6 agosto 1945: l’Apocalisse

di Marcello Veneziani

La bomba atomica è il peccato originale del mondo contemporaneo. Se la Shoa chiude tragicamente gli orrori di un’epoca passata, finita con la caduta del Terzo Reich e la morte di Hitler, la bomba atomica su Hiroshima e Nagasaki apre tragicamente il dopoguerra e l’età in cui viviamo ormai da più di settant’anni.

Due tragedie incomparabili, ognuna nella sua unicità. Ma di una se ne parla ogni giorno, dell’altra ci vuole l’anniversario per raccontarla. Dell’una non finiscono mai gli atti di dolore e di pentimento, le scuse e i risarcimenti. Dell’altra solo lo spettacolo di un evento senza mai chiedersi nulla circa le responsabilità e le colpe. Hiroshima fu la sigla di inizio del nuovo mondo, mentre scorrevano i titoli del drammatico film precedente. Fu sganciata a guerra finita, praticamente, quando il Terzo Reich era già crollato, i dittatori erano morti, l’Asse si era spezzato, il Giappone stesso era in ginocchio e andava verso una onorevole resa.


Con la bomba atomica non nacque la pace, abortì la guerra. La bomba atomica non generò la volontà di pace, come ripetono i Mattarella di turno ma tramortì la vitalità di un popolo. La bomba atomica è la ferita originaria tra l’Oriente e l’Occidente, il vulnus che sanguina, il buco nero della democrazia occidentale e liberale dentro cui nessuno vuol guardare. Quel fungo ha generato numerose metastasi che ancora si spandono nel corpo ulcerato del pianeta. L’orrore ha fatto figli. Il suo ultimo prodotto è il faccione criminale di Kim Jong-un, il pupone dittatore del nord Corea.
La bomba atomica uccise il lato eroico della guerra, l’aspetto umano e militare del conflitto. Sostituì gli uomini coi materiali, gli eserciti con gli arsenali ed ha inventato il conflitto asimmetrico: apparecchi contro umanità, tecnologie contro popolazioni civili, piloti che non scendono tra gli umani ma combattono a distanza contro inermi vite nelle loro case e nei loro paesi.
Anche il terrorismo è la continuazione artigianale della bomba atomica con altri mezzi. Infierire su popolazioni inermi, distruggere il più possibile, è la comune filosofia. Non a caso i cosiddetti kamikaze (mai espressione fu più infamante per gli eroici combattenti giapponesi che colpivano solo obbiettivi militari), riducono la loro vita umana al ruolo di portatori di bomba, di automi della distruzione.

Bombardiere atomico B-52


I piloti che sganciarono le bombe furono trattati da eroi; gli aerei che evacuarono le loro uova micidiali sono finiti in museo, come riveriti cimeli storici. Non esistono responsabilità umane per la bomba, non c’è dovere di obiezione di coscienza di fronte a eccidi così feroci e crimini così indiscriminati? Perché allora chi obbedì ai comandi dello sterminio viene considerato un criminale di guerra e non un esecutore di ordini atroci impartiti dall’alto? Il libero arbitrio riguardava solo i tedeschi?
Sconcertano i nomi gai degli aerei e delle operazioni che portarono la morte e la distruzione atomica in Giappone; non c’è nemmeno l’aura della tragedia nell’atto compiuto, neanche la considerazione di compiere un atto destinato a far piangere a lungo i cieli e la terra.


Non c’è mai stato un atto vero di dolore e rimorso, una pubblica ammissione di gratuita crudeltà, insomma un pentimento profondo e reale dopo quella bomba. Finché sussisterà questa incuria del male arrecato, questa giustificazione fittizia della sua necessità, questo fatalismo tecnologico aberrante, l’Occidente, l’America, la Democrazia liberale non potranno mai vantare alcuna superiorità e alcuna innocenza.

Fonte: Marcello Veneziani

28 Commenti

  • michele
    6 Agosto 2019

    bell’articolo non fosse x il rimando al dittatore criminale kim…… nel classico stile occidentale……la responsabilità totale dell’unico utilizzo reale(ameno fino a oggi) di armi nucleari su 2 città civili grava totalmente sulle spalle degli usa……..
    il nord corea non ha mai aggredito nessuno semmai ha subito l’aggressione militare degli usa con bombardamenti indiscriminati sul suo territorio!!!!
    e grazie alle armi nucleari il nord corea non ha fatto la fine di grenada….serbia….irak….libia…..siria…..e tanti altri……….

    • atlas
      6 Agosto 2019

      lunga vita a Kim Jong Un ! …………………………….. non fosse per il suo taglio di capelli ……………lo scrive un Fascista .

  • graziano
    6 Agosto 2019

    purtroppo certe invenzioni andrebbero punite,bisognerebbe riscrivere la narrazione della Storia che come ben si sa è sempre molto spesso dalla parte dei vincitori, sganciare una simile bomba su una popolazione inerme ed indifesa equivale a compiere un crimine contro l Umanità ma di ciò nessuno ha mai chiesto conto agli USA che anche dopo quei tragici eventi hanno continuato e continuano a massacrare popolazioni inermi
    nel loro delirio di onnipotenza e di dominazione planetaria.Purtroppo il dissenso e il contrasto a tale suicida politica imperialista diventa sempre piu flebile o inesistente spalancando le porte ad un tragico ineluttabile destino per tutta la razza umana

  • kaius
    6 Agosto 2019

    La guerra e’ guerra,si fa di tutto [ur di vincerla.
    Non mi sembra scandalo che gli usa hanno usato una potente arma per abbattere il nemico.
    A me rattristano molto di piu’ gli orrori dell occidente moderno,per i quali e’ inutile perdere tempo per descriverli.

    • atlas
      7 Agosto 2019

      a volte mi chiedo dove vuoi andare a pisciare

      qui tutta l’umanità sta odiando a parole un’entità malefica e infetta (gli usa democratici) e dei criminali che hanno pochissimo di umano (chi lì comanda da sempre)

      quindi non loro hanno usato una potente arma contro il nemico, sono loro i nemici dell’umanità

  • michele
    6 Agosto 2019

    allora kaius x analogia e giustizia se la corea del nord o altri stati utilizzassero la stessa arma contro gli usa non dovrebbe creare alcun scandalo……giusto no???

    • kaius
      7 Agosto 2019

      Certo,non vedo per quale motivo dovrebbe esserci qualcosa di sbagliato nell usare un arma in guerra.

    • kaius
      7 Agosto 2019

      Sono i nemici dell umanita’ e fanno di tutto pur di vincerla.,perche’ e’ una guerra.

  • Mardunolbo
    7 Agosto 2019

    Hiroshima e Nagasaky, le due città giapponesi colpite dalle due atomiche Usa, erano prive di industrie belliche e accoglievano la PIU’ ALTA CONCENTRAZIONE DI CRISTIANI DEL GIAPPONE.
    Strano vero ? Si dovrebbero domandare i lettori perchè dunque furono scelte queste due città e da chi furono scelte per la distruzione nucleare….
    Aggiungo , per chi volesse trovare spunti interessanti di fede cattolica, che due sacerdoti ad Hiroshima si salvarono miracolosamente e raccontarono la loro storia (si trova, cercando bene, su internet).
    Gli Usa vollero la guerra ed a loro modo vollero finirla per non macellare troppo i loro adorati soldatini figli di mammà . Allo stesso modo gli Usa macellarono di bombardamenti le città italiane e tedesche per far morire il minor numero possibile dei loro incapaci soldati..
    Quando gli Usa spariranno o subiranno la devastazione che in decenni hanno causato nel mondo, sarà un giorno fortunato per ogni vivente umano.

    • atlas
      7 Agosto 2019

      ” non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te ”

      anche se saprò di essere vicino a morire, vorrei vedere al tg gli usa che vengono colpiti a loro volta con armi nucleari, godrei troppo

  • Maria
    7 Agosto 2019

    Ci sono diversi errori in quest’articolo. Le bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki furono un esperimento degli americani per testare l’effetto su intere città. Ottima la nota di un lettore riguardo al fatto che si trattava di città senza alcuna importanza militare e che Nagasaki era il centro della cristianità in Giappone. Le bombe atomiche non furono sganciate in Germania perché ciò avrebbe scioccato l’opinione pubblica statunitense considerando anche che molti immigrati erano di origine tedesca e ben integrati anche agli alti livelli nelle istituzioni americane. I giapponesi invece erano considerati una razza inferiore, erano i “gialli”.

    Un altro errore è considerare l’uso delle bombe atomiche necessario per far finire la guerra. I giapponesi erano ormai vinti. Le bombe atomiche erano, ripeto, un test sul campo di queste nuove armi. Ricordiamo che pochi anni dopo, quando l’URSS ancora non disponeva di armi nucelari, gli U.S.A. avevano pianificato di cancellare l’Unione Sovietica dalle mappe. Da documenti desecretati è emerso che avessero già programmato di distruggere senza preavviso le principali città sovietiche, mi pare fossero 63 (vado a memoria), con calcoli di quante bombe atomiche fossero necessarie: 3 bombe atomiche per ogni città di grosse dimensioni (San Pietroburgo, Odessa, etc.), mentre per quelle più piccole bastava una sola bomba atomica. Siccome l’Unione sovietica era vastissima non la si poteva bombardare per esteso. L’obiettivo era di quindi distruggere le principali 63 città sovietiche in modo da azzerare anche l’economia del resto della nazione e riportarla tutta indietro all’età della pietra.

    Sbagliate anche le considerazioni sulla Shoah. Non voglio negare che i tedeschi abbiano ucciso ebrei, ma il numero di 6 milioni non ha alcun riscontro storico. Nella Germania di Hitler, vi erano circa 300mila ebrei. Arrivare a contare 6 milioni di ebrei uccisi è un esercizio che richiede sforzo di fantasia anche considerando gli ebrei deportati dall’estero. Del resto ogni nazione in guerra non ha tenuto i prigionieri in prigioni dorate o hotel a cinque stelle. Ogni nazione ha commesso crimini di guerra contro i prigionieri e contro le popolazioni inermi. Dire che Hitler è stato il mostro della storia mi sembra una narrazione incompleta. Se Hitler è stato un mostro, i suoi omologhi contemporanei, Truman (che sganciò le bombe sul Giappone), Stalin il sovietico, Churchill l’inglese che in una sola notte bruciò vivi con bombe incendiarie al fosforo circa 300mila inermi cittadini di Dresda devono essere messi tutti insieme ad Hitler nel quadretto della compagnia dei mostri.

    Falso è anche che Hitler fu ucciso nella II guerra mondiale. Molto più probabile che fu trasferito in Sud America come avvenne per molti altri gerarchi nazisti. E questo gli U.S.A. lo sapevano, come anche noto da documentato della C.I.A firmato anni dopo con tanto di foto del fuhrer. Non fecereo nulla per arestarlo. Evidentemente ai nordamericani stava bene così. Non conosciamo quali accordi sotto banco ci fossero, ma le guerre non sono mai come ce le raccontano. E soprattutto non ci raccontano che le guerre sono un modo per fare soldi per talune categorie di persone: chi vende le armi e chi fa grosse operazioni finanziarie in tempo di guerra e a guerra finita per le ricostruzioni e per i riassetti geopolitici.

    Falso anche che l’Italia venne martoriata dai bombardamente alleati per limitare il numero di vittime tra i soldati alleati a terra. L’Italia era (ed è) un bgrande Paese cattolico. Chi la bombardò si divertì al tiro al bersaglio, distrusse intere città e colpì molti luoghi che dal punto di vista militare non avevano alcuna rilevanza. A parte le innumerevoli vittime italiane (ammazzate inutilmente), una grossissima fetta del nostro patrimonio architettonico ed artistico è stato cancellato dalle memoria. L’Italia fu anche bombardata con armi chimiche. E’ strano poi che con tutta questa dovizia di bombardamenti indiscriminati quanto inutili gli alleati avessero contestualmente lasciato intatte le linee ferroviarie che portavano ai famosi campi di concentramento tedeschi. Ciò fa pensare che i servizi di intelligence degli alleati fossero ottusi, oppure che sapessero ma lasciassero fare perché agli alleati (i vertici) non interessava davvero tutelare la vita umana. A loro premeva di più consumare le bombe nei magazzini ed alimentare il relativo grosso giro d’affari delle commesse militari. Ai protestanti divertiva di più bombardare paesi e città italiane con le loro caratteristiche Chiese e campanili cattolici. Un orrendo gioco al tiro al bersaglio dall’alto. Chi ha scritto la storia fasulla e chi ancora esalta la “liberazione” come un’operazione di bene (o necessaria) dovrà a tempo debito fare i conti con la giustizia divina per aver fatto propaganda al male. I libri falsi, le trasmissioni false, fanno parte del business ipocrita. La “gloria” temporanea di cui godono alcuni giornalisti si ritorcerà contro. Quando si dovrà rendere conto di cosa si è fatto nella vita davanti a Dio, costerà parecchio. Anche la menzogna e la calunnia sono colpe gravi e possono portare all’inferno. Meglio pentirsi e chiedere perdono finché si è in tempo.

  • Maria
    7 Agosto 2019

    Chiedo scusa, nel mio precedente commento, riguardo ad alcuni errori che riferivo all’articolo, le mie puntualizzazioni erano indirizzate anche ai commenti di alcuni lettori.

  • Gabriel Garcia Moreno
    7 Agosto 2019

    D’accordo con Mardunolbo. Il 70% dei cattolici giapponesi risiedeva a Nagasaki. La storia è sempre la stessa. Distruggere il cattolicesimo romano.

    • atlas
      7 Agosto 2019

      eh sì, ora si sganciano 2 bombe atomiche (per i giudei costano) per ‘distruggere la chiesa di Roma’ che si distrugge da sola

      bella la fantasia, mi piace

  • Gabriel Garcia Moreno
    7 Agosto 2019

    Per quanto riguarda il racconto di Padre Hubert Schiffer, sopravvissuto miracolosamente all’esplosione, potete trovarlo su radiospada.org

  • michele
    7 Agosto 2019

    cristiani…non cristiani o altro……sempre la stessa minestra,utilizzare le religioni x controllare le menti dando una falsa speranza costruita ad arte nei secoli………….e quando serve costruire il nemico…..nemico di chi???
    vige sempre in chi ha la conoscenza e il potere reale l’unico dio reale,mantenere il potere e regolare i popoli.
    dopotutto le religioni tutte si basano esclusivamente su un atto di fede………..null’altro.

    • Maria
      7 Agosto 2019

      Se secondo lei tutte le religioni sono basate sul nulla, allora, tanto per cominciare, mi spieghi come è possibile il miracolo eucaristico di Lanciano. Grazie.
      http://www.cristianicattolici.net/lanciano-miracolo-eucaristico.html

      • atlas
        7 Agosto 2019

        • Maria
          8 Agosto 2019

          E dove sarebbe la risposta? Fa come gli struzzi che nascondono la testa soto la sabbia per non voler vedere? Risponda alle argomentazioni scientifiche riportate sul Miracolo di Lanciano, altrimenti si astenga dal dare non-risposte, grazie.

          • atlas
            8 Agosto 2019

            mi chiamo Emanuele non Michele. E sono solo un po’ pazzo, non mi date retta

          • atlas
            8 Agosto 2019

            sono Musulmano per te sono il diavolo

  • Max Dewa
    8 Agosto 2019

    Per l’ebreo veneziani digiti ” LA piu grande truffa di tutti I tempi LA Frode dell’olocausto ebraico ” Vedete come subdolamente sti scribacchini di Regime come Veneziani immettono LA menzogna in circolo , sulla bomba sono ‘d’accordo con Kaius in guerra tutto e’ lecito ne va Della propria sopravvivenza difatti agli italiani xche’ sconfitti rompono ancora I coglioni per l’uso di gas mentre agli Americani criminal I di guerra assoldati dagli ebrei tutto e’ stato perdonato xche’ vincitori , almeno per LA prossima bisogna che ste camere a gas che esistono solo nella Fantasia Malata Degli ebrei e dei loro Rabbini razzisti funzionino, funzionanti e messe a lucido ste camere a gas potranno essere finalmente inaugurate dagli ebrei e dai loro leccapiedi massoni LA lista e’ luuuuunghisssssima !

    • atlas
      8 Agosto 2019

      l’apocalisse è vicina max, qui sono d’accordo con te. Senza provvedimenti drastici e risolutori chi corrompe senza mettersi una pietra al collo continuerà con la forza di leggi inique a distruggere tutto quanto c’è di buono nel mondo

      oggi rimpatriata in Famiglia a tavola.

      Parlando della c.d. ‘questione omosessuale’ ha amareggiato non poco la posizione democratica di mia nipote di soli 14anni che quindi sfuggiva da logiche di Legge naturale e retta ragione.
      Io Musulmano e mio cognato cristiano abbiamo cercato di far circolare idee tradizionali e religiose come sollecitazione, ma nulla. Abbiamo convenuto che certe informazioni alternative può averle acquisite solo in una scuola di fatto giudeizzata..

      Anche se poi questo post mi costerà forse altri 7gg di sospensione dal democratico fb per incitazione all’odio proprio per questo resta cmq una situazione molto grave: a scuola non si va per disimparare.

      • kaius
        8 Agosto 2019

        Suvvia Atlas e’ impensabile che nelle scuole insegnino qualcosa di buono ai giovani.
        Le uniche c0se che ho appreso alle medie,superiori e universita’ riguardano solo le zoccole,le droghe,le parolaccie e il mal costume in generale.
        I pochi insengnanti volenterosi che vogliono fare veramente del bene vengono prima censurati dallo stato e poi segnalati dai propri alunni o dai colleghi.
        Per non parlar poi dell ignoranza e della malizia ideologica del corpo docente in generale…
        Ricordo ancora la mia ””professoressa di religione”” che recitava”Dove nella Bibbia sono condannate le parafilie??”,tra le laute risate dei miei compagni ovviamente.
        Gente che non ha mai aperto una Bibbia che pretende di dar lezioni al prossimo,allucinante.
        E quelli erano altri tempi,non oso immaginare oggi!
        Fate un opera di bene e educate i vostri figli a casa per l amo di Dio e per amor loro
        http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=5651&testo_ricerca=11

Inserisci un Commento

*

code