 70 obiettivi in ​​tutta l’enclave nell’ultimo giorno, mentre le forze di terra operavano a Rafah, Jabaliya nel nord e nel corridoio di Netzarim.

I media israeliani hanno riferito che l’esercito ha raddoppiato le sue forze nella Striscia di Gaza dove attualmente ci sono 9 brigate: 4 a Rafah, 3 a Jabaliya e 2 a Netzarim.

Secondo il sito di notizie israeliano Doron Kadosh, l’esercito israeliano ha ampliato il raggio d’azione delle sue truppe a Rafah. La 12a Brigata HaNegev è stata investita alla fine della settimana, dopo la Brigata Commando.

Hamas ha sconfitto Israele”

Analizzando lo svolgimento della battaglia, il sito web Civilpress conclude che “il movimento di Hamas ha sconfitto Israele nella Striscia di Gaza su diversi livelli”.

Sulla sua pagina Telegram ha scritto: “dopo 7 mesi di guerra nella Striscia di Gaza e ai confini settentrionali con il Libano, possiamo dire che Hamas ha trionfato nella Striscia di Gaza militarmente, politicamente e tra l’opinione pubblica”.

Ha riferito che gli ostaggi sono tornati ma nelle bare, per non parlare del fatto che innumerevoli soldati hanno perso la vita.

Venerdì 17 maggio, l’esercito israeliano ha rivelato di aver trovato tre corpi di ostaggi israeliani a Gaza, secondo l’agenzia di stampa Associated Press.

E Civilpress nota che “le forze israeliane sono tornate a manovrare nei quartieri che avevano attaccato all’inizio dell’offensiva di terra, il che illustra la loro regressione e l’assenza di controllo”.

I media hanno riportato la valutazione di un ex comandante della Divisione di Gaza secondo cui “l’esercito è in fase di stallo a Gaza, è chiaro che non raggiungeremo i nostri obiettivi”.

Il media israeliano Times of Israel ha osservato il 10 maggio che Hamas è ancora “vivo e vibrante” e che è riuscito a imporre nuovamente il suo controllo in diverse città dell’enclave che era stata invasa dalle truppe israeliane.

Il sito afferma che il movimento non solo è riuscito a restare in vita ma “sembra anche sempre più audace, il che favorisce il suo ritorno al potere”.

Fonte: Al Manar

Traduzione: Fadi Haddad

2 commenti su “9 brigate israeliane nella Striscia di Gaza. 6 soldati uccisi e feriti sabato. “Hamas ha vinto” (media israeliani)

  1. Israele, malnata entità maligna, ha ucciso quasi 40 mila persone per, alla fine dei conti un nulla di fatto. Aver occupato Gaza che non controlleranno mai. Escrementi umani.

  2. Come tutti gli eserciti occidentali, già poco combattivi e svogliati, i combattimenti in città sono il caso peggiore da affrontare. Le perdite sono elevate, e in questo caso, a Gaza, controllano qualche spiazzo a malapena ………….. non possono resistere tra le le case e le rovine, diventano dei bersagli come al luna park.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM