"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Yemen: Unicef, è allarme colera. Ogni minuto un bambino è colpito da diarrea acuta

In Yemen è in atto la peggiore epidemia di colera al mondo: ogni giorno, circa 5mila persone vengono colpite da diarrea acuta acquosa (secondo notizie dei centri sanitari), di queste quasi il 50% sono bambini e ragazzi: ogni minuto viene colpito un bambino e purtroppo un quarto delle morti da colera è rappresentato da bambini.

Nel Paese oltre 2 milioni di bambini soffrono già di malnutrizione acuta e sono per questo ancora più vulnerabili poiché i loro sistemi immunitari sono già molto deboli.

L’Unicef insieme ai suoi partner combatte contro questa epidemia senza sosta, lavorando 24 ore al giorno per aiutare i bambini e le famiglie colpiti.
La scorsa settimana sono arrivati in Yemen due voli cargo che trasportavano aiuti Unicef, con 750mila bustine di sali per la reidratazione orale (sufficienti per curare 100mila persone) e 1,2 milioni di compresse di cloro per la depurazione dell’acqua.

Dall’inizio dello scoppio dell’epidemia, due mesi fa, l’Unicef ha raggiunto 150mila persone distribuendo oltre 600mila bustine di sali per la reidratazione orale e 20mila fluidi per terapie endovenose. L’acqua sicura è fondamentale per prevenire il colera. L’Unicef ha raggiunto oltre 4 milioni di persone con servizi idrici e igienici in 19 governatori e fornisce combustibile ed elettricità per azionare ininterrottamente le centrali per il pompaggio e per il trattamento e per sostenere l’approvvigionamento idrico nei governatori di Sana’a, Hajjah, Al Mahwit e Al Hudaydah.

Almeno 3 milioni di persone ricevono acqua sicura attraverso questo supporto. Oltre 500 volontari sono stati formati per depurare l’acqua nei pozzi privati, nei serbatoi d’acqua e nelle cisterne, coprendo sia pozzi pubblici sia falde acquifere private per circa mezzo milione di persone.
Fonte: SIR
————————————————————————
La popolazione dello Yemen accusa l’ONU di non fermare l’aggressione dell’Arabia Saudita

La protesta della popolazione yemenita non si arresta e lancia l’accusa contro le Nazioni Unite per non aver fatto nulla per fermare l’aggressione militare saudita.

Protesta nello Yemen presso la sede ONU

Centinaia di yemeniti si sono riuniti, ieri, fuori all’ufficio delle Nazioni Unite a Sana’a per esprimere la loro indignazione per la miseria causata dalla macchina da guerra saudita nello Yemen. I manifestanti hanno anche lamentato che l’ONU non solo non è riuscita a fermare il deterioramento delle condizioni di vita in Yemen (fra i bombardamenti e la fame), ma ha aperto la strada per un peggioramento della situazione.

“Siamo qui per dire che l’ONU è responsabile per la fame e la fuga del popolo yemenita”, ha dichiarato il capo di un sindacato yemenita, al-Jalil Shamri, uno degli organizzatori della manifestazione.

“Oggi abbiamo partecipato alla manifestazione per chiedere la cessazione della guerra, per riaprire i porti e sollevando l’assedio sulla gente. Le persone stanno morendo di fame a causa dell’assedio”, ha denunciato Amal Nagy, un medico che ha partecipato alla manifestazione.

Nota: All’aggressione fatta dall’Arabia Saudita partecipano gli USA e la Gran Bretagna fornendo supporto logistico e di intelligence al governo di Rijad, oltre alle forniture di amamenti e munizionamento vario.

I media occidentali non forniscono copertura di questo conflitto, al contrario questo conflitto e le stragi di civile conseguenti agli obiettivi civili bomnbardati (scuole, mercati, ospedali, abitazioni) vengono accuratamente occultati.

Fonte: Hispantv

*

code

  1. Daniele Simonazzi 3 settimane fa

    I rockfeller donarono gratuitamente il terreno dove venne edificato il palazzo dell”ONU a New York.Vi sono piu EB… Li’ dentro che in una sinagoga.E I popoli Arabi chiedono aiuto al loro peggior nemico ?Ma son Matti! Se vi fosse il tanto vituperato Adolfo gl’arabi non languirebbero cosi’,anche se quel demente di Santoro che con quella Bella puntata su Hitler ha dimostrato a che punti puo arrivare LA bassezza umana nel calunniare gli sconfitti con storie assurde di coprofagia,temi tanto cari ai suoi padroni EB… ps. le donnine lungo I viali lo possono guardare da molto piu in alto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 3 settimane fa

      Daniele, che ci sia ancora qualcuno qui dentro che non abbia capito per chi lei nutre una particolare “simpatia”?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. PieroValleregia 3 settimane fa

    … tranquilli, il “popolo democratico, progressista e antifascista”, ha reso ieri il tributo al nuovo messia … Vasco …
    lui si che è un martire, poverino
    saluti e buona domenica
    Piero e famiglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 3 settimane fa

      La critica a Blasco, non l’ho capita, o meglio tutti coloro che non la pensano come me sono da demonizzare, Piero, non è la prima volta che glielo scrivo, mi auguro che educhi i suoi figli ad una maggior comprensione e tolleranza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giorgio 3 settimane fa

    Quest’articolo mi fornisce la motivazione del perché MSF (medici senza frontiere) siano presenti con due loro navi nel Mediterraneo: per sottrarre gli yemeniti all’epidemia, peccato però che tutti coloro che sbarcano dalle suddette imbarcazioni non provengano da quel paese. Che siano alle dipendenze di Levi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lister 3 settimane fa

      Peccato che lo Yemen non abbia niente a che vedere col Mar Mediterraneo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giorgio 3 settimane fa

        Lister, conosce l’ironia?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Daniele Simonazzi 3 settimane fa

    Chi vuol parlare chi vuole dire LA sua su cosa non conta deve chiedere il permesso al detentore del Grano,e il granoCE l’ha tutto l’EB…non si scappa .Tutti I partiti I Silvio i salvini renzi meloni grillose sgarrano se non dicono le paroline giuste dall’oggi al domani diventano degli ectoplasmi.Il boss Della Goldman Sachs in China si chiama Moses Tsiang e voi a chiappe all’aria continuate come ciechi a non vedere.Su Vasco concordo con Piero in piu pero’ con un raddrizza persone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Daniele Simonazzi 3 settimane fa

    Digitate: “Israele : I richiedenti asilo vengono deportati nei campi di concentramento” loro si che sanno trattar LA gente ,veri democratici

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. leopardo 3 settimane fa

    Dove sono i commenti di quei pezzi di merda di piddini. Quelli della
    boldrini, dell´argentino Francesco, di Gentiloni , della Pinotti che ha
    fornito agli sceicchi le armi per il genocidio in atto, dove sono i commenti
    di quegli stronzi di giornalisti del regime e quelli dei cosiddetti buonisti
    che invocano l´accoglienza delle orde africane in etá militare, che
    porteranno il nostro paese alla rovina definitiva, con piú prostituzione,
    banditismo, malavita, e soprattutto disordini sociali e guerra civile.
    Basta che il bastardo soros, insieme agli africani importi un bastimento
    di kalashnikov che salteranno fuori ai primi scontri a matrice religiosa,
    e la frittata é fatta. I luridi media, per mesi ce l´hanno menata con la fine
    del corpicino del singolo bimbo siriano annegato e messo sulla spiaggia
    per il racconto strappalacrime ma nessun media fetente che s´indegni
    per il massacro di centinaia di migliaia di bimbi yemeniti. Per quanto
    tempo ancora questo popolo di pecoroni e di conigli, nati per essere
    turlupinati e schiavizzati , riusciranno a sopportare la propria vile inedia
    senza autodisprezzarsi. Mai ! Per il semplice fatto che nelle pecore
    e nei conigli non ” rugge” nessun ” spirito guerrier”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace