"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Rapporto interno: La Cia ha armato deliberatamente i terroristi del Fronte al-Nusra

Una nuova informativa pubblicata di recente, anche citando ufficiali in servizio, ha messo in evidenza che l’agenzia USA ha provveduto a fornire intenzionalmente armamenti, anche sofisticati, fra cui i missili TOW, ai miliziani  in Siria che appartenevano al Fronte al Nusra, mentre affermava di star armando i “moderati”.
Il processo di selezione era una farsa e consisteva nel comprovare i nomi dei combattenti nelle liste obsolete dei terroristi e, inoltre, i miliziani che ricevevano armi ed addestramento neppure davano i loro nomi reali. E’ accaduto così che i miliziani dell’ESL (ritenuti “moderati” dagli USA) hanno iniziato ad ottenere le armi americane.

Questo rapporto conclude segnalando che l’ESL (Esercito Siriano Libero) ha finito con il trasformarsi in una semplice sigla per occultare il Fronte al-Nusra, un fatto che apparentemente la CIA conosceva e che non le ha creato fastidio in assoluto. Loro sapevano che stavano di fatto fornendo le armi ad Al Qaeda.

Tutto questo dimostra che la CIA non ha mai avuto l’intenzione di combattere contro il terrorismo in Siria, nè contro il gruppo al-Nusra nè contro l’ISIS, ma piuttosto il suo obiettivo era quello di provocare un cambiamento di regime in Siria e rovesciare il presidente Bashar al-Assad.

Alti ufficiali del Pentagono e della CIA
Alti ufficiali del Pentagono e della CIA

Questo ha fatto entrare in urto la stessa agenzia con il Pentagono, le cui operazioni erano dirette contro l’ISIS e che vedeva come le operazioni della stessa CIA finivano per  affossare i propri sforzi.

Questa informazione permette anche di spiegare il fallimento avvenuto lo scorso Venerdì quando i combattenti dell’ELS, alleati dei turchi, hanno espulso i militari nordamericani della località di Al Ray minacciando con ucciderli al grido di “crociati infedeli”, termine utilizzati abitualmente dall’ISIS e da Al Nusra.

La Turchia ha appoggiato tradizionalmente il gruppo Al Nusra e l’ISIS per affinità ideologica, visto che l’AKP e Recep Erdogan aderiscono all’ideologia dei Fratelli Mussulmani, che sono la fonte di entrambi gruppi.

Fonti: Fortunascorner

Al Manar

Traduzione e sintesi: L. Lago

*

code