"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Rivelati da una ragazza saudita i collegamenti dei terroristi con Israele

Chica saudi

Una minore saudita di 15 anni, che era stata portata in Siria per la “Yihad al-nikahl “(guerra santa del sesso), ha rivelato lo scorso Giovedì che i terroristi che combattono contro il governo della Siria ricevono gli ordini dal regime di Israele.
Secondo il giornale turco “Aydinlik”, la ragazza saudita, identificata come Ayeshe al-Bakri, ha assicurato che il leader del gruppo terrorista Fronte “Al-Nusra”  in Siria, Abu Mohamad al-Golani, mantiene degli stretti legami con il regime di Israele.

“Ho viaggiato con Al-Golani nei territori palestinesi occupati, dove il leader terrorista ha avuto delle riunioni con alcuni funzionari israeliani”, ha assicurato la ragazza al Bakri.
Inoltre ha raccontato che, durante la sua permanenza in Siria, ha avuto relazioni sessuali con decine degli appartenenti al fronte di Al- Nusra e che attualmente  era rimasta incinta.
Secondo quanto racconta Al-Bakri, dopo delle riconquiste effettuate dall’Esercito siriano sul campo di battaglia, lei stessa si è decisa a fuggire dalla Siria ed a  ritornare al proprio paese natale.
Bisogna ricordare che le attività della rete di prostituzione, che trasferiscono ragazze e donne di provenienza dai vari paesi arabi alla Siria per fare quella che è chiamata la “jihad al-nikah”, sono aumentate considerevolmente.

Alcuni clerici takfiri (di ispirazione saudita) hanno proclamato che quelle donne che prestano i loro servizi sessuali agli uomini armati che operano contro il Governo ed il popolo siriano, andrebbero in paradiso.
Dalla metà di Marzo del 2011, la Siria risulta oggetto della ingerenza di alcuni paesi occidentali e regionali che offrono apertamente il loro appoggio finanziario, di fornitura di armi e logistico ai gruppi oppositori con il proposito di rovesciare il governo costituzionale di Damasco.

Traduzione di Luciano Lago

Fonte: Hispantv

 

*

code