"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Ucraina, combattimento nel centro di Slavyansk

Odesa incendio

A Slavyansk si stanno verificando in queste ore scontri armati tra le forze di sicurezza di Kiev e i sostenitori della federalizzazione, ci sono feriti.

Stamattina a Slavyansk ha suonato la sirena che doveva avvertire i cittadini sull’inizio della fase attiva dell’operazione speciale delle autorità di Kiev, iniziando così la sparatoria. Sulle zone periferiche della città salgono le nuvole nere del fumo da pneumatici in fiamme. Sopra la città girano elicotteri.
Durante l’assalto sono stati abbattuti due elicotteri dell’esercito ucraino che sparavano missili. Un pilota di uno dei velivoli è morto, l’altro è sopravvissuto, è stato fatto prigioniero.

Churkin (ambasciatore russo all’ONU) : la catastrofe per l’Ucraina è imminente, se non fermerà l’azione punitiva

Le misure punitive contro il proprio popolo mostrano l’incapacità o la mancanza di volontà della dirigenza di Kiev di adempiere agli obblighi, assunti a Ginevra, ha dichiarato il rappresentante permanente della Russia alle Nazioni Unite Vitaly Churkin alla riunione di emergenza del Consiglio di Sicurezza dell’organizzazione mondiale.
Secondo le sue parole, se non sarà fermata questa “avventura criminale”, non possono essere evitate conseguenze catastrofiche per l’Ucraina.

Ultim’ora: Odessa, Incendiato un edificio da estremisti ucraini dove erano asserragliati alcuni filo russi: 38 morti.
Alcune delle vittime si erano buttati dalle finestre per cercare di sfuggire alle fiamme. Altri sono morti per asfissia, fra essi alcuni poliziotti.

Fonti: Actualidad RT    Italian.ruv

*

code