"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Putin potrebbe pianificare una “sorpresa di Novembre” ad Aleppo in coincidenza con le elezioni negli USA

Sorpresa di Novembre di Putin

Secondo quanto scritto dall’analista Stephen Lendman, dopo aver fermato le operazioni aeree russe contro i terroristi ad Aleppo nel corso di vari giorni, la Russia potrebbe star pianificando di assestare un duro colpo definitivo nella battaglia di Aleppo.

Un gruppo navale russo da battaglia, comandato dalla portaerei Almirante Kuznetsov, che trasporterà aerei da combattimento Su-33 ed elicotteri d’attacco Ka-31, arriverà vicino alle coste della Sria per questo Venerdì, con tre sottomarini russi armati con missili da crociera che  stanno accompagnando il gruppo.

Il Martedì, informative da Aleppo hanno indicato che le forze siriane hanno bloccato l’accesso ad Al-Bab, nel nord est di Aleppo, ai terroristi appoggiati dagli USA che cercavano di prendere posizione. Vari paesi al nord della città sono stati liberati dall’Esercito siriano e da Hezbollah.

Il cattedratico di Scienze Politiche dell’Università Statale di Mosca e co-presidente del Consiglio Strategico Nazionale di Russia, Sergei Markov, ritiene che si stia predisponendo la battaglia decisiva per liberare Aleppo:
“Credo che i ministri della Relazioni Estere della Russia, dell’Iran e della Siria…hanno discusso la questione nel corso la loro recente riunione a Mosca. Credo che le operazioni per recuperare Aleppo inizieranno fra il 7 e l’8 di Novembre prima che Obama abbandoni il potere, e sarà un colpo per il presidente statunitense da parte di Vladimir Putin prima della sua uscita dalla presidenza”.

Un fonte di intelligence occidentale, rimasta anonima, ritiene che la Russia si trovi “sull’orlo di un importante attacco militare contro Aleppo”.

Se le cose stanno così, saremmo davanti alla “sorpresa di Novembre”, che coinciderà  con le elezioni statunitensi, quando l’attenzione pubblica degli USA sarà accentrata sulle elezioni, aspettando i risultati.

Tuttavia, secondo quanto visto, il possibile attacco su grande scala della Russia ad Aleppo, potrebbe non essere questa l’unica “sorpresa” che si produca poco prima o durante le elezioni degli USA.

Come da precedenti informazioni, gli analisti annunciavano un grande attentato terroristico che coinciderà con le elezioni negli USA, sembra che si stiano gettando le basi per un possibile attentato o una ondata di attentati terroristici poco prima dei comizi elettorali.
Non c’è bisogno di dire che tutto indicherebbe che si tratti di operazioni di “false flags”, dirette ad orientare o rinviare i comizi elettorali.

Per quanto riteniamo che questo non arriverà a realizzzarsi e che solo ci saranno “tentativi frustrati dall’azione eroica delle autorità”, quello che appare sicuro è che tutto quello che circonda queste elezioni nordamericane risulta caotico e tormentato e potremmo arrivare ad aspettarci qualsiasi cosa, inclusi i timori esposti per le teorie cospirative più selvagge, che si augurano l’annullamento delle elezioni e l’instaurazione di una legge marziale.

Fonte: Global Research

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. mimmo 1 mese fa

    false flag, terremoti strani…certo Putin è più informato di noi…presto vedremo le sue navi insinuarsi in Adriatico…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Roberta 1 mese fa

    Come sono strani questi terroristi Isis. Vanno continuamente cianciando di jihad ma non hanno fatto un solo attentato in Israele e in Usa! Ma guarda tu che buffa la vita!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 1 mese fa

      Davvero eh!
      Concordo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace