"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Vespri Siciliani: scontri etnici tra italiani e clandestini

scontri migranti

E’ rivolta anche nel partito del ministro scafista Alfano: ecco il video girato da un esponente di NCD

In Sicilia è rivolta contro l’invasione. A Portopalo di Capo Passero, ieri testimone di disordini causati dai clandestini, è guerra tra immigrati e italiani.
Come mostra il breve video girato dal consigliere locale del Nuovo Centrodestra, Salvo Nieli, la situazione è ormai diventata ingestibile a seguito degli sbarchi di migranti che quotidianamente arrivano dal Nord Africa.

http://voxnews.info/2014/06/11/rivolta-popolare-in-sicilia-scontri-etnici-tra-italiani-e-clandestini-video/
Nelle immagini i cittadini fronteggiano gli immigrati che per protesta hanno bloccato una delle strade di accesso alla città

“Ormai ci sono più immigrati che siciliani nel nostro paese. E la situazione è grave in gran parte della Sicilia” sono le parole amare di Nieli, che ha specificato “la condizione più pesante è quella vissuta dai cittadini di Pozzallo”.
Governo vuole obbligare Comuni ad accogliere clandestini: cercano 100 mila posti letto.


Oltre alla tubercolosi, sono stati riscontrati anche casi di scabbia e meningite propagati molto spesso sui barconi a bordo dei quali gli immigrati affrontano i viaggi della speranza.
“I cittadini di Portopalo non ne vogliono più sapere di clandestini che camminano nudi sulla spiaggia” è il grido di disperazione del consigliere Nieli, che ieri si è trovato in mezzo alla rivolta degli immigrati assieme al sindaco, Giuseppe Mirarchi.

(Significativo anche il video girato dall’equipe di Pachino Cam News)

La sommossa è stata scatenata dagli immigrati che hanno reclamato istruzione e lavoro. Le condizioni in cui vengono ospitati calpestano la dignità umana, così ieri hanno deciso di bloccare la viabilità della strada. Alcuni automobilisti hanno provato a forzare il blocco scatenando la reazione dei clandestini. Immediatamente sono intervenuti altri residenti in solidarietà ai conducenti.

Fonte: Vox News

Nota: questo non è che un piccolo episodio ed è solo l’inizio delle rivolte e degli scontri etnici che saranno sempre più frequenti nelle città italiane dove la convivenza tra le nuove comunità di extracomunitari e di cittadini italiani (di classi disagiate) sarà sempre più difficile, come insegna l’esperienza delle  banlieue  francesi o degli episodi di violenza avvenuti nei quartieri periferici  di  Londra. Questo però non interessa ai politici come Alfano, come la Boldrini o i Pisapia ed i Marino. Loro  vivono al riparo delle loro lussuose ville e protetti dalle scorte ed  si limitano ad attuare  con precisione  il progetto mondialista della società multiculturale. Progetto favorito  e incentivato anche dall’ Unione Europea che impone agli Stati fragili (come l’Italia) l’accoglienza aperta a masse di diseredati provenienti dall’Africa e da altri paesi.

Le conseguenze dell’invasione si vedranno presto e  le pagheranno interamente le  classi emarginate dei cittadini italiani che dovranno litigarsi il lavoro, le case e l’assistenza con sempre maggiori masse di nuovi arrivati, molti dei quali per abitudini, cultura e religione non sono abituati a rispettare le regole e le abitudini dei sistemi occidentali,  piuttosto vorranno imporre le loro regole anche agli altri.  Un copione già visto ed una esperienza già vissuta da altre popolazioni come quelle cristiane divenute minoranza in paesi islamici da cui sono state costrette a fuggire per sottrarsi alle persecuzioni.

Vedi: Il governo vuole obbligare i comuni ad accogliere 100 mila clandestini

*

code

  1. Werner 2 anni fa

    Ora possibilmente la Boldrini, la Turco, la neo eurodeputata congolese Kyenge, lo stesso Alfano, ed altri esponenti politici italiani fanatici dell’immigrazione, accuseranno di “razzismo” i cittadini di Portopalo, quando in realtà hanno reagito a un sopruso di Stato, e dunque hanno dimostrato di avere gli attributi grossi e d’acciaio (non come Letta che ce le aveva solo a parole).

    Non se ne può più, la gente deve capire che quello che stiamo subendo non é un fenomeno spontaneo, ma un fenomeno pilotato dall’alto, dalle élite finanziarie e globaliste, massoniche, giudaico-talmudiche, che hanno come obbiettivo la distruzione delle identità nazionali degli Stati e di conseguenza l’omologazione mondiale, che serve a costoro per instaurare il super stato planetario del Nuovo Ordine Mondiale.

    Quello che é successo, da un lato, mi fa sperare: dalla Sicilia di solito partono tutte le novità, che poi a macchia d’olio si spandono in tutta la nostra Penisola, quindi si spera che anche in altre regioni italiane ci si cominci a ribellare a questo Stato mafioso, criminale, eterodiretto da USA e Israele, che impone a noi cittadini italiani questa forzosa convivenza con elementi che nulla hanno a che spartire con noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace