"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Ucraina: monito da Mosca, altre sanzioni? in Europa avete una guerra in corso

Bombardeo en ucraina

MOSCA – Altre sanzioni? L’Europa al momento “ha una guerra in corso in uno dei Paesi con cui ha sottoscritto l’associazione” e questo è un aspetto che non andrebbe trascurato, secondo Igor Morozov, esponente della commissione per gli affari esteri del Consiglio della Federazione (il senato russo).

“La situazione in Ucraina sta diventando ingestibile, e se gli Stati Uniti e l’Unione europea pensano di poterla controllare, sbagliano”, gli ha fatto eco Aleksey Mukhin spin doctor russo e direttore generale del Centro di informazione politica di Mosca in un ponte video Mosca-Roma organizzato da Rossiya Segodnya. A sua volta Morozov ha specificato che l’Ucraina “ha un potenziale militare imprevedibile”. Pure per la Nato, con la quale Kiev cerca di attivare una collaborazione sempre più stretta.

Il tutto mentre i leader Ue stasera esamineranno la possibilità di bloccare o ridurre i finanziamenti attraverso la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo e la Banca europea per gli investimenti per nuovi progetti in Russia. Gli Stati Uniti hanno esortato gli alleati europei a sostenere sanzioni più forti contro la Russia e hanno accusato l’ex nemico, come ai tempi della Guerra Fredda, di inviare armi pesanti ai ribelli filo-russi delle regioni orientali dell’Ucraina.

Nella riunione verranno considerate anche le obiezioni sollevate da Italia, Austria, Slovacchia, Francia e Grecia, che hanno fortemente rallentato quest’iniziativa, che richiederebbe invece una decisione unanime. Gli Stati Uniti dal canto loro, come confermano fonti interne all’amministrazione Obama, potrebbero inasprire già questa settimana le sanzioni alla Russia, nei settori finanziario e della difesa. Alla tavola rotonda, partecipavano, tra gli altri anche l’ex deputato Giulietto Chiesa, il direttore di Limes, Lucio Caracciolo e il giornalista televisivo Maurizio Torrealta. In particolare secondo Caracciolo le sanzioni contro la Russia sono state spinte da “paesi occidentali di ala estrema”, ma alla fine “si rivolteranno loro contro”, e non avranno un effetto politico. Caracciolo ha inoltre sottolineato che esistono posizioni diverse tra i paesi Ue in merito alle sanzioni. Il vertice di stasera a Bruxelles arriva al termine di tre mesi di combattimenti, costati la vita a 600 persone, che potrebbero trasformarsi in una guerra civile su vasta scala, con effetti anche sui paesi Ue confinanti.

Fonte: Italian Irib

*

code