"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

War Zone. Continua inarrestabile l’avanzata dell’Esercito siriano e dei suoi alleati su Aleppo Est

Continua inarrestabile l’avanzata dell’Esercito siriano e delle Forze Popolari che hanno scatenato forti combattimenti contro i miliziani della coalizione terrorista di Yaish al Fatah nei distretti dell’Est, Sud e Nord Est della città di Aleppo, guadagnando terreno a spese dei miliziani jihadisti con l’appoggio dell’aviazione siriana e russa, secondo le informazioni delle fonti militari.

L’Esercito siriano, con l’aiuto della Brigata di Al Quds (palestinesi) hanno attaccato i terroristi del gruppo Yaish al Fatah riuscendo a espellerli  dagli altri quartieri residenziali e dalle strade in due dei principali distretti di Aleppo.


“Le linee di Difesa di Fatah al Sham (l’antico Fronte al Nusra) nelle località di Bustan al Pasha e Suleiman al Halabi hanno subito  forti attacchi da parte delle forze governative siriane”, hanno detto le fonti. “Le forze siriane hanno conquistato nuove posizioni a Bustan al Pasha e Suleiman al Halabi quartieri Est della città ed adesso avanzano verso il nord”.

Miliziano Jihadisti presi prigionieri
Miliziano Jihadisti presi prigionieri

“Nella zona di Suleiman al Halabi, le forze armate siriane hanno lanciato un’altra offensiva per ricatturare la strategica stazione di dei Pompieri, che si trova sotto il controllo del gruppo terrorista dei Nureddin al Zinki”, hanno detto le fonti militari.

Mentre l’esercito siriano continua a mietere vittorie ogni giorno, si inizia a parlare di una posssibile uscita dei miliziani armati dalla parte orientale di Aleppo per arrendersi o per dirigersi verso altre aree.

Tuttavia l’iniziativa lanciata dal governo di Damasco ancora non ha trovato l’accettazione da parte dei  gruppi terroristi che neppure permettono la fuga dei civili presi in ostaggio dai miliziani, impedendo anche l’arrivo degli aiuti umanitari nei quartieri residenziali.

Su questa linea intransigente, i terroristi hanno lanciato colpi di artiglieria e di razzi sui quartieri occidentali di Aleppo controllati dal Governo dove vive la maggior parte della popolazione. Per causa di questi attacchi, come indicato dalla fonti sanitarie, sette minori hanno perso la vita dopo che vari proiettili sono caduti sull’entrata di una scuola nel quartiere di Al-Suleimaniya.

Fonti:   Al Mayadeen         Hispan Tv

Traduzione e sintesi: Manuel De Silva

*

code

  1. Roberta 1 anno fa

    Come sarebbe far uscire indenni i miliziani per dirigersi su altre aree? Intendono forse un bel campo da concimare

    Rispondi Mi piace Non mi piace