"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Solidarietà ai cittadini genovesi colpiti dall’ennesima alluvione per l’incuria dei loro amministratori

alluvione-genova

di Luciano Lago

Con quello che è successo a Genova non possiamo non sentirci vicini e solidali con i cittadini che hanno subito l’ennesima alluvione che ha provocato una vittima, gravissimi danni e sconvolgimento della città.
Vogliamo sperare che la laboriosità dei genovesi, unita allo sforzo encomiabile di tanti giovani volontari accorsi da ogni parte, possano portare presto la città ed i quartieri disastrati, quanto prima, ad un minimo livello di normalità.

In questo frangente non si può non esprimere solidarietà ai nostri concittadini che oggi sono stati così gravemente colpiti da una calamità che è stata causata anche dall’incuria, dalla incompetenza e dal lassismo di una classe di politici amministratori locali, con la complicità dei governi nazionali.

Tuttavia riteniamo che da un male può nascere anche un bene: che la gente apra finalmente gli occhi e comprenda che non si può continuare a dare fiducia a persone incompetenti e affariste che operano per il proprio tornaconto o al servizio di interessi esterni e non per il bene della comunità. Da troppi anni la stessa classe politica si è occupata di Genova e della Liguria saccheggiando le risorse del territorio con cementificazione selvaggia, opere inutili e traccheggiando sul lavoro dei cittadini con tasse e balzelli impossibili.

Questi politici non hanno dato servizi, non hanno realizzato opere per contenere i fiumi e salvare la città, questi amministratori non hanno creato posti di lavoro e sicurezza per la comunità di Genova, al contrario si sono occupati dei loro affari ed hanno permesso il degrado più totale che i residenti di Genova ben conoscono.

Adesso cercano pretesti per giustificarsi ed occultare le loro responsabilità.
Sarà venuto il momento di dire basta!!

Ci sono le piazze e le strade dove i cittadini di Genova possono incontrarsi ed organizzare una forte protesta contro questi politici e questi amministratori e mandarli tutti a casa; che non si perda l’occasione. Sarebbe un segnale anche per il resto d’Italia.

*

code

  1. Ares 2 anni fa

    Dunque par di capire ci sono circa 34milioni di euro da spartirsi…pardon da spendere da qualche annetto per rendere la Liguria più sicura, da ignorante mi chiedo sti denari sono solo stanziati quindi materialmente non ci sono oppure sono al sicuro in qualche banca ? E se sono in qualche banca di un amico degli amici frutteranno degli interessi ? Ripeto come funziona non lo so, ma mi piacerebbe capire come funziona…grazie !

    Rispondi Mi piace Non mi piace