"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Trump accusa Obama e la Clinton come responsabili per la diffusione del “cancro del terrorismo”

di Manuel de Silva

In occasione degli ultimi attentati terroristici verificatisi negli States,   il candidato repubblicano Donal Trump ci va giù duro nel lanciare accuse di responsabilità diretta del presidente Barack Obama e della sua ex segretaria di Stato Hillary Clinton nel fallimento delle politiche di sicurezza portate avanti dall’Amministrazione e USA e della loro responsabilità diretta nella creazione del terrorismo islamista.

“Con Obama e Clinton abbiamo avuto più attentati in patria che non vittorie all’estero”. Queste le dichiarazioni del candidato repubblicano alla presidenza ,Usa Donald Trump, il quale ha espresso cordoglio per le vittime degli attentati di New York, New Jersey e Minnesota, ed ha attaccato le politiche di sicurezza della rivale democratica Hillary Clinton e del presidente Barack Obama. “Sotto la guida di Obama e Clinton, gli americani hanno sperimentato più attacchi in patria che vittorie all’estero. E’ tempo di cambiare. Gli attacchi di sabato hanno dimostrato il fallimento delle politiche di Obama e Hillary Clinton. Farò tornare l’America al sicuro”!

“Sono terribili”,  ha proseguito Trump, “gli attentati avvenuti a New York, in New Jersey e in Minnesota questo fine settimana. Il pensiero va alle vittime, alle loro famiglie e a tutti gli americani! Dobbiamo essere forti”, ha scritto Trump o in una serie di tweet. Intervenendo poi al programma Fox & Friends, in onda su Fox News, Il candidato repubblicano alle presidenziali statunitensi, Donald Trump, ha dichiarato sprezzante: “Hillary Clinton neanche riconosce che è un atto di terrorismo e lo stesso fa Barack Obama. La politica condotta da Obama e dalla Clinton favorisce il terrorismo come “un cancro che ci ucciderà dall’interno. Loro (i terroristi) sono uniti, coesi. Complottano e continuano a complottare. Ma le nostre forze dell’ordine sono le migliori”.

Donald Trump
Donald Trump

Quello che è successo “dimostra che ci sono persone malate che vogliono distruggere questo Paese”. Non si può risolvere il problema se si ha paura persino di nominarlo […] È un casino, una vergogna. Dobbiamo essere molto duri, è qualcosa che succederà ancora e ancora”.

Da notare che Poco tempo prima Trump aveva accusato Obama e la Clinton di essere stati loro a creare l’ISIS con la loro politica sconsiderata, una  accusa ripetuta almeno tre volte.
“”Loro hanno creato l’Isis, Hillary Clinton ha creato l’Isis  con Obama”, aveva dichiarato il tycoon americano, nel corso di un convegno tenutosi al Mississippi Coast Coliseum Convention Center. Trump ha mostrato di essere convinto della responsabilità delll’Amministrazione Obama e come riportato dai media americani, Trump ha collegato le politiche dell’amministrazione Obama alla crescita del gruppo terroristico.

La stessa accusa ripetuta anche in altra occasione, quando in Agosto aveva definito Obama come “il fondatore dell’ISIS”, collegando la nascita dello Stato Islamico alle politiche tenute da Obama in Medio Oriente, un concetto ribadito da Trump più volte e con grande enfasi, sottolinenado come gli stessi miliziani dell’ISIS siano soliti onorare Obama. “Lui è il fondatore dell’ISIS e la cofondatrice è la corrotta Hillary Clinton”.

Queste le precise e recenti dichiarazioni di Trump, candidato alla presidenza degli USA nei confronti di Obama e della Clinton.  Si tratta di dichiarazioni che confermano quanto sostenuto da molti osservatori ed anche da analisti statunitensi circa la precisa responsabilità della politica dell’Amministrazione USA relativamente alla nascita ed al rafforzamento dell’ISIS (Daesh in arabo) avvenuto ad opera delle agenzie di intelligence USA in cooperazione con quelle dell’Arabia Saudita.

Tutti gli avvenimenti della guerra in Siria ed in Iraq confermano questa tesi e da ultimo l’aperto sostegno fornito dalla coalizione diretta dagli USA in Siria che il 17 Settembre ha bombardato le postazioni dell’Esercito siriano a Deir el Zor, nei pressi dell’aereoporto, uccidendo 90 soldati siriani e ferendone altrettanti, per consentire all’ISIS di impadronirsi della posizione.

In pratica le forze della coalizione diretta dagli USA colpiscono l’Esercito siriano che da oltre cinque anni combatte sul campo i gruppi terroristi, fra i quali l’ISIS e Al Nusra, e favoriscono l’avanzata di questi gruppi, alcuni dei quali direttamente sponsorizzati ed armati dagli USA e Arabia Saudita, per creare delle zone in Siria sottratte al controllo del Governo di Damasco.

Un doppio gioco condotto da Washington che ormai viene evidenziato da tutti gli osservatori e duramente condannato da Mosca e da Damasco come una grave violazione alla sovranità del paese arabo ed una aperta complicità con il terrorismo islamista.
Le accuse di Trump contra Obama e la Clinton vengono duramente stigmatizzate dalla candidata democratica la quale da parte sua accusa Trump “di essere al servizio di Putin e di rappresentare una minaccia per la sicurezza nazionale”.

Fonti:   Fox News

Youtube.com/watch

*

code

  1. mimmo 10 mesi fa

    sta diventando tutto troppo facile per Donald…allora può essere che davvero l’elite ha abbandonato la coppia “infernale”…
    anche per loro,l’elite, la paura fa 90, ovvero non ci si raccapezzano più per quanto hanno incasinato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace