Di Leith Aboufadel BEIRUT, LIBANO (13:00) - Il Movimento Houthis (var. Ansarallah Movement) ha annunciato questo pomeriggio che le loro forze yemenite hanno preso di mira l'aeroporto internazionale di Dubai con i loro droni d'attacco. Secondo la dichiarazione ufficiale del Movimento degli Houthi, con il loro reparto di razzi ha utilizzato un drone di attacco Samad-3 per colpire l'aeroporto internazionale di Dubai. Il Movimento degli Houthi non ha specificato quale fosse il loro obiettivo primario all'aeroporto, né gli Emirati Arabi Uniti ahnno menzioto alcuna interruzione in questa importante installazione operativa del governo.

intervista a Ilaria Bifarini L’ex commissario alla spending review Carlo Cottarelli è tornato a farsi sentire. Dopo aver visto sfumare la possibilità di sedere a Palazzo Chigi a capo di quello che, in assenza di accordo fra Lega e M5S, sembrava destinato a configurarsi come “governo del presidente”, sembra sempre pronto a fare le pulci alle proposte economiche dell’esecutivo Conte. Ecco quindi che nelle ultime ore, è tornato a definire irrealizzabili il reddito di cittadinanza, la Flat Tax e la riforma della Fornero. “Lo Speciale” ha chiesto un commento all’economista Ilaria Bifarini, “bocconiana redenta”, influencer su Twitter e autrice di libri economici di successo. Quanto di vero o di sbagliato c’è nel pensiero di Cottarelli, già criticato da altri autorevoli economisti come Nino Galloni, Antonio Maria Rinaldi e Giulio Sapelli?

I tentativi di usare la Marina degli Stati Uniti per bloccare il commercio della Russia equivarrebbero a una dichiarazione di guerra, così un senatore di alto rango ha commentato l'idea del segretario agli Interni degli Stati Uniti di ostacolare il commercio di energia della Russia attraverso un blocco. "Un blocco USA della Russia sarebbe uguale a una dichiarazione di guerra secondo il diritto internazionale", ha detto il capo del Comitato per la politica dell'informazione del Senato russo, Aleksey Pushkov, commentando un rapporto secondo cui il segretario agli Interni degli Stati Uniti, Ryan Zinke avrebbe suggerito agli Stati Uniti di usare la marina bloccare l'energia russa dai mercati mediorientali.

Se gli Stati Uniti intraprenderanno un'azione offensiva contro l'Iran, potrebbero scatenare la terza guerra mondiale, perché la Russia e la Cina non potrannno rimanre inerti e vedere la Repubblica islamica attaccata dall'Occidente, secondo quanto dichiarato da James Fetzer, un accademico e analista americano. Fetzer, un professore di filosofia in pensione all'Università del Minnesota, ha fatto il commento in un'intervista a Press TV mentre commentava la vecchia previsione del generale statunitense in pensione Wesley Clark di un'invasione americana dell'Iran.

di Elena Quidello E’ davvero sconfortante trovarsi ogni giorno ad ascoltare ripetutamente gli stessi slogan che come il canto male augurante di una civetta diffondono inquietudine e paura avvelenando il buon giorno di milioni di italiani le cui voci inascoltate non sembrano produrre alcun cambiamento da parte degli opinionisti, presentatori e giornalisti, tutti orientati con la sinistra del "pensiero unico", gli stessi che continuano a dominare la scena nei media con la loro tracotante sfida ai milioni di italiani, in buona parte  ormai preda di brutali aggressioni da parte di immigrati senza controllo che altro non possono che delinquere . Per ottenere, infatti, ciò che non hanno e vorrebbero possedere per vivere una vita comoda sia pure in clandestinità, massacrano di botte chiunque, ai loro occhi possegga ricchezze da depredare. Così si ripetono le aggressioni che, quando vengono finalmente alla luce annunciate dai TG, sollevano ondate di indignazione poiché accade non solo in Italia ma anche in tutta l ‘Europa.

L'Arabia Saudita e i suoi alleati nello Yemen hanno fortemente criticato una missione dei diritti umani delle Nazioni Unite, dato che il suo mandato è stato rinnovato per tutto il tempo necessario per stendere un rapporto parziale su quelli che hanno definito i "crimini di guerra" nel paese. Riyadh ha detto venerdì che qualsiasi estensione del mandato dovrebbe essere una questione di competenza dell'ex presidente Abd Rabbuh Mansur Hadi, la cui parte ha già annunciato giovedì che stava terminando la cooperazione con l'indagine delle Nazioni Unite. Abd Rabbuh Mansur Hadi è in realtà il presidente "fantoccio" della Monarchia saudita, esiliato da anni in una località sicura del regno in quanto odiato dalla popolazione yemenita come complice dei sauditi.

di  Luciano Lago Dopo una lunga gestazione, il governo Conte ha concordato un obiettivo di disavanzo di bilancio del 2019 al 2,4% del PIL, giovedì sera in una mossa celebrata dai due leader, Di Maio e Salvini, ma che potrebbe portare il paese fortemente indebitato in conflitto con l'Unione europea. Il ministro dell'Economia Giovanni Tria ha ceduto alle pressioni dei due vicepremier del governo, Luigi Di Maio, leader del Movimento Cinque Stelle (M5S), e Matteo Salvini , il capo della Lega , per favorire l' obiettivo di rispettare in parte le promesse elettorali come un reddito di cittadinanza , la flat tax e le riforma della legge Fornero.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha ancora una volta fatto il proprio ingresso alle Nazioni Unite per recitare nuovi episodi teatrali contro l'Iran, ripetendo la sua confusa sceneggiata per affermare che l'Iran sta lavorando per sviluppare armi nucleari in siti "segreti". Come già previsto, Netanyahu ha usato una mappa e fotografie di un edificio che sosteneva essere un "deposito segreto di armi atomiche" nella capitale iraniana, Teheran, questo per giustificare le sue false accuse durante il suo discorso di giovedì alla 73a sessione annuale delle Nazioni Unite. Assemblea a New York.

di   Ilaria Bifarini L’esposizione ripetuta a un’immagine o a un contenuto fa sì che l’individuo modifichi la propria percezione della realtà e interiorizzi il messaggio veicolato. E’ quello che gli psicologi chiamano “effetto priming”, e che pubblicitari ed esperti della comunicazione conoscono molto bene. Quanto più un messaggio viene ripetuto ed enfatizzato, magari attraverso la forma dello spot, tanto più esso risulterà familiare. Così può accadere che un concetto privo di veridicità, ma ripetuto con insistenza e in modo convincente, acquisisca il rango di verità. E’ quanto accaduto con la fake news economica del momento, tanto assurda quanto apparentemente efficace: il bilancio dello Stato sarebbe come quello di una famiglia. La ripetono all’unisono giornalisti, conduttori televisivi, economisti e qualunquisti. Così la gente comune, digiuna di economia e soprattutto in buona fede, ha interiorizzato un pensiero del tutto fuorviante.

Si è svolta a Teheran, il giorno 26 Settembre, la prima riunione fra i segretari e consiglieri alla sicurezza nazionale dei paesi della regione dell'Asia su iniziativa della Repubblica Islamica dell'Iran. Nikolai Patrushev, segretario del Consiglio di Sicurezza Nazionale della Federazione Russa; Ajit Deval, consigliere per la Sicurezza Nazionale del primo ministro dell'India; Dong Jing Wei, responsabile della Sicurezza Nazionale della Cina, si sono riuniti il Mercoledì per discutere i metodi per combattere efficacemente il terrorismo, l'estremismo e le minacce rappresentate dal terrorismo nel Medio Orente e nell'Asia Centrale.