"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Renzi: gli immigrati sono finalmente priorità……

BOLOGNA – Una mamma di 41 anni (cittadina italiana), si è tolta la vita impiccandosi ieri sera a Ponte Ronca, una frazione tra Bologna e Zola Predosa. I motivi del gesto sono stati di natura economica: la donna, separata con due figli, non riusciva a trovare lavoro e il 9 luglio avrebbe subito il terzo tentativo di sfratto. A trovare il corpo, impiccato alla grata di una delle finestre di casa, è stato verso le 23 il suo nuovo compagno, rientrando dopo un paio d’ore di assenza. La 41enne avrebbe compiuto il gesto dopo aver messo a letto i figli, una bambina di 11 anni e un maschio di 10, che al momento della scoperta dormivano in camera da letto. La donna non ha lasciato biglietti ma, secondo i carabinieri, non ci sarebbero dubbi sulle motivazioni di natura economica del suicidio.
Gli investigatori che hanno svolto gli accertamenti e sentito i familiari della vittima hanno definito “disastrosa” la situazione finanziaria della famiglia. Da settimane, la donna era costretta a cucinare per sè e per i figli utilizzando solo un forno a microonde, dopo che le era stato staccato il gas. Ma anche altre bollette e l’affitto non venivano pagati da tempo. La 41enne, in passato dipendente di una ditta di pulizie, aveva perso il lavoro restando disoccupata e accumulando parecchi debiti. (Tratto da Repubblica....)

Accade tuttavia, nello stesso giorno del suicidio della povera donna, che  il governo riafferma solennemente in Parlamento, per bocca di Renzi, “La priorità sono gli immigrati ….”
“Lo scorso 24 giugno, ha detto Renzi, 59.600 migranti erano sbarcati sulle coste italiane oggi il numero e’ sostanzialmente analogo ma c’e’ una “novita’ profonda”. “Questa è finalmente una priorita’ per l’Italia e nell’agenda europea”.   Lo ha detto il premier Matteo Renzi in Senato, a proposito del tema immigrazione.

Quindi per il governo Renzi/Alfano, i cittadini italiani che hanno perso il lavoro e non sono in grado di pagare un affitto, possono tranquillamente impiccarsi mentre loro, i politici del PD al governo (e loro soci) si preoccupano di aderire diligentemente alle direttive che provengono dalle centrali mondialiste di Bruxelles, dell’ONU e del Vaticano: spalancare le porte all’invasione di massa dall’Africa.

Non ci sono le risorse per provvedere a tutti, non esiste un piano per la povertà in Italia,  non ci sono gli alloggi nè gli spazi dove alloggiare i migranti e profughi, si comprende anche che questo fenomeno porterà presto ad una destabilizzazione sociale ma i Renzi gli Alfano, le Boldrini hanno così deciso, l’italia deve diventare un paese multiculturale e meticcio, che gli italiani lo accettino perchè è ormai una direttiva inderogabile.

I cittadini italiani iniziano a comprendere che non esistono uguali diritti in questo paese: chi entra come migrante clandestino ha dei diritti sacrosanti, può circolare senza documenti, può disporre di un alloggio e di pasti gratis pagati dallo Stato, può ottenere una scheda telefonica e qualche spicciolo al giorno per le sue spese, può avere l’assistenza sanitaria gratis e senza ticket da pagare, qualunque cosa faccia non deve pagare tasse nè bollette.

Al cittadino italiano che rimane senza lavoro e senza casa questi diritti non spettano, lui deve pagare comunque tasse, bollette e ticket sanitari, corre il rischio che gli assistenti sociali gli tolgono i figli, se sono minori, dovunque vada deve esibire sempre i documenti ed il codice fiscale, non ha diritto ad un alloggio pubblico e tanto meno a pasti gratis e schede telefoniche. Dispone però del diritto di acquistare liberamente una corda con cui impiccarsi. Non a caso il numero dei suicidi per motivi economici è aumentato in modo esponenziale negli ultimi anni ma viene generalmente  nascosto dai grandi media e riportato solo nelle cronache di qualche foglio locale.

Suicidio con corda

Una situazione di apartheid sociale e di razzismo alla rovescia che non mancherà di provocare conseguenze, come già si è visto nelle scorse settimane in quartieri periferici delle città dove vengono trovati alloggi per i migranti.

Il governo tuttavia procede nella sua strada e si sente forte poichè la pianificazione di questo fenomeno, l’invasione di massa dell’Italia, era stata già decisa da centrali sovranazionali  (vedi: L’ONU predispone il piano per il “ripopolamento” dell’Italia)  e, per coloro che riusciranno a portarla a termine come previsto, si prospetta una buona riconoscenza dei circoli di potere sovranazionali, in termini di carriere politiche e posizioni di prestigio da ottenere in Istituzioni internazionali.    Difficile voler perdere questa occasione.

Quello che pensa ma massa, la popolazione italiana originale, le conseguenze che questa debba sopportare, la sua opinione in proposito, non conta più nulla. I governi non vengono eletti ma nominati. Al contrario se qualcuno dovesse protestare sono già pronte disposizioni che prevedono severe sanzioni per chiunque osi levare una voce di protesta contro tale fenomeno.

Il potere politico già da tempo è stato spodestato dal potere finanziario e chi decide non deve più neppure curarsi di ottenere una parvenza di consenso.

Articolo di Luciano Lago

Vedi anche  “L’invasione di massa di clandestini e profughi brucia i tempi per l’africanizzazione dell’Italia pianificata dalle centrali mondialiste”

Nella foto in alto: Migranti  alloggiati in uno dei vari Hotel, a spese dello Stato italiano…

*

code

  1. Ares 2 anni fa

    Beh i coglioni chi sono gli immigrati o gli italioti che subiscono tutto passivamente ? In quanto ai delinquenti in giacca e cravatta nonché tailleur sappiamo dove stanno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Christian 2 anni fa

    Chiaramente il mescolare insieme due culture che sono assai differenti tra loro, visti anche i pregiudizi e il diffuso razzismo italiano, in maniera deliberata, squilibrata, e molto veloce, porterà facilmente a disordini sociali anche gravi. Non bisgona però lasciarsi andare all’odio e alla rabbia (mossi da un razzismo, magari inconscio o inconsapevole, radicato nella maggioranza degli italiani), perchè così si fà il gioco proprio di quelle centrali di potere mondialista ed elitista, che cercano proprio di ottenere disordini sociali ed attriti etnici, per consolidare il controllo e la repressione dei cittadini, usando la principalmente la paura. Non credo che tutti i migranti siano dei criminali o potenziali terroristi, ma in fondo siamo noi che permettiamo che tutto ciò continui e si inasprisca. Troppe entità e persone in Italia ci guadagnano dal traffico di immigrati. Non è un segreto poi che i servizi segreti sostengono questa situazione. Ma in fondo al karma non si sfugge, mai. Abbiamo stretto un patto con la Libia (che contribuì, tra l’altro, ad abbassare gli arrivi sulle nostre coste, quasi azzerandoli) di collaborazione e amicizia, che era assai vantaggioso per entrambi i paesi. Poi, abbiamo deciso di fare i cagnolini dei francesi e degli americani e di unirici alla “coalizione di liberatori”, di tradire la Libia e di contribuire attivamente a uccidere brutalmente Gheddafi, oltre ad aver contribuito ad aver fatto collassare lo Stato libico e a distruggere la maggior parte delle infrastrutture di quello che fino al 2011 era il paese più prospero e uno dei più stabili e sviluppati in Africa. Ora la Libia è nel caos, il terrorismo eterodiretto dall’occidente (sono sempre i soliti.. Usa, sionisti, Monarchie wahabite del Golfo, e Turchia) la fà da padrone. e il governo legittimo in esilio a Tobrukc, deve fari i conti con un embrago che gli rende difficile armarsi per riprendere il controllo del paese. Noi stiamo subendo ciò che ci meritiamo, per via del nostro pesante impegno nella totale distruzione di paese a noi alleato, e del modo vergognoso in cui ci siamo comportati tradendo un alleato, con il quale avevamo intensi rapporti economici e commerciali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Jack 2 anni fa

      “Stiamo subendo ciò che ci meritiamo” Scusa,sei tu questo tipo in passerella?

      http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.it/2015/06/ma-vaffanculo-anche-chi-applaude-questo.html

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Christian 2 anni fa

        No, cara Jackie, non sono io, ma è facile che assomigli a tua sorella… Comunque aldilà delle cazzate, non è forse vero che con la Libia avevamo un accordo di cooperzione (vantaggioso per entrambi, sopratutto per l’Italia), e qualche anno dopo l’abbiamo bombardata insieme agli altri “volenterosi” inglesi, francesi e americani? Non è forse vero che gli italiani nella grande maggioranza era d’accordo a bombardare la Libia dove c’era il babau Gheddafi che massacrava i pacifici dimostranti? Abbiamo attivamente cooperato per bombardare e distruggere non solo lo Stato e la società libica, ma abbiamo fatto si che la Libia diventasse un centro internazionale del terrorismo. Adesso tutti incazzati per via dell’invasione dei migranti… che il fenomeno venga incorraggiato e incentivato non cè dubbio, ma sarebbe successo comunque magari in tempi leggermente più lunghi, e la causa PRINCIPALE rimane sempre la destabilizzazione e la distruzione, da parte occidentale, di Stati, in questo caso la Libia, che non si allineano alle politiche mondialiste e agli interessi americani. Prima tutti d’accordo a bombardare la Libia, poi tutti che si lamentano dei barconi di migranti che partono dalle sue coste… Ma pensa un pò… prima si provoca il danno, e poi ci si lamenta dei danni! Roba da pazzi! A nessuno piace questa situazione, eppure non vedo nessuna vera opposizione dei cittadini, che, come ben si sa, fà casino insensato solo il calcio, o per il funerale di Erik Priebcke… ma per problemi veri non se ne parla.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Luciano Lago 2 anni fa

      Ovvio che nessuno di noi vuole sostenere che i migranti che arrivano sulle sponde italiane siano delinquenti, al contrario, buona parte di loro sono anche vittime delle destabilizzazioni subite nei loro paesi ed in altri casi ci sono i profughi, come siriani ed eritrei, incolpevoli che fuggono dalle guerre. Poi è ovvio che in mezzo alle decine di migliaia di persone che sbarcano ci sia di tutto, ci sono le brave persone, quelle meno brave e ci sono anche gli avanzi di galera liberati dalle prigioni libiche ed inviati forzosamente in Italia. Senza documenti ed informazioni non si possono riconoscere. Per questo uno stato serio presidia i confini e nega l’accesso a chi non è in possesso di documenti in regola e non ha diritto ad essere considerato profugo.Purtroppo esiste il business sugli emigranti e molte organizzazioni ci si sono buttate a pesce. Mi sembra evidente che si vuole provocare una destabilizzazione sociale e che il tutto faccia parte di un piano, come abbiamo spiegato in vari articoli su questo sito.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. giannetto 2 anni fa

        PURTROPPO esiste il business…. PURTROPPO nell’Italiuzza esiste ogni nefandezza; l’unica cosa che PURTROPPO non esiste sono i coglioni. Dei capponi, scoglionati, si sa qual è l’inevitabile fine. La gran differenza è che i poveri pennuti vengono castrati dalla brutalità umana, mentre gli italiotelli, gente di farsa tragica, si castrano da soli. – Consiglio a chiunque, nato PURTROPPO nello Stivaluccio, abbia però conservato un briciolo di dignità, consiglio l’emigrazione. La “buascia” piddina rende impraticabile ogni altra alternativa,… PURTROPPO! . E’ un tipo di merda con le proprietà del “buco nero” dei fisici: assorbe in sé tutte le altre cacchette gravitazionali. Al centro del vortice risucchiante, trovi la faccia del joker, il gravity-center che ci vuole per un non-popolo di dementi!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Er-nesto 2 anni fa

    Fino a adesso rigono e fanno bene visto che nonostante tutto la hente scende ancora con le bandiere, la mia curiosità invece si posa quando la gente scenderà con le ascie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Piero61 2 anni fa

    …era successa la stessa cosa ad un uomo, un mese fa, a Genova…lo hanno trovato impiccato in casa, quando andavano a sfrattarlo…ma il sindaco,il Principe Doria (eletto nelle liste di SEL con il PD a fare da barella) non ha mosso unghia, anzi continua a incentivare l’illegalità (ovviamente solo quella straniera) o a togliere le tasse agli stranieri che giungono nella ex Superba; chi, straniero, apre una qualsiasi attività commerciale a Genova, non paga NESSUNA tassa per due anni, poi “cede” l’attività ad un parente, amico, prestanome che a sua volta non paga per altri due anni e poi ad un altro, eccetera, mentre contro i commercianti locali, balzelli a non finire, risultato: chiusure totali di negozi, licenziamenti e, in alcuni casi, suicidio…
    W il PD, W la UE, W la democrazia massonica e finocchiesca
    saluti
    Piero e famiglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Jack 2 anni fa

      Sono cose che succedono da anni quasi tutti i giorni fra l’indifferenza generale.
      Saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. emilio 2 anni fa

    Questo non è un suicidio, ma un omicidio di quelli che come mr bean se ne sbattono altamente degli italiani. Saranno ripagati allo stesso modo prima o poi…come qualche anno fa qualcuno pagò per i suoi errori in p.za Loreto. Attento mr bean!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Paolo 2 anni fa

    Penso fermamente che aldilà dei bla,bla,bla (analisi politiche,religiose,etc…)sia tempo che NOI italiani dobbiamo AGIRE fattivamente ovvero cacciare FISICAMENTE i nostri politici dai palazzi perchè anche un decerebrato ormai ha capito che sono tutti venduti e possibilmente senza violenza istituire una Costituente che innanzi tutto cancelli il primo articolo della Costituzione (l’Italia e’ una repubblica fondata sul lavoro..). L’Italia E’ FONDATA SULLA LIBERTÀ E SULL’AUTODETERMINAZIONE… Ricostituendo un governo votato dal popolo soggetto alla sua Sovranità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace