"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

The Guardian’: Bloccata in Gran Bretagna un’indagine sui finanziamenti dell’Arabia saudita al terrorismo

In un articolo sul quotidiano britannico, ‘The Guardian’ rivelato il blocco di un’inchiesta sui finanziatori del terrorismo in Gran Bretagna, tra i quali, e non è una sorpresa, figura l’Arabia Saudita.

Nel suo articolo sul quotidiano britannico, ‘The Guardian’, la giornalista Jessica Elgot, citando l’Home Office, , il ministero degli Interni della Gran Bretagna, ha rivelato che un’indagine sul finanziamento e il sostegno all’estero ai gruppi jihadisti autorizzata da David Cameron non potrà mai essere resa pubblica.

L’inchiesta sui flussi di reddito per gruppi estremisti operanti nel Regno Unito è stata commissionata dall’ex primo ministro e si pensa che si concentrerà sull’Arabia Saudita, ripetutamente accusata dai leader europei come fonte di finanziamento per i jihadisti islamici.

L’indagine è stata lanciata nell’ambito di un accordo con i liberali democratici in cambio di un’estensione degli attacchi aerei britannici contro l’ISIS in Siria nel dicembre 2015.

Tom Brake, portavoce degli affari esteri dei Lib Dem, ha scritto al primo ministro chiedendogli di confermare che l’inchiesta non sarebbe stata tralasciata.

L’Observer ha riferito nel gennaio dello scorso anno che l’unità di analisi sull’estremismo del Ministero degli Interni britannico aveva avuto ordine diretto da Downing Street per indagare sui finanziamenti esteri ai gruppi estremisti nel Regno Unito, con risultati da mostrare a Theresa May, allora titolare dell’Home Office e Cameron.

Tuttavia, 18 mesi dopo, l’Home Office ha confermato che la relazione non era ancora stata completata e ha detto che non sarebbe stata necessariamente pubblicata, definendo i contenuti “molto sensibili”.

Una decisione sul futuro dell’inchiesta sarebbe stata presa “dopo l’elezione del prossimo governo”, ha dichiarato un portavoce dell’Home Office.

Nella sua lettera a maggio, Brake ha scritto a Teresa May: “Il tuo dipartimento è stato uno di quelli che dovevano curare la relazione.
Diciotto mesi dopo, e dopo due terribili attacchi terroristici contro cittadini britannici, la relazione rimane incompleta e inedita.”

“Non è un segreto che l’Arabia Saudita, in particolare, fornisce finanziamenti a centinaia di moschee nel Regno Unito, sostenendo un’interpretazione molto forte della corrente wahhabita dell’Islam. Spesso in queste istituzioni si diffonde l’estremismo britannico.”

I contenuti del rapporto possono rivelarsi politicamente e legalmente sensibili. L’Arabia Saudita, che è stata una fonte di finanziamento per i predicatori islamisti fondamentalisti nelle moschee, è stata visitata di recente dal Primo ministro, Teresa May.

Lo scorso dicembre, una relazione trapelata del servizio federale di intelligence tedesco ha accusato diversi gruppi del Golfo di finanziare scuole religiose e predicatori radicali salafiti nelle moschee, definendola “una strategia di influenza a lungo termine”.

Il leader di Lib Dem, Tim Farron, ha dichiarato che il governo non ha mantenuto la sua parte dell’accorso fatto prima della votazione sugli attacchi aerei. La relazione deve essere pubblicata quando sarà completata, ha insistito, nonostante la preoccupazione dell’Home Office che le informazioni contenute nel documento sarebbero sensibili.

“Quel approccio miope deve cambiare”, secondo Farron, ribadendo che i nomi dei finanziatori del terrorismo devono essere resi noti.
“Se i conservatori vogliono seriamente fermare il terrorismo sulle nostre sponde, devono smettere di porre ostacoli e riaprire l’inchiesta sui finanziamenti stranieri all’estremismo violento nel Regno Unito”, ha concluso il leader Lib Dem.

Fonte: The Guardian

*

code

  1. Giorgio 4 settimane fa

    Un ulteriore motivo per non consumare petrolio, devono ritornare ad usare il cammello.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mimmo 4 settimane fa

    per redazione: avete problemi con il software del sito?

    perchè, ormai, saranno più di due i miei commenti non pubblicati.
    Oppure, aveva ragione quel lettore che parlava di censura?
    dubito di questa ultima ipotesi, anche perchè i miei commenti sono abbastanza “leggeri”…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Redazione 3 settimane fa

      Posso confermare che non abbiamo forme di censura, se non sui commenti che contengono insulti e bestemmie……..,verifichiamo a breve come mai dei suoi commenti non sono stati pubblicati….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. mimmo 3 settimane fa

        anche io confermo: mai emessi commenti con insulti…
        sono sicuro che è un problema tecnico.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Vittoriano 4 settimane fa

    TERRORISMO

    Terrore in Gran Bretagna
    CHE COSA SAPEVA IL PRIMO MINISTRO?
    di John Pilger
    (uno dei migliori giornalisti anglossassoni)

    http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=article&sid=5773

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Daniele Simonazzi 4 settimane fa

    John pilger e’ bravo e ha fatto un bel film intitolato ” LA guerra alla democrazia” ,il problema e’ che anche lui come tutti I giornalisti non parla mai del vero padrone, regista delle nostre sciagure economiche e sociali ,l’EB…,percio’ anche lui parla alla fin fine per non dire niente ,un’ altro lacche’ venduto al soldo EB… Lo sono tutti!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 4 settimane fa

      al seguito del commento di Daniele.
      Ovvero sono tutti lacchè al soldo quelli che insistono nel parlare di drammi e collusioni, ma lo fanno solo per “fare cassetta” o per sentirsi importanti, senza mai voler “toccare il manovratore”.
      Io direi di ficcarci dentro anche parecchia ignoranza preconcetta per non voler fare “‘anti-semita” e quindi escludere dalle analisi tutto ciò che tocca l’ambiente sionista!
      “Anche chi tace, è complice!”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mardunolbo 4 settimane fa

    Dunque anche nella “Grande” Bretagna sono messi male come noi, se non peggio ! Dato che noi, per ora, non abbiamo avuto nè stragi, nè rioni islamici dove sia proibito camminare.
    Mentre gli inglesi con la loro grande aria da colonizzatori, sono ora colonizzati da islamici che possono bombare qua e là senza che nessuno dica “bah”, anzi si tacciono le connivenze governative, tra cui il fatto, vergognoso, ma celato che c’è un’azienda a produzione di armi, a capitale misto, anglo-arabo, creata ai tempi della Tatcher e ad amministrazione di suoi famigliari!
    Il Guardian, dove guarda ?Nelle bazzecole, tanto per fingere di allarmarsi ed interessare di + i lettori !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Vittoriano 4 settimane fa

    … Al seguito del commento di Daniele …

    Voglio ricordarci :

    Il gruppo di famosi intellettuali ebrei inglesi,
    che dieci anni fa
    (erano 130),
    in una lettera aperta al Guardian rivendicarono che
    il sostegno a Israele (il diritto alla sua esistenza)
    non poteva essere messo al di sopra dei diritti umani dei palestinesi …

    Poi

    esiste una
    Rete Internazionale Ebraica Antisionista ( IJAN )
    fondata, se non erro, nel 2009,
    che ha denunciato
    il ruolo di Israele nella repressione a livello mondiale
    invito a cercare in rete e a conoscere
    Il documento di costituzione della Rete Internazionale Ebraica Antisionista

    Prima ancora,

    Ricordiamoci,

    del movimento degli ebrei antisionisti “NETUREI KARTA
    ( segnalo, per esempio le affermazioni del Rabbino Feldman,
    un alto membro del movimento, il quale ha dichiarato pubblicamente
    che la esistenza di Israele viola la legge ebraica ..
    e che il premier israeliano Benjamin Netanyahu è un criminale di guerra)

    I Neturei Karta ovvero gli ebrei antisionisti
    Che attendono il Redentore dell’umanità
    …invito a fare un ‘viaggio’ (‘simbolico’) in Israele
    Tra rabbini per la pace e ebrei per GESU’ …

    Talre messianismo,
    è molto importante chiarirlo,
    non va confuso
    col Messianismo Chabad o Messianismo Lubavitch
    ( che, per intenderci è anche quello del Capo Rabbino della Russia Rav Berel Lazar
    il Rabbino Lubavitch noto per la sua familiarità con Putin ),

    Per q u e l messianismo
    ci rimando alla lettura
    del testo di Paul Liberman :Storia dell’ebraismo messianico dal 1° secolo ad oggi;

    e alla lettura dell’opera di Johannes De Parvulis

    (consultabile e scaricabile in rete)

    ASCOLTA ISRAELE

    Dio ha affidato agli Israeliti una missione importante: servire da guida alle Nazioni. Non tutti gli Ebrei
    percepiscono questa missione allo stesso modo. Per alcuni è spirituale, per altri è materiale.
    I primi sono contro il Governo mondiale e contro lo Stato d’Israele (così come oggi esiste),
    i secondi sono in favore di questi due progetti, e vi partecipano finanziariamente.
    All’interno dell’Ebraismo esistono due opposte correnti, due potenze, due regni.

    Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. leopardo 4 settimane fa

      A parte il fatto che tra gli Eloim, Jeova era uno dei piú insignificanti, se veramente
      esistono…..” due opposte correnti, due potenze, due regni, la soluzione migliore
      per la collettivitá umana sarebbe che entrambi si annichiliscano a vicenda. Dopo
      la loro liquidazione il pianeta tornerá a progredire. Eravamo a buon punto, ma
      l´idiozia estrema degli animali parlanti ha interrotto un processo che li avrebbe
      riqualificati. Adesso la stupiditá si paga con la schiavitú perenne.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giorgio 3 settimane fa

        “A parte il fatto che tra gli Eloim, Jeova era uno dei piú insignificanti,…” li conosce personalmente?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Daniele Simonazzi 4 settimane fa

    Ho dato una spulciata al libro :ascolta israele .Non e’ male .Vittoriano mi ha preso in contropiede ,credevo …e invece su internet salta sempre fuori qualcosa di nuovo e gratis ,Se no qui in ” esilio “non mi passa piu ,comunque kop kun kaa( grazie nella lingua locale)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 3 settimane fa

      kop kun kaa , Daniele, per i commenti collaborativi ed istruttivi !

      Rispondi Mi piace Non mi piace