"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

The Nation, le accuse di Washington contro Mosca sono sintomi della decadenza Usa

NEW YORK – I tentativi degli Stati Uniti di incolpare gli altri – in particolare Russia e Cina – per i loro problemi porterà l’America alla decadenza. Lo ha scritto Patrick Lawrence sul quotidiano statunitense The Nation.

Lawrence è convinto che gli USA stiano cercando di trasformare dei paesi terzi in «capri espiatori» per distogliere l’attenzione dai problemi interni. La Russia, in questo senso, è un caso «estremo» per Washington.

«Gli americani oggi risultano divisi sotto molti aspetti… ma dimostriamo una sorprendentemente unità nella tendenza a incolpare gli altri per i nostri problemi, previsioni errate e fallimenti, che sono ora estremamente numerosi e che abbiamo creato da soli». Come prova, Lawrence cita la relazione sull’ingerenza russa nelle elezioni presidenziali americane pubblicato dal servizio di intelligence la scorsa settimana. per lui il documento è una «travolgente farsa», uno dei suoi autori, il direttore della National Intelligence James Clapper, si è rovinato la reputazione già quattro anni fa, quando ha negato l’esistenza del programma NSA per la sorveglianza su larga scala dei cittadini.

Lawrence si chiede quindi che cosa potrebbe significare per gli USA la pubblicazione di queste false notizie. Anzitutto lo ha definito «una necessità» per i sostenitori di Hillary Clinton e, secondariamente, la giustificazione per Pentagono, CIA, sicurezza nazionale, NATO e le aziende che eseguono contratti governativi nel settore della difesa per mantenere un «mondo ostile» di cui hanno tanto bisogno per continuare ad operare secondo il loro credo.

Fonte: Pars Today

*

code