"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Allarme rosso a Damasco: si aspetta l’attacco USA

(Damasco, 14 Marzo). In relazione alle ultime minacce di nuovi attacchi missilistici/aerei delle forze USA sulla Siria, sono trapelate notizie dalle fonti russe di febbrili preparativi della Difesa per blindare i cieli di Siria e Libano sotto una impenetrabile sistema di difesa russo costituito da missili S-400,  che risulta  fortemente incrementato nelle ultime 24 ore.

Damasco e le sue strutture di Governo, le basi militari e l’aeroporto si trovano sotto la copertura aerea russa e siriana da ieri sera , a Damasco si possono ascoltare i bang  sonori dei caccia russi in quota che scuotono i vetri delle finestre. Gli osservatori militari ritengono che gli aerei siano stati messi in quota per tenerli al sicuro dalla portata dei missili Tomahawk di Trump.
Quale che sia la ragione è comunque una dimostrazione di forza.

Inoltre altri sistemi, tutti sotto il comando russo, sono pronti a abbattere qualsiasi aereo americano/israeliano che tenti di portare a termine gli attacchi promessi da Trump nelle ultime 24 ore, come espresso minacciosamente dall’ambasciatore americano dell’ONU, Nikki Haley.

Le minacce di queste ultime ore sono state prese molto sul serio dal Comando russo che ha ricevuto ordine di approntare trutti i sistemi di difesa a cui è stato dato il massimo grado di allarme rosso. Nelle acque del Mediterraneo antistanti la Siria sono in arrivo altre unità navali russe, fra cui una fregata lanciamissili Iskander.

Difesa aerea siriana

Ora si tratta di aspettare l’attacco

Trump ha promesso di attaccare la Siria se questa continuerà a combattere contro i terroristi sostenuti dagli Stati Uniti che hanno bombardato le aree civili di Damasco per oltre 5 anni.
Il guanto di sfida è stato lanciato e la Russia di Putin lo ha raccolto, bisogna vedere chi farà la prima mossa.

Queste informazioni provengono da fonti “più alte” e includono un messaggio che crediamo sia destinato a comandanti statunitensi, israeliani e sauditi che pianificano di colpire la Siria con il pretesto degli attacchi di gas falsificati /pre fabbricati.

 

*

code

  1. claudio 4 mesi fa

    Bisogna sbrigarsi a terminare le operazioni nel ghouta, ammazzare tutti i taqfiri e tutti i consiglieri militari stranieri che vi verranno trovati. Lo so bene che questa cosa inasprirebbe i rapporti, ma al punto in cui siamo cosa volete che cambi???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dolphin 4 mesi fa

      Concordo i pieno !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Kim 4 mesi fa

      Concordo pure io.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. The roman 4 mesi fa

    IL GEnerale GErasimov, capo di stato maggiore russo,ha parlato chiaro:”ogni attacco che metta in pericolo la vita di militari russi avra’ una risposta”. Considerando il fatto che i centri operativi di Damasco sono pieni di russi,in completa legalita’ perché invitati dal governo siriano, credo che gli americani tirino il freno a mano. Colpiranno senz’altro qualche obbiettivo minore per salvare la faccia e niente più. É un continuo testare la reattivi
    che ta’ della Russia, e una chiamata a raccolta degli alleati subalterni. L’ intenzione è quella di approfondire il solco usando ogni mezzo, per portare infine l”Europa Nato intatta allo scontro prossimo venturo. Prossimo passo il boicottaggio dei mondiali russi e l’ interruzione dei contratti per le forniture di tecnologia , sul modello del vecchio Cocoon che paralizzo’ la modernizzazione dell’URSS. Secondo passo sarà il cordone anti Kaliningrad , che porterà la Russia all’ impossibilità di salvaguardare ogni forma di diplomazia . Putin è un moderato , ma sarà alla lunga esautorato dai suoi generali che lo ridurranno ad icona di unità nazionale e iente più. É chiaro che la sua politica condurrà ad una guerra tardiva , in cui la Russia combatterà in condizioni difficili avendo concesso agli avversari tutto il tempo di prepararsi. Glazyev, avvertì il consiglio di sicureza russo , già nel 2014 : ” scegliamo il disonore per evitare la guerra, avremo il disobore ed infine la guerra”. Sono in molti a pensarla così in Russia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio 4 mesi fa

      Può darsi che tu abbia ragione caro the roman, però dal 2015 mi sembra che la russia abbia preso in mano il suo destino..
      quest’ultima dichiarazione di Putin sui missili ultraipersupersonici di certo non fa dormire sonni tranquilli agli americani, forse chi gongola sono le elites giudee che aspirano a far scoppiare la terza guerra mondiale. Ora, infatti, putin ha l’arma in più, quella che gli può dare e gli da una certa superiorità e la possibilità di bombardare qualunque zona del mondo senza possibilità che venga intercettato.. non è una cosa con la quale poterci scherzare.. nel mio piccolo poi non trovo niente di disonorevole nell’aspettare le condizioni giuste per dare la zampata del leone.. magari, quindi, molti russi si saranno pure ricreduti…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Horus 4 mesi fa

    Sara la volta buona che Putin mette a tacitare la May e Trump in un colpo solo e sistema il MO una volta per tutte? Poi che armi schieri Trump e’tutto da vedere (rispetto a quelle russe)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. paolo 4 mesi fa

    In concomitanza con questa notizia, il proclamo Della May di interrompere le relazioni diplomatiche con la Russia non fa ben sperare per la pace.
    Credo che le due cose siano collegate.
    L’occidente sta spingendo per la guerra di
    aggressione contro la Russia e la perfida Albione deve essere al corrente di qualcosa di
    cui i nostri politici italieschi ignorano.
    Il periodo che intercorre tra l’elezione di
    Putin e i mondiali di calcio ritengo siano
    molto ma molto pericolosi per il mondo intero. spero di sbagliarmi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Rabdomante 4 mesi fa

    Sono proprio curioso di vederlo questo attacco.
    Ma soprattutto….. il contrattacco!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Paoloribalko 4 mesi fa

    gli ultimatum della May: cioè di una deficiente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Stefano 4 mesi fa

    Gli S400 sono all’altezza di ogno possibile attacco USA???.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. claudio 4 mesi fa

    I russi hanno già gli S-500 thriumph, vendono i 400 proprio perchè hanno quelli nuovi.. sull’efficacia dovremmo chiedere ad un esperto, io non sono la persona adatta.. certo è che i sarmat e i kinzhal sono ca..i per il culo mica da ridere… ( modo di dire romano.. )

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Silvio 4 mesi fa

    Fonte?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Redazione 4 mesi fa

      Nostro corrispondente a Damasco…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. atlas 4 mesi fa

    la Russia è l’unica ‘legittimata’ a vincere con le armi le resistenze di qualsiasi straniero (merdogan compreso) si trovi nella Nazione Siriana senza esservi stato invitato. Ma le leggi oggi sono solo quelle della forza senza alcuna morale come freno inibitorio. Ognuno fa i suoi calcoli. Ricordo che i Russi sono eccellenti giocatori di scacchi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. leopardo 4 mesi fa

    Calmatevi, non ci sarà nessun attacco da
    parte degli USA. Anche perché chi rischia
    più di tutti è Israele i cui abitanti se la spassano
    troppo bene per andare a cercarsi guai seri
    ed il rischio di una invasione da parte dell’ Iran
    che ha un sacco di militari da gettare nella
    mischia. Trumph non è così idiota. Sa bene
    che Putin comincia ad averne le palle piene
    soprattutto dopo le assurdità della May che
    è uscita di senno e non è più disposto a subire
    le farneticazioni demenziali dei suoi avversari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Horus 4 mesi fa

    I russi giocano bene a scacchi,ma gli scacchi sono giochi nati in Iran, antica Persia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace