"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Trump ammette: “Il piano della CIA in Siria è stato pericoloso e si è dimostrato un fallimento”

Il presidente USA, Donald Trump, ha riconosciuto che l’appoggio della CIA ai denominati ribelli siriani è stato pericoloso e si è dimostrato un fallimento.
In un messaggio trasmesso il Lunedì attraverso in suo conto Twitter, Trump si è scagliato contro il giornale statunitense “The Washington Post” per aver inventato  notizie false circa la sua decisione di cancellare il piano della Agenzia Centrale di Intelligence degli USA (la CIA). per armare i denominati ribelli dell’Esercito Libero Siriano /ELS).

“L’ Amazzone Washington Post si è inventato i dati della mia cessazione dal programma di pagamenti massicci, pericolosi e dilapidatori ai ribelli siriani che combattono contro il presidente Bashar al Assad, ha indicato il presidente USA.
“Ci sono tante storie su di me nel ‘The Washington Post’ che sono notizie false, ha lamentato Trump in un Twitter pubblicato lo stesso giorno”.

Ribelli moderati addestrati dalla CIA

I commenti di Trump si sono prodotti apparentemente in reazione ad un articolo pubblicato nella stessa giornata dal The Washington Post, in cui si insisteva nel fatto che “la cooperazione con la Russia ritorna centrale per la strategia di Trump in Siria”.

Il giornale, diretto da Jeff Bezos, aveva anche informato lo scorso mercoledì del fatto che questa decisione “riflette gli interessi di Trump” di trovare il modo di lavorare con la Russia, paese che appoggia il legittimo Governio di Damasco.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

*

code

  1. Citodacal 4 settimane fa

    “…è stato pericoloso e si è dimostrato un fallimento.”

    Tutto qui. Una trama criminale derubricata a poco più che una ragazzata… (sso’ ggiovani quelli della CIA, sse ddivertano pure ‘n po’..).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giorgio 4 settimane fa

    Trump dimostra di aver capito chi siano, in parte, le mele marce, che non sono presenti solo in USA ma un po’ in tutto il pianeta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Walter 4 settimane fa

    Come dire: “scusate se abbiamo ammazzato mezzo milione di persone, è stata una svista, un errore di calcolo”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 4 settimane fa

      D’accordo che Trump ha sparato qualche missile in Siria, ma ritiene che abbia le stesse responsabilità dei suoi predecessori?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Walter 4 settimane fa

        Penso che le responsabilità non si possano attribuire ad una sola persona, è tutto il sistema che è marcio e non ha più una morale; ormai non si preoccupano più neanche di mantenere una facciata. Hai mai sentito qualche politico moderno dire “mi assumo la responsabilità di qualcosa”? Al massimo possono dire “ci metto la faccia”. E’ questo che fanno i politici, ci mettono la loro faccia di merda, che alla fine è tutto ciò che hanno e che possono fare perché non sono altro che burattini.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Giorgio 4 settimane fa

          D’accordo, ma cosa si fa? Fermiamo il mondo?

          Citodacal, ma che pistola ha?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Citodacal 4 settimane fa

      Fatalità drammatiche: stavo pulendo la pistola…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Max Tuanton 4 settimane fa

    Io saro’ maniacale ma vedo ovunque lo zampino di quell’etnia : l’advisor della casa bianca il genero, sua figlia convertita,non puo muovere un dito neanche in casa che se vogliono lo fanno saltare ,e voi credete a quello dice ? Mi ricorda quel ventriloquo col pupazzo chiamato Rockefeller ecco proprio un pupazzo col parrucchino rosso ,quell ‘altro poi in Russia un niente che grazie alla grancassa Della propaganda ebrea e’ diventato tutto ,in pubblico ha una verve da compassione,e voi li a pendere dalle loro labbra: chiusura frontiere rimpatrio via camion chiusura parlamento sui camion anche loro tanto son tutti massoni I politici vadano a trovare I loro confratelli in Uganda senza dimenticare LA mia etnia preferita per lei un camion ad hoc.

    Rispondi Mi piace Non mi piace