"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Yahoo Italia: articolo “spazzatura” contro l’Iran, la risposta del direttore del sito iraniano (in lingua italiana) Pars Today

Iran secondo Yahoo

di Davood Abbasi.

In occasione della morte di Fidel Castro, leader storico di Cuba, chi non lo ha sconfitto in vita ha creduto di poterlo colpire dopo la morte; ma non solo, ha usato i propri tentacoli mediatici per accusare l’Iran.
Sulla pagina di Yahoo Italia, lunedì 28, e’ apparso un articolo nella quale Castro viene indicato come un dittatore e la sua Cuba uno dei “regimi dittatoriali” del globo.

Secondo Yahoo Italia: “Le nazioni sono divise in quattro categorie: “Democrazie complete”, “Democrazie imperfette”, “Regimi Ibridi” e “Regimi autoritari”. Secondo l’indagine del 2014, la Norvegia ottiene il risultato più alto con un punteggio di 9.93 su una scala da 0 a 10, con l’Italia con 7.85 ottiene il 29° risultato che la qualifica come una nazione in cui vige una democrazia imperfetta. Secondo l’indice del 2014 le democrazie complete sono 24, quelle imperfette 52, i regimi ibridi 39, mentre sono ben 52 i regimi autoritari, cioè le dittature. Tradotto: il 31,1% dei governi mondiali sono dittature, mentre ben il 54,5% sono regimi e non possono venir considerate democrazie.” Vedi: Yahoo.com

Nell’articolo, inoltre, 10 nazioni, tra le quali l’Iran, vengono indicate come “le più grandi dittature del mondo”.

Per quanto riguarda l’Iran, la descrizione dell’articolo e’ la seguente: “L’Iran, conosciuto anche come Persia, ufficialmente Repubblica Islamica dell’Iran, e’ uno Stato dell’Asia, situato all’estremità orientale del Vicino Oriente. Nel 1979 la cosiddetta rivoluzione iraniana abbattè lo Scià, instaurando una teocrazia”.

Ora però alcune domande:

Come si può definire dittatura una nazione in cui in 38 anni si sono tenute 38 elezioni? (Stiamo parlando dell’Iran).
Come mai la rivoluzione viene definita “cosiddetta” ma per lo Scià nemmeno un aggettivo negativo?

Le risposte sono semplici.

L’Iran, come la Cuba di Castro, dal 1979 fino ad oggi, ha sempre detto un grossissimo “no” alla prepotenza degli Stati Uniti sulla scena mondiale. E’ chiaro che secondo la rete Yahoo, ed i suoi padroni e padrini, l’Iran di oggi e’ una dittatura mentre lo Scià filo-americano era un angelo.

Poco importa perchè ormai, tutto il mondo conosce bene la politica arrogante ed aggressiva degli Stati Uniti; definir nazioni come Cuba e Iran “dittature” e invece gli “Stati Uniti” bastioni di giustizia e libertà sono fiabe alle quali non credono più nemmeno i bambini.

Fonte: Pars Today

Vedi anche: La più grande menzogna degli Stati Uniti: Dittatura o Democrazia?

 

*

code

  1. Vittoriano 7 giorni fa

    propongo, come controinformazione, due segnalazioni :

    Ecco perche l’Iran non e’ una feroce dittatura, le riflessioni di un ragazzo italiano
    italian.irib.ir › analisi › articoli › item › 7…
    20 apr 2010

    Secondo la Reuters,
    ( che, e’ utile ricordarlo, e’ una grande agenzia di stampa britannica e non un sito di complottisti paranoici)
    Yahoo, la società americana controllata dai Rothschild attraverso la Barclays Bank,
    avrebbe raccolto in gran segreto centinaia di milioni di mail dei propri utenti,
    mettendole a disposizione di Fbi ed Nsa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mardunolbo 7 giorni fa

    Beh, che lo Scià fosse filo-usa mi suona alquanto strano, dato che proprio gli Usa mossero, come sempre, generali delle forze armate per disarcionare lo Scià e ficcarci al suo posto Khomeiny, che alloggiava in Francia. Khomeiny, quindi, ben conoscendo gli americani li chiamava “il grande Satana”. Ma lo scià era equidistante dai due blocchi e si riforniva di armi russe, dando equamente petrolio a chiunque. ma ciò disturbava alquanto gli Usa, con tutto quel che segue. Gli Usa hanno la straordinaria capacità di foraggiare quelli che saranno i loro nemici ad oltranza in futuro….Forse perchè hanno conosciuto bene la freddezza ed il cinismo Usa ! Riguardo a Fidel castro, indubbio che stati avversari degli Usa siano solidali con Castro, ma che si ricordi che fu uno spietato assassino , vendicativo. Ricordo inoltre che l’altro pessimo individuo Che Guevara fu allontanato da Castro poichè gli faceva ombra ! Ancora oggi in Iran (Persia) si perseguitano i cristiani in quanto tali e ciò è sufficiente per il sottoscritto per non avere tanta simpatia per quel regime. Ricordo inolttre che prima dell’avvento di Khomeiny la società femminile iraniana viveva uno splendore ed una dignità incredibile anche per via di Farah Diba moglie seconda dello Scià. Ora vediamo e sappiamo come devono stare sottomesse e velate non poco.Quando una società vela le donne non può definirsi democratica ,bensì teocratica. Comunque, nel regno del papato non si velavano le donne poichè il Cristianesimo ha sempre indotto libertà nella verità e conoscenza e la donna in nessuna società diversa dalla cristiana ha mai avuto tale libertà e potere !Non intendo qui dilungarmi sulle regine e donne potenti di secoli passati che solo le società cristiane potevano permettere ! Amen !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paolo 6 giorni fa

      Rinfrescati la memoria, mardunolbo.
      http://www.giornidistoria.net/1979-polveriera-iran/

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mardunolbo 6 giorni fa

        Ho capito, qualcuno preferisce i governi degli ayatollah, rispetto ai governi “laici” ! Ma allora levate di mezzo Anche Assad figlio di Assad , pure “tiranno feroce” sulla Siria. Tanto per ricordare anche il suo assalto contro il Libano poichè era un momento di debolezza dello stato libanese.Dunque, che facciamo ? Rileggiamo la storia senza paraocchi e senza ideologie che da quando son nate fregano quelli che si lasciano incantare…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Walter 6 giorni fa

      Ma dove le hai lette queste cose? A me risulta che sia andata molto diversamente. Lo Scià di Persia (Reza Pahlavi) si insediò come monarca in seguito ad un colpo di Stato organizzato dalla CIA (1953) contro Mohammad Mossadeq. Pahlavi impose alle donne di togliersi il velo senza concedergli il voto, le ammise all’università di Teheran senza abolire i privilegi maschili in fatto di diritto matrimoniale e familiare (altro che “splendore e dignità incredibile”), sostenne le moderne scuole laiche senza imporre la chiusura delle madrase del Paese; all’inizio degli anni ’70, reagì con forza contro il malcontento del suo popolo, facendo arrestare, torturare ed uccidere migliaia di persone. Quando fu costretto a scappare, si rifugiò prima in Marocco e poi negli USA, che negarono all’Iran la sua estradizione; per questo motivo, nel novembre 1979, i rivoluzionari iraniani (con Khomeini a capo del consiglio rivoluzionario) sequestrarono 52 tra funzionari e diplomatici dell’ambasciata USA. Gli ostaggi vennero liberati solo nel gennaio 1981, in seguito ad un’accordo con l’amministrazione Reagan che prevedeva una fornitura di armi all’Iran, allora impegnato in una lunga guerra contro l’Iraq che durò fino al 1988.
      Non mi risulta neanche che i cristiani siano perseguitati in Iran: sapresti citarmi un episodio concreto a supporto di quanto scrivi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. alessandro farolfi 6 giorni fa

      Tu dovresti chiamarti Merdunelbo invece che come ti sei firmato,tante sono le bugie e le diffamzioni che hai sparso a piene mani sia su Fidel,Cuba ,Che Guevara e sull’Iran!
      ma vattene ben a studiare la storia vera e non le cazzate che hai sputato velenosamente su dei personaggi dei quali non sei nemmeno degno di leccarela terra dove hanno camminato,bugiardo d’un pezzente che non sei altro!
      Alexfaro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Salvatore Pernzone 6 giorni fa

      Castro uno spietato e vendicativo assassino? Certo, è così che è stato dipinto dalla propaganda imperialista! E’ una pratica consolidata – vedi Assad, Gheddafi e tanti altri – metti alla vittima di turno due corna sulla testa e un forcone in mano e la tua perversione e becera prepotenza diventa espressione della più alta forma di umanità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. leo 6 giorni fa

      Ecco, bravo, non dilungarti, anche perché mi sembra che di
      fesserie, oggi, tu ne abbia dette abbastanza e tutte insieme.
      Amen.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marcelo NETTO 7 giorni fa

    ?????!!!! In occasione della morte di Fidel Castro, leader storico di Cuba??????!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 6 giorni fa

      Eh, sig. Marcelo, quando si toccano i miti, subentrano i furori !Io ne ho toccati alcuni ed ecco sopra un po’ di furori…” qui obliato giace il furibondo Aiace! Requiescat in pace” Amen

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mardunolbo 6 giorni fa

    Aggiungiamoci anche questa informazione, che arriva da sinistra, per raccontare del paradiso islamico iraniano…sempre a chi vuol leggere, ovviamente.
    http://www.eastjournal.net/archives/78614

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mardunolbo 6 giorni fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paolo 6 giorni fa

      e insisti pure! e ti appoggi anche al sig. marcelo per trovare una spalla. ma la dignità sai cos’è vecchietto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mardunolbo 4 giorni fa

        sai leggere Paolo ? fai dubitare, poverino…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Walter 5 giorni fa

      Tratto dall’articolo da te citato: “Sulla realtà iraniana si hanno testimonianze ambivalenti. Non è tutto nero, come sotto altri regimi, perché non c’è una repressione palese, non c’è uno sterminio, le chiese sono legali e i cristiani possono praticare la loro fede. Ma Open Doors inserisce comunque il regime degli ayatollah al nono posto della sua World Watch List, fra i peggiori persecutori. Perché?”.
      Nessuno ha parlato di paradiso islamico iraniano, ma le cose che scrivi sull’Iran non hanno fondamento: che gli USA abbiano voluto rimuovere lo Scià per mettere al suo posto Khomeini non l’avevo mai sentita; che “prima di Khomeini la società femminile iraniana viveva uno splendore ed una dignità incredibile anche per via di Farah Diba moglie seconda dello Scià” in quale film l’hai visto? Mentre la gente pativa la fame, la moglie dello Scià spendeva 250 milioni di dollari per festeggiare il 2500° anniversario dell’impero persiano e qualche altro centinaio di milioni per la sua collezione di quadri e opere d’arte. La repubblica islamica é stata approvata da un referendum popolare con il 98% dei voti a favore. Se vuoi paragonare il grado di libertà degli iraniani, fai un confronto con l’Arabia saudita non con l’Italia. Il nostro paese ha un’altra storia, un’altra cultura e altri problemi, un paragone basato sui nostri parametri non ha molto senso.
      Il fatto che altri ti contestino malamente non ti rende l’eroico detentore della verità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. michy 6 giorni fa

    la verità……questa sfuggevole ed irraggiungibile…….
    mardunolbo,la verità noi non la conosciamo,ci mancano dati certi,verificabili,e questo vale anche x chi contesta mardunolbo….
    credo però sia incontestabile lo scontro storico tra cuba/iran e il pseudo egemone mondiale,questi paesi non solo)hanno pagato caro economicamente (non solo) il loro rifiuto all’obbedienza…..al paese che ha il record della violenza nei confronti del resto del mondo,non solo….anche nei confronti dei propri cittadini.
    parlo di violenze esplicite con le guerre,le redenctions,il carcere per reati assurdi,pena di morte,ecc…ma anche di violenza psicologica nei posti di lavoro,nella propaganda hollywodyana ecc….
    io non so se khomeini fosse senza macchia,probabilmente no,ma riguardo al grande satana aveva perfettamente ragione.
    gli usa e purtroppo l’europa stanno diventando un condensato del peggio concepibile dall’essere umano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 4 giorni fa

      Ti do’ ragione Michy, infatti intendevo chiarire che l’Iran degli ayatollah non è un paradiso per chi non è islamico. Il paragone con l’Arabia Saudita proposto da Walter è calzante e l’approvo in pieno.Bisogna essere prudenti assai prima di slanciarsi in elogi di nazioni e governi che non sono affatto idilliaci. Come non lo sono gli adorati Usa e nemmeno Cuba e nemmeno il Venezuela…Pur con ideologie diverse, queste nazioni hanno in sè delle spinte orribili che si rifanno ad ideologie perverse o religioni di per sè spingenti a punizioni di morte.In nessun caso il cristianesimo propone l’uccisione dell’altro ,ma ammonisce sempre sul giudizio finale per ogni persona.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Tania 4 giorni fa

    Beh, certo che noi siamo liberi, non viviamo in dittature ma in una democrazia, anzi, la nostra è proprio la “democrazia” per antonomasia, quella da asporto, come le pizze, noi siamo liberi di dire e fare tutto ciò che ci pare e piace, ci possiamo drogare, pardon, ci dobbiamo drogare, bere, fare sesso sfrenato, e siamo noi che abbiamo deciso di essere disoccupati, cassintegrati, pagati con vaucher, ci siamo stufati noi della migliore sanità del mondo, ci siamo stufati di vivere con dignità, adesso noi che siamo liberi vogliamo provare l’ebrezza della miseria, che ci possiamo fare?
    Noi siamo liberi di dire che uno come Napolitano è un eroe perché si pagò di tasca sua il biglietto del cinema, siamo liberi di doverci sorbire un Renzi ad ogni ora del giorno e della notte, è ovunque, la sua voce echeggia ovunque, siamo liberi noi che ogni famiglia ha un disoccupato in casa, tanto che gli italiani sono il popolo più invidioso del mondo, ogni famiglia italiana infatti ogni volta che quel porco di Renzi parla si sente male perché dice: l’occupazione è in aumento, come mai solo mio figlio non trova lavoro? E si rode dentro… Questo capita a tutte le famiglie italiane, che liberissime come sono non si confrontano perché non ci sono mezzi e luoghi in cui poterlo fare, noi siamo liberi di volere che il nostro Paese sparisca, risucchiato dalla cupola di malati mentali folli di sete di potere, esseri immondi, depravati, contorti mentalmente, viscidi e infetti, che vogliono distribuire questa nostra libertà di essere zombie, ombre che camminano, esseri senza dignità, in tutto il pianeta.
    Davvero poveretti quei cubani, iraniani, iracheni, etc, che non sono liberi come noi, che pena fanno…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 4 giorni fa

      Io e mio marito siamo in guerra, lui vuole sentire Renzi per vedere dove riesce ad arrivare, e vuole contare quante volte appare in tv direttamente o perché citato furbescamente dai media anche per finte_critiche…
      Gli ho chiesto di spegnere la tv ogni volta che appare Renzi, praticamente nell’ultimo mese è sempre spenta, perché il povero Renzi, poverino, lo fanno vedere solo 300 volte al giorno, lui ha chiesto le 24h a tempo indeterminato, ma pare che a quel punto qualcuno gli abbia detto per un pò smetti con la cocaina e prenditi qualche camomilla.
      Comunque ho deciso di diventare buona, voglio fare del bene al mio prossimo, quindi appoggerò tutti i bombardamenti, i massacri di civili che noi produciamo ovunque sul pianeta, adesso tocca al Medio Oriente, perché altrimenti come faccio poi ad accoglierli con amore se li lascio vivere sereni a casa loro, mica sono scema, se li voglio vedere li davo far smuovere da casa loro, quei pigroni, io voglio essere buona, se non c’è nessuno che soffre come faccio a farvi vedere quanto sono buona, accidenti!

      Rispondi Mi piace Non mi piace