"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Ucraina: oppositori radicali issano a Kiev le bandiere dei separatisti ceceni e dei terroristi siriani

bandiere

Nella piazza Indipendenza, epicentro delle violente proteste a antigovernative a Kiev, lo scorso Sabato, si sono viste issare sulle barricate,  la bandiera dei separatisti ceceni e quella dei ribelli islamici in Siria.

Ucraina, Europa, parlavano di proteste pacifiche” ed adesso queste proteste sono accompagnate dalle bandiere degli integralisti islamici della Coalizione nazionale della Siria  nella piazza Maidan,  epicentro delle proteste e degli scontri provocati dagli estremisti che vorrebbero far aggregare il paese all’Unione Europea.La bandiera e’  stata vista  nella piazza  issata al lato di quella ucraina, issata da soggetti che si trovavano sulla stessa piazz, come visto nel video della Ruptly Tv.

Proprio sotto quella bandiera operavano i terroristi che terrorizzano, massacrano -incluso sgozzando-  la popolazione siriana nel corso degli ultimi 3 anni.

La bandiera  della cosi’  detta Ichkeria dei separatisti  ceceni macchiatisi del sangue dei propri compatrioti incluso quello dei bambini ( come la scuola di Beslan) ed autori di numerosi attentati in Russia, anche quella è stata alzata nella piazza dove, secondo i media occidentali, si riunivano i “pacifici manifestanti”.

“Mi chiamo ZuliKhan, sono una cecena separatista mussulmana, sposa e madre di un bellissimo bambino, il mio eroe è Dudayev (il defunto leader dei separatisti ceceni), “scrive sul blog una donna presente nella piazza Maidan.

Sicuro che questa è l’unione dei movimenti che vorrebbero che lottano per integrarsi all’Europa? E’ al corrente l’europa di quello che realmente bolle sulle barricate di Kiev?

Dalla fonte: RT Actualidad

Aggiornamento dell’ultimo ora: una ondata di violenza improvvisa a Kiev trasforma le manifestazioni in battaglia con utilizzo di armi da fuoco e migliaia di vittime.

*

code