"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La Russia e la Cina fanno fronte comune

Mosca. 8-dicembre, Tass/ “Il Ministero della Difesa della Russia ha intenzione di continuare a sviluppare la collaborazione con il Ministero della Difesa nazionale della Cina”, così si è espresso il ministro della difesa russo, il Generale Sergey Shoigu, nel corso di una riunione con il vicepresidente della Cina, a capo della Commissione Militare Centrale, Zhang Youxia.
Shoigu ha segnalato che l’apliamento della cooperazione strategica con la Cina è una priorità assoluta della politica estera della Federazione Russa. Alla luce di questo, ha ribadito che il 15° anniversario della Firma del Trattato di buon vicinato e cooperazione amichevole tra i due paesi è stato celebrato l’anno scorso.

“Le relazioni tra la Federazione russa e la Cina sono altamente confidenziali e i dirigenti di quello Stato svolgono un ruolo molto importante nei rapporti bilaterali.

Il  presidente russo Vladimir Putin ha partecipato come principale ospite nel foro sulla “via della Seta” che si è celebrato a Beijng a Maggio, mentre in Luglio il Presidente cinese Xi Jinping ha visitato la Russia e in novembre i due leaders hanno avuto conversazioni sostanziali ai margini del vertice dell’APEC, a Da Nang, come segnalto dal Ministero della Difesa.
Il ministro ha confermato che la Russia sta vigilando strettamente l’applicazione degli accordi raggiunti al livello più alto. “Abbiamo intenzione di continuare a sviluppare la nostra cooperazione militare in tutti i settori”.
Sono sicuro che la riunione di oggi ci aiuterà a rafforzare la nostra cooperazione”, ha concluso Shoigu.

Da parte sua il funzionario cinese ha osservato anche lui come un fatto positivo lo sviluppo di questa cooperazione tra Russia e Cina ed ha espresso la speranza che nel futuro di stabiliscano buone relazioni personali di lavoro e di amicizia.

Putin con premier cinese

Il presidente russo si è riunito con Zhang Youxia il giovedì. Il capo di Stato ha assicurato a Zhang Youxia che l’associazione strategica con la Cina continuerà ad essere un’area importante della politica estera russa e che consentirà ai due paesi di affrontare le minacce comuni, in particolare il terrorismo e le ingerenze esterne in Asia attuate da quelle entità che hanno interesse a destabilizzare la regione.

Nota: Entrambi i paesi, Russia e Cina, hanno fatto fronte comune di fronte alla decisione degli USA di installare in corea del Sud il sistema di difesa antimissile Thaad che viene visto come un atto illegale ed una minaccia alla sicurezza oltre ad essere visto come una violazione degli equilibri in Asia .
La Cina poco tempo fa ha richiesto “con forza a Usa e Corea del Sud di fermare le azioni che peggiorino le tensioni regionali e danneggino interessi della sua sicurezza strategica”.

La richiesta più precisa (e dura) è quella “di cancellare il dispiegamento dei sistemi antimissile Thaad e di rimuovere gli equipaggiamenti”. Il monito, era arriva dal portavoce del ministero degli Esteri Geng Shuang ed aveva quasi toni da ultimatum. La Cina, ha dichiarato Shuang, “prenderà tutti i passi necessari per difendere i suoi interessi”.
La Cina ritiene che l’avanzato radar del sistema Thaad possa penetrare a fondo nel suo territorio e minare la sua sicurezza. In più, lo ritiene un debole deterrente per Pyongyang. Contraria a tale sistema anche la Russia.

Questo spiega l’intensificarsi della cooperazione e il fronte comune che i due paesi oggi stanno alzando nei confronti della minaccia costituita dall’espansionismo di Washington.

Fonte:  Tass.com

Traduzione e nota: Luciano Lago

*

code

  1. Brancaleone 7 mesi fa

    Certo che per gli americani deve essere una gran croce dover fare i conti con Russia e Cina, non sono piu’ padroni di fare il bello e cattivo tempo alle spalle dei popoli (notoriamente sempre i più disgraziati). Brucia al coacervo di pistoleri e membri del popolo eletto sedare i deliri di onnipotenza. Non ci dormono la notte per inventarsi come poter ovviare al problema e in questo senso dimostrano limiti che se guardiamo il passato sono ampiamente confermati. Forse solo un’intelligente cooperazione potrebbe lasciargli più di quello che meritano ma non ne hanno le capacità , quale sarà la loro fine non credo sia arduo immaginarlo

    Rispondi Mi piace Non mi piace