"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Ultim’ora: Elicottero russo abbattuto in Siria, morti i due piloti

Secondo un comunicato del Ministero della Difesa russo, diffuso  oggi, Sabato 9 Luglio, un elicottero russo è stato abbattuto dai terroristi del Daesh nelle vicinanze di Palmira,  entrambi i due piloti sono rimasti uccisi.

Secondo le informazioni del Ministero, venerdì un distaccamento di militanti del Daesh ha attaccato posizioni dell’esercito siriano alle porte di Palmira. Sfondata la linea di difesa, i terroristi sono riusciti a prendere sotto controllo le altitudini più importanti. In quel  momento due istruttori militari russi stavano collaudando un Mi-25 siriano.

“L’equipaggio aveva ricevuto dai comandanti siriani una richiesta di attaccare i terroristi che stavano avanzando. Il comandante dell’equipaggio Ryafagat Khabibulin ha preso l’immediata decisione di attaccare i terroristi. Le azioni abili dei piloti hanno sventato l’attacco. Finite le munizioni, l’elicottero ha invertito la direzione di marcia ed è stato abbattuto da terra dai terroristi probabilmente con un missile. L’elicottero è caduto in una zona controllata dall’esercito del governo siriano. I piloti erano morti”, si legge nel comunicato.

I piloti uccisi Ryafagat Khabibulin e Yevgeny Dolgin saranno decorati post mortem, riferisce il comunicato del  Ministero.

Forze siriane interrompono le vie di rifornimento dei terroristi fra Siria ed Iraq

Nel frattempo sono continuate le operazioni dell’Esercito siriano nella provincia  est di Homs che hanno l’obiettivo di tagliare le vie di rifornimento dei terroristi a Daqqa ed impedire loro la via di fuga tra l’Iraq e la Siria con la finalità di aprire il percorso per un più facile collegamento fra le forze siriane e quelle dei loro alleati.

Lo scorso Giovedì, le fonti locali riferiscono che l’Esercito siriano ha respinto una offensiva dei terroristi contro le linee di difesa ad Abu al Alaya, ad est di Homs. Nella controffensiva siriana sono stati abbattuti un numero elevato di terroristi.

L’aviazione siriana da parte sua ha effettuato numerosi bombardamenti sulla zona colpendo le concentrazioni del Daesh (ISIS) e distruggendo un grande numero dei loro veicoli.

Le forze siriane e quelle di Hezbollah, dopo duri combattimenti contro il gruppo takfiri  di Yaish al Islam, sono riuscite ad occupare la strategica città di Medea, nel Guta orientale, ottenendo il controllo di un percorso chiave per i rifornimenti dei terroristi.

I terroristi hanno sofferto importanti perdite nel corso di questi scontri, come confermato dall’osservatorio Siriano per i diritti umani.

Fonti: Hispan TV

Al Mayadeen

Traduzione:  Luciano Lago

*

code

  1. piero deola 7 mesi fa

    Non è stato abbattuto ma un guasto a un missile esploso inavvertitamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace