di Alex Gorka Nuove mosse USA: la guerra con l'Iran potrebbe essere molto più vicina di quanto pensiamo Gli Stati Uniti non intendono terminare o addirittura ridurre la propria presenza militare in Iraq (così come la Siria) dopo la sconfitta dello Stato islamico. Washington sta progettando di trasformare l'Iraq in un grande teatro di confronto con l'Iran. Ci sono segnali che una guerra con l'Iran potrebbe essere molto più vicina di quanto pensiamo.

Il generale siriano Suheil al-Hasan, conosciuto come ‘el Tigre’, avverte il regime di Israele che la Siria non rimarrà con le braccia conserte davanti alle sue aggressioni. "La risposta balistica della Siria sarà virulenta ed attraverserà il sistema israeliano della "Cupola di Ferro". Non ci sarà più quiete a partire da adesso", ha indicato il celebre maggiore generale siriano, comandante delle unità di elite delle forze siriane, citato questo mercoledì dalla catena Tv libanese Al-Manar.

L'ex sicario economico John Perkins, autore del libro ‘The New Confessions of an Ecnomic Hit Man', (le nuove confessioni di un sicario economico), in una intervista esclusiva ha relazionato di come la CIA e la NSA influiscono sul sistema economico fino a manipolarlo e perchè, nonostante le minacce di morte, lui ha voluto scrivere su tale argomento. La CIA e la NSA: sono le mani che muovono i fili occulti del sistema. Perkins aveva lavorato in una società di Consulting statunitense fino a quando scoprì che coloro che lo avevano contrattato per tale lavoro gli facevano fare il lavoro sporco per conto della CIA e della Agenzia Nazionale di Sicurezza degli USA (NSA).

Mentre le Nazioni europee ancora piangono le loro vittime per gli attentati terroristici e si preparano per la prossima imminente nuova ondata di attacchi, il presidente Vladimir Putin avverte che il "Nuovo Ordine Mondiale" si trova nella sua fase finale del suo "piano maestro di 70 anni per l'Europa". "Il Nuovo Ordine Mondiale ha collocato nidi di vipere nei vostri paesi", ha detto Putin ad un gruppo di turisti venuti in visita al Cremlino. "E adesso le stanno aizzando". Con la Francia in stato di emergenza, il Regno Unito sotto legge marziale e con migliaia di militari che pattugliano le strade, la Germania e la Svezia che subiscono un collasso della legge e dell'ordine in riferimento alle masse di migranti entrati in quei paesi, è difficile metter in questione quello che dice Putin.

BIROBIDZHAN, Russia - Il servizio stampa del distretto militare orientale ha informato martedì che è stata scoperta una placca per onorare la memoria di due infermiere russe che sono state uccise nel nord della Siria. La targa è ambientata nel college di Birobidzhan, nella regione autonoma ebraica dell'Estremo Oriente russo dove le due infermiere, Galina Mikhailova e Galina Durachenko, avevano studiato prima di essere uccise ad Aleppo.

Le forze militari siriane hanno preso confidenza dopo l'aggressione militare israeliana. Per la seconda volta in 72 ore l'Esercito israeliano ha attaccato con missili una postazione siriana situata nei sobborghi di Damasco ovest. Uno o più aerei da combattimentro di Israele hanno sorvolato illegalmente lo spazio aereo libanese ed hanno sparato per lo meno sette missili verso una postazione militare della Siria ubicata nella località di Jamraya, causando una forte esplosione nel sito. Tuttavia non tutti i sette missili hanno colpito l'obiettivo prescelto, visto che la difesa aerea siriana è riuscita ad intercettare per lo meno tre dei missili. Per quanto il risultato sia stato inferiore al desiderabile, l'Esercito siriano ha dimostrato che la difesa siriana non è disposta a rimanere a braccia conserte mentre le forze israeliane realizzani attacchi sporadici sulle alture del Golan o nell'Ovest del Ghouta.

Varie fonti informano  di un nuovo attacco aereo israeliano contro una zona nelle vicinanze di Damasco. L'attacco  sarebbe stato effettuato nel distretto di Jamaraya, nei sobborghi di Damasco ovest ed avrebbe causato distruzioni e possibili vittime. Secondo alcune fonti i missili sarebbero stati diretti contro le installazioni di ricerca scientifica nella Jamraya mentre le batterie antimissile hanno cercato di intercettarli.

 Emergono le complicità del Governo britannico con i gruppi terroristi in Siria Il progetto 'Ajacs' costato milioni di sterline del governo britannico per finanziare la nuova forza di polizia siriana nelle aree controllate dai 'ribelli' è stato sospeso dopo che il denaro contante è stato consegnato direttamente agli estremisti. Il governo britannico ha sospeso un progetto di aiuti esteri alla Siria in seguito alle accuse secondo le quali i fondi sarebbero stati intascati da gruppi estremisti. Lo riporta il quotidiano britannico 'The Guardian'. Il progetto si basava sull'utilizzo dei fondi di aiuto dalla Gran Bretagna per aiutare gli agenti della 'polizia siriana libera' (FSP) per controllare l'ordine nella regione dopo la rivolta siriana.

L'Arabia saudita e gli Emirati Arabi hanno fallito nel loro tentativo di Golpe nello Yemen contro il movimento degli Houthi di Ansarullah. L'ex presidente Ali Abdulá Saleh è rimasto ucciso mentre cercava di abbandonare la capitale Sanaa in direzione della provincia di Maarib, come segnalato dal Ministero degli interni yemenita. "Saleh è stato abbattuto mentre cercava di fuggire da Sanaa verso Maarib", recita il comunicato e nello stesso tempo i media hanno registrato le dichairazioni di Mansur Haadi ,il presidente dimissionario, fantoccio dei sauditi, rifugiato a Rijad, che aveva incitato i suoi mercenari a mobilitarsi per prendere il controllo della capitale Sanaa.