"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Putin: E’ mio dovere attaccare il “Nuovo Ordine Mondiale” per aver fatto degradare i “valori della famiglia”.

Putin: E’ mio dovere attaccare il Nuovo Ordine Mondiale per aver fatto degradare i “valori della famiglia”.
La società sadica di de Sade e le basi del pensiero antinaturale-morale-etico-logico

Putin: Come capo di stato mio dovere mantenere i valori tradizionali e i valori della famiglia tradizionale. Questo perchè? Perchè i matrimoni dello stesso sesso non produrranno alcun bambino. Dio ha deciso e dobbiamo preoccuparci per il tasso di natalità nel nostro paese. Dobbiamo rafforzare le famiglie. Questo non significa che ci sia persecuzione contro alcuno”.

Putin ha dato un colpo fondamentale all’ideologia che sottintende al Nuovo ordine Mondiale rispetto ai valori familiari. Semplicemente questa non potrà essere migliore.


Questo vale tanto per Sigmund Freud, che per Wilhelm Reich, per Aleister Crowley, per Timothy Leary, per Betty Friedan, per Gloria Steinem, per Eve Ensler, per Rosa Luxemburg, per Andrea Bronfman e per altri teorici che vedevano i valori familiari come una minaccia per la civilizzazione. Da notare che la proposta di Putin si compone di due parti: 1) Nessuno ha diritto ad attaccare i valori della famiglia e 2) nessuno ha diritto a perseguitare le persone per causa del loro orientamento sessuale.

Questa in realtà è una concezione della vita ed è perfettamente congruente con la ragione pratica. Il fatto triste è che ci furono  una pletora di teorici agli albori del secolo XX che odiavano la ragione pratica. Non volevano subordinare il loro desiderio o appetito all’ordine morale, per cui si crearono  una serie di razionalizzazioni concrete per giustificare la loro condotta.

Più importante ancora, questi teorici hanno cercato disperatamente di imporre la loro visione cosmica essenzialmente perversa alla maggior parte della gente di tutto il mondo. Questi teorici  ignorarono deliberatamente il fatto che esiste un ordine morale, filosfico, scientifico etico ed estetico.

Uno teorico particolare che ignorò metafisicamente questi ordini morali, agli albori della Rivoluzione Francese fu il marchese De Sade, un filosofo rivoluzionario e scrittre decadente che girò la sessualità al rovescio. Nella Filosofia del dormitorio, De Sade stava preparando lo scenario per persone come Freud e y Wilhelm Reich , in particolare nelle sue opere Sade ha  portato agli psicologi un documento eccezionale sugli stati della mente e sulle sue perversioni, ed i surrealisti hanno riconosciuto in lui il simbolo dell’uomo che insorge contro tutti i divieti. Il “pensiero” di Sade ha avuto anche un carattere politico, cosa che lo ha avvicinato  a tutta la corrente dei libertini, così vigorosa nel XVIII° secolo e in quello precedente. Sade che vuole riconciliare Eros e natura (« Tutto è nella natura», sostiene ), si è opposto al deismo come anche all’Essere supremo di Robespierre, il quale voleva fondare un nuovo ordine mentre Sade, che non ne voleva alcuno, lo accusè  di voler soffocare la rivoluzione totale, che deveva  essere anche quella dei costumi. È ciò che esprime nel suo testo famoso, “Francesi, ancora uno sforzo!”, incluso nella sua opera “La Filosofia del boudoir”.

Sade nella Filosofia del boudoir.

Lo spirito del crimine si collega in Sade ad un sogno sproporzionato della negazione, di ogni negazione: il suo progetto distruttivo supera infinitamente gli uomini. Se l’uomo “sadico” sembra singolarmente libero nei confronti delle sue vittime, da cui dipendono i suoi piaceri, la violenza verso queste vittime va al di là delle stesse e non mira che a verificare freneticamente l’atto distruttivo stesso con il quale «ha ridotto Dio ed il mondo a nulla» (Maurice Blanchot)

Qui come in altri luoghi, Sade stava inseguendo il lavoro logico della filosfia dell’illustrazione, che come il femminismo,  ha promesso la libertà di superfice ma ha consegnato la schiavitù morale e intellettuale.

Se la moralità non esiste, come Darwin ed altri postuleranno più in avanti , chi va a decidere che De Sade stava sbagliando? Se l’uomo è solo una macchina e niente più,  si tratta di una macchina  che ha consegnato il genere umano  alla schiavitù morale ed intellettuale.    Così  come argomentano gli scrittori dell’Illustrazione quali  d’Holbach e Helvitius, chi va a decidere che lo stupro è un crimine o che abusare sessualmente o torturare i bambini  è ripugnante ? Sade dichiarò un altra volta: “Che osa è l’uomo? E che differenza c’è tra lui e le piante, tra lui e tutti gli animali del mondo? Nessuna ovviamente per De Sade.

Come non c’è differenza reale tra lui, l’uomo e le piante, o incluso con gli animali per il caso- Sade ha proceduto a attraversare il Rubicone ideologico, per mai tornare alla salute mentale. “Le donne non sono altro che macchine disegnate per la voluttuosità”, ha detto. Come principio metafisico, ” i voluttuosi di tutte le età e sessi devono ascolatare unicamente le “deliziose passioni che lo guidano e che la loro fonte è l’unica che condurrà alla felicità”.

Camille Paglia ha dichiarato che Sade realmente ha cambiato la Madre Natura: Russeau rivive la Grande Madre, ma Sade restaura la sua vera ferocia. Quella è la naturalezza di Darwin, natura rossa nei denti e artigli.

Costruendo la sua opera sulla mitologia greca conosciuta conme il complesso di Edipo, Freud universalmente ha postulato che:  Il Destino di Edipo ci muove soltanto perchè avrebbe potuto essere il nostro, perchè l’oracolo ha messo su di noi , prima della nostra nascita, la maledizione stessa che riposava su di lui. (……………)

Bene, Putin ha sfidato tutti questi principi diabolici appellandosi  all’ordine morale per fare al suo caso. Guardando la biologia di base si deduce correttamente che, se la seguente generazione sopravvive, il Governo deve mantenere o incluso fomentare “valori tradizionali e valori familiari…”Dobbiamo preoccuparci per  il tasso di natalità nel nostro paese. Dobbiamo rinforzare le famiglie”.

Se i matrimoni tra le persone dello stesso sesso non producono figli, allora è perfettamente logico tenere saldi  i valori familiari, che deve essere uno dei compiti  di lavoro anche per lo  stato. Ovviamente questa è uno dei motivi per cui gli agenti del Nuovo Ordine Mondiale odiano Vladimir Putin.

di  Alejandro Sanchez

*

code

  1. Idea3online 2 settimane fa

    Se i matrimoni tra le persone dello stesso sesso non producono figli…..

    Infatti hanno creato un circolo perverso, meno figli…ma più immigrati…desiderano distruggere i valori familiari, hanno ridotto ai minimi termini le possibilità di avere figli, oltre che due uomini e due donne se si accoppiano non possono generare, ma anche uomo ed una donna amanti della famiglia sono stati messi in condizioni di non poter avere figli, sia perchè non ricevono aiuti dal Governo(l’Europa investe su immigrati, esseri umani adulti e chiavi in mano), sia perchè in diversi Stati Europei i redditi bassi ed i costi alti dei beni primari deprimono il desiderio di procreare.
    La forza dell’Elite in questo caso è rotolarsi nel Male, però indossano il “vestito” del Bene, tutto il loro Male deve indossare un abito del Bene, è questo prova che il Bene è una energia superiore, pura, senza attrito, così potente che anche quelli marci nel compiere il Male sono costretti ad indossare il Bene per poter essere accettati dai Popoli o da altri esseri umani.
    Ed ecco la loro doppiezza, compiono il male ed indossano il bene, chi sa quante bugie hanno incluso nei libri scolastici, quante falsità le consideriamo verità.
    Una cosa è certa l’Elite quella al Vertice crede in Dio, altrimenti non adorerebbe Satana, potessero fermarsi al 50%, un talento a Dio ed uno a Satana. In Occidente hanno deciso di offrirsi a Satana al 100%.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Salvatore Penzone 2 settimane fa

      Per chi, di fronte al grande mistero della vita, riconosce la finitudine della propria piccola persona tutto diventa sacro. Non è necessario credere in un Dio perché, in questo caso, è la sacralità della Vita che ne rende palese l’esistenza. Quando l’io non riempie il nostro campo visivo è facile scorgere l’anima delle cose. Oggi, invece, al primo posto è il personaggio che interpretiamo, la “persona”. Una maschera che siede sul trono di un mondo dedito all’apparenza. Un mondo dove è il dio danaro a dare la misura a tutte le cose; dove tutto è merce che si può vendere e acquistare, anche i sentimenti; dove l’affermazione del proprio io e la sua soddisfazione diventano gli elementi principali del canovaccio del politicamente corretto; dove tutto viene svuotato di senso. E, quando questo svuotamento va in profondità, alterando la struttura psicologica, allora non c’è più limite al peggio. In un mondo così fatto quello che ci viene proposto è di aderire a una visione antiumana. Forte è la tentazione perché tutto concorre, sta a noi però fare la scelta e non arrenderci al male, anche perché è finalmente palese la concezione che la civiltà capitalistica moderna ha della natura dell’essere umano. Essa si caratterizza per un assoluto individualismo che fa di ogni utile diga alle bassezze del proprio ego un limite alla libertà e ai diritti. Se De Sade è il nuovo profeta, di quest’epoca l’eroe chi è? Chi non si fa scrupolo di tagliare la testa del proprio “nemico”, che vende come schiave le donne che rapisce dopo averne ucciso i mariti e usa le bambine figlie di quelle donne come oggetto della propria lussuria?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ERNESTO PESCE 2 settimane fa

    i matrimoni dello stesso sesso. che degrado dei governi occidentali. la gente malata deve essere curata psicologicamente, ma non incoraggiata a persistere sulla via sbagliata. bisogna bandire totalmente le manifestazioni dei finocchi e delle lesbiche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PieroValleregia 2 settimane fa

      … esatto, ad un malato di tumore ai polmoni non prescrivi come cura per guarire, 50 sigarette al giorno …
      L’ omosessualità, non si esalta si cura
      saluti
      Piero e famiglia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Tania 2 settimane fa

    Se è naturale amare, accoppiarsi, con uno del proprio sesso, cosa ritenuta da sempre una degenerazione del nostro io tanto da doverla fare di nascosto, vera piaga sociale, come finirebbe il nostro povero mondo si legalizzasse una roba simile, che conseguenze avrebbe, si diceva una volta…
    Quindi era davvero inaccettabile come condizione sociale.
    Oggi è legale come condizione sociale, proprio ufficializzata con tanto di matrimonio, sindaco, bolli, paternità e maternità OGM.Allora non capisco perché non accettare anche altre deviazioni con conseguenze sociali, ad esempio prendere a bastonate il datore di lavoro quando non ti riconosce le ore straordinarie, o ti nega le ferie, oppure anche perché non buttare il sacchetto del pattume dalla finestra? Sono necessità anche queste, ho il diritto di farlo, si faccia avanti il cattivo che mi nega questi sacrosanti diritti!
    E poi voglio sposare mio fratello, mia sorella, mio padre, mia madre, mio cugino, mia cugina, scordavo i miei figli, voglio sposare i miei figli, se è solo una “questione di diritti di amare sessualmente chi mi pare e piace” allora nessuno osi impedirlo, no? Perché me lo impedite? Ma infatti tutta questa manfrina potrebbe essere il preludio al nocciolo del vero problema, la follia dei potenti, chi mi dice che un domani questi non ci spingano alla pedofilia ufficializzata, sdoganata, legalizzata, come cosa buona e giusta? Che rotto il primo paletto si fa in un attimo a liberare il recinto… Io dico che c’è un doppio obiettivo terribile dietro questo inizio di “libertà di diritto di amare uno del mio sesso”, uno è quello indicato dall’ottimo Idea3online, l’altro è, con la pedofilia, la consacrazione morale mondiale del MALE, che esiste, è dentro di noi, non è che lo prendiamo in prestito, ce lo dobbiamo fare somministrare, no no, è proprio in dotazione da DNA, tutto ciò che siamo va però utilizzato per stare bene non per farci del male, e farlo agli altri, sappiamo e possiamo, DOBBIAMO, scegliere dal magazzino totale, essendo che è tutto patrimonio nostro, no? Perché non mi butto dall’aereo senza paracadute? Posso farlo, da DNA posso farlo, che so benissimo appunto cosa significa farlo, ma se lo faccio forse non sono molto a posto con il cervello, uso malissimo un avvertimento di pericolo.
    Con i matrimoni gay siamo all’inizio della bestemmia ufficializzata, direi che, se esiste Satana, i suoi adepti stanno lavorando magnificamente, ma infatti esiste, è il Dio degli ebrei, il loro creatore, agli antipodi del creatore di cui ci ha parlato Gesù il Cristo, di questo sono ultra convinta.
    Se la gente vuole amare gente del proprio sesso prego, si accomodi, sono scelte personali di cui si pagano le conseguenze, belle e brutte, perché farlo SISTEMA SOCIALE UFFICIALE? A che pro? Pro per chi?
    Tutto nasce dal potere, TUTTO. Berlusconi attaccato dai nemici di casta, cercava aiuto, disperato disse : potrei chiedere aiuto al popolo, ma il popolo non conta un ca**o”.
    Niente che sia una legge nasce dal basso, il basso non fa proprio testo, ogni cosa siamo nasce in alto, perché la massa non ha coscienza della propria natura divina, Il potere si, e non hai mai fatto niente per le masse, MAI! Fosse scemo!
    Ha logicamente sempre e solo fatto le cose per il suo tornaconto personale, e oggi il potere fa il “buono”, perché?

    Il potere buono, ma per favore su non prendiamoci in giro più di quello che ci siamo presi in giro fino ad ora da millenni, il potere non può essere buono, che altrimenti sparisce, vi pare che il potere manifesti intenzioni suicide? Direi proprio di no.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. animaligebbia 2 settimane fa

      La grande fortuna dei paesi dell’est e’ non aver “fatto” il 68.Fu quella “rivouzione” niente affatto spontanea a minare alla base le societa’ europee che rifondarono il continente.Fu ,secondo me, il 68 e il concilio vaticano II lo spartiacque che determino’ l’inizio della fine.Ma noi sappiamo che “non prevarranno”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giorgio 2 settimane fa

        Non condivido ne il ’68 ne il CVII, come non condivido i diritti degli omosessuali, essendo in uno stato laico, e se vale per i culattoni, tutto ciò che viene deciso in vaticano dovrebbe rimanere nel campo privato, per il ’68 la stura è stata spontanea subito dopo è avvenuto “l’imbrigliamento” da parte del potere.
        Dal momento che l’ho vissuto posso offrirne una testimonianza diretta io, e lei?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Tania 2 settimane fa

        Ho sfiorato il ’68 assaporandone il gusto e ho vissuto gli anni dopo in pieno coinvolgimento intellettuale, per dire la verità avrei potuto fare il ‘ “68” anche prima del 68, sono nata fatta così, ricordo certi particolari di quando ero bambina, certi ragionamenti erano già il “68” sicuramente, era la ricerca del miglioramento della nostra condizione, non la sua disfatta morale! Ho poi rifiutato il sesso libero e la droga che mi proponevano perché al contrario esatto degli amici e compagni non solo non avevo affatto bisogno di “perdermi”, non potevo proprio tollerare si verificassero condizioni in cui non ero me stessa, padrona assoluta della mia volontà, infatti poi ho scoperto di essere Dio, entità assolutamente divina, totale, assoluta, dentro questo corpo/materia senza arte né parte in questa dimensione umana, ma questo è, quindi questo doveva essere, è la dimostrazione lampante che forse non tutti i 7 miliardi di esseri umani hanno matrice divina, a me piacerebbe valesse per tutti, ma proprio non so come funziona, certamente altri come me devono esistere per forza! La differenza sta nel fatto che a me è stato dato di verificare sulla mia pelle una roba non adatta agli omuncoli terrestri…
        Il ’68 ha cambiato tutto, in bene e in male, certo se tutto nasce in alto anche il ’68 è nato in alto, potrebbe anche essere successo che è nato in basso ma il potere lo ha subito fatto suo, come con le BR, come con il “terrorismo”, come con “i poveri migranti in cerca di felicità”…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Giorgio 2 settimane fa

        Le BR a differenza del ’68 non sono sorte spontaneamente ma allestite e guidate dai servizi segreti (plurale).

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Tania 2 settimane fa

          Vero, devo ammetterlo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giorgio 2 settimane fa

    Ancora una volta non mi trovo d’accordo completamente con Putin, infatti quando dice:” 1) Nessuno ha diritto ad attaccare i valori della famiglia e 2) nessuno ha diritto a perseguitare le persone per causa del loro orientamento sessuale.”
    La locuzione numero 1 la condivido, alla numero 2 sono nettamente contrario. Infatti quest’ultima rappresenta una devianza morale e quindi una patologia che va curata. Non esistono patologie che si manifestano ed agiscono esclusivamente nel privato e nel pubblico no.
    Io non affiderei i miei figli ad un insegnante pervertito (un finocchio è così definito in un qualunque glossario della lingua italiana, perché non si è ancora provveduto a cambiarne l’accezione), dal momento che prevenire è preferibile al curare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabio 2 settimane fa

      e se un giorno uno dei tuoi figli ti dira’ che e’ un omosessuale, cosa gli dirai, cosa farai, come lo curerai?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tania 2 settimane fa

        Questa domanda non rivolta a me mi ha fatto comunque riflettere.
        Se mio figlio fosse un omosessuale non potrei fare niente di niente di niente, lui farebbe la sua vita, non vorrei saperne nulla, sono cose troppo personali per dirle ad una madre se non il fatto intrinseco, la mamma non è una amica, è la mamma, punto, nessuna mamma direbbe al figlio ma dai, non drogarti, come fa un amico, la mamma il figlio che si droga lo sbriciola, lo aggredisce, piange, si dispera!
        Il fatto di essere omosessuale è un fatto privato, nel momento che diventa atto sociale accettato, non solo, addirittura protetto, coccolato, spinto ala sua crescita, c’è qualcosa che non torna… Una cosa è accettare una devianza, altro è farne una regola di vita da tenere come esempio, a questo punto davvero mi chiedo l'”organizzatore” del “sistema” dove vuole arrivare…
        Che fare del matrimonio tra persone dello stesso sesso fatto normale socialmente utile, non credo sia l’arrivo di un “progetto”, ma la sua partenza!
        Una volta accettato che mio figlio si sposa con un maschio, lo Stato non solo non ha niente da dire ma anzi sprona questo tipo di unioni, domani mio figlio cosa altro mi verrà a dire di essere e di fare? Brividi… Mi dirà ho comprato un mitra e lo userò per diletto? Vado a fare vacanza sessuale con bambini? Tutto regolarizzato dalla legge, eh! Il PD e Soros in prima linea, dietro nascosta, feccia come i Rothschild &amici di merende.
        Viviamo nell’assurdo, un mondo in piena confusione mentale, dobbiamo riconoscere certi diritti ma non altri, dobbiamo accettare di essere sostituiti totalmente come popolo da altri popoli, loro ne hanno diritto, noi il diritto di non voler essere sostituiti invece non possiamo esercitarlo, mistero del modo di vedere le cose del potere…
        Dobbiamo accettare che non si facciano più bambini come sempre sono stati fatti, ma comprarli al supermercato o nei negozi di lusso quelli più pregiati, ormai merce, poi invece dobbiamo dimenticare la dignità del lavoro come espressione di realizzazione sociale ed interpersonale, dobbiamo lavorare bene e con lena ma non amare il lavoro, che tanto dura max qualche mese, qualche giorno, qualche ora… bella gara con se stessi… Dobbiamo consumare, spendere, senza però pretendere un lavoro ed uno stipendio, siamo alla follia totale!
        Mi chiedo che livello di paturnia mentale abbia raggiunto l’ideatore di questo bel “sistema sociale”… Sarà uno in basso nella scala sociale, giusto per andare controcorrente? Immagino un povero lavoratore ideare questa matrix. No, l’ideatore non può essere un sempliciotto, direi piuttosto un ebreo, che ci vuole una mente satanista bella putrefatta per ideare una porcata simile, ci vuole il top del MALE per questa oscenità chiamata “democrazia”, pure la presa per i fondelli in diretta
        agli abitanti di questo ex bellissimo pianetino.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. lister 2 settimane fa

          “Se mio figlio fosse un omosessuale non potrei fare niente di niente di niente,”
          Potrebbe, invece, rivolgersi al Gruppo Lot (www.gruppolot.it), fondato da quel Luca Di Tolve cantato da Povia: guarire da quel disturbo mentale chiamato omosessualità, si può, volendo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. PieroValleregia 2 settimane fa

        … l’omosessualità è una patologia (checchè ne dica l’OMS), questo dottore la curava con ottimi risultati
        http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=4614
        ovviamente, nessuno dei media ne da notizia … il loro castello di menzogne, crollerebbe subito
        saluti
        Piero e famiglia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Giorgio 2 settimane fa

        Non è un problema che devo affrontare visto la mia veneranda età e quando potevo non ho procreato.
        Ad ogni buon modo la patologia si può non far insorgere e comunque curare, la responsabilità è dei genitori che non vogliono ammettere l’evidenza.
        Purtroppo ne conosce più di un caso e la cura non si deve fermare al singolo ma estendere a tutta la famiglia, perché è tutta coinvolta, nessuno ne è escluso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      4. Giorgio 2 settimane fa

        Fabio, dopo aver letto i contro-commenti di Tania e di altri mi corre l’obbligo di aggiungere alcune delucidazioni a ciò che ho già scritto.
        La madre partorisce il figlio tre volte ed una volta il padre, sono convinto che i comunisti ed i materialisti in genere che avranno letto la mia precedente affermazione avranno compiuto un salto dalla sedia e mi avranno catalogato come un pazzo se non un visionario.
        Il primo parto è quello fisico, il secondo è quello energetico che avviene in corrispondenza del cambio dei denti ed il terzo con la maturità sessuale accompagnata dall’astrale, il padre partorisce l’IO che corrisponde alla maggior età all’incirca al ventunesimo anno d’età.
        Dopo che mi ha letto, può la mamma non accorgersi delle tendenze del figlio? Sono due corpi con un’anima. In quest’ambito ricade anche il tema attuale: le vaccinazioni.
        Non vorrei sembrarle maleducato ma non mi chieda oltre, il web non lo ritengo l’ambiente adatto per trattare queste tematiche.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. lister 2 settimane fa

      Questa volta, sono d’accordo con Lei. 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Daniele Simonazzi 2 settimane fa

    Putin il nuovo paladino Della famiglia ! E magari Della cristianita’( quello in foto ),e voi ci credete? Ex spia del KGB comunista che chissa’ che scheletri ha nell’armadio ,tutti naturalmente conusciuti dagli “eletti” percio ricattabile!Le scie chimiche fanno effetto!Ricordo che il comunismo solo in Russia 60 -70 milioni di morti gulag- holodomor in ucraina ecc

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 2 settimane fa

      Putin non è che debba essere migliore di qualunque americano appaia sulla scena, sicuramente è uguale o migliore, che peggiore di un americano al potere credo non ci possa essere francamente nessuno!
      Si fa quello che gli altri ci permettono di fare, tutti ci proviamo a fare quello che preferiamo, anche a Putin magari piacerebbe dominare il mondo, perché no? Ma la Russia, e ogni capo ha avuto, fin dai tempi dell’URSS hanno dimostrato al mondo di sapersi mettere da parte, SEMPRE lo hanno fatto, come fanno gli esseri umani, sono umani, cosa che quei porci degli americani non solo non hanno MAI fatto, ma proprio non entra nelle loro corde “condividere” qualcosa con qualcuno! E’ in questo che al mondo Putin risulta migliore degli altri, anzi, secondo me proprio per ciò che dimostra ogni giorno con la sua assennatezza lo ritengo, uomo potente, il più potente al mondo, non ha padroni, è l’unico veramente responsabile delle sue azioni, un GRANDE.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tania 2 settimane fa

        Lo dico perché ne sono convinta, gli USA in quanto base degli EBREI, è il cancro in metastasi che asta uccidendo la civiltà, gli USA sono la banda criminale ebrea di cui il pianeta Terra è succube, USA cuspide delle MAFIE, non c’è una sola MAFIA che possa permettersi le ambizioni, gli obiettivi che si sono prefissati gli ebrei, nessuna mafia potrebbe scatenare 3 guerre mondiali, avere basi militarizzate UFFICIALI ed ufficiose in ogni stato del pianeta, se tutte le mafie del mondo si coalizzassero e dichiarassero guerra agli ebrei, sarebbero annientate, ma le mafie servono, e quindi esistono, non esistessero gli ebrei le metterebbero in piedi in due e due quattro, che il MALE ha bisogno di un sistema di corruzione, di marciume, di porcate morali, per poter fiorire, farsi forte.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Citodacal 2 settimane fa

      Paolo di Tarso era un persecutore di cristiani.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PieroValleregia 2 settimane fa

        …prima di convertirsi, si; anche tra i più efferati …
        saluti
        Piero e famiglia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Werner 2 settimane fa

    “E’ mio dovere attaccare il Nuovo Ordine Mondiale per aver fatto degradare i “valori della famiglia”: bellissime parole, l’auspicio è che da parte chi le ha pronunciate vi sia sincerità.

    La rivoluzione del 1789 così come quella del 1968, sono state entrambe rivoluzioni anti-cristiane e contro la morale, quelle che hanno ridotto l’Europa, soprattutto occidentale, ad essere una grande “Sodoma e Gomorra” che oggi conosciamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Daniele Simonazzi 2 settimane fa

    LA Russia immune dal potere che sovrasta l’America e tutto il mondo?Ma scherziamo ?Io il segreto dei segreti ve l’ho detto poi sta a voi .Lo diceva Gesu’ ,centinaia di Papi ci hanno avvisati e difeso nei secoli dalle menzogne.Visto che leggere e’ fatica guardate il video” il nemico occulto”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Salvatore Penzone 2 settimane fa

      Putin: “Non pretendiamo il titolo di superpotenza, intesa come pretesa della egemonia mondiale o regionale, non attentiamo agli interessi di nessuno, non imponiamo la nostra protezione, non tentiamo di insegnare come vivere, ma noi cercheremo di essere leader, proteggendo il diritto internazionale, ottenendo il rispetto della sovranità nazionale, dell’indipendenza e dell’identità dei popoli”.
      Il colonialismo, vecchio e nuovo, ha sempre calpestato regole e accordi, il diritto delle nazioni e la sovranità dei popoli. Ora la globalizzazione liberista ha esteso a tutto il pianeta le mire del potere finanziario, invisibile ma vero motore delle politiche delle potenze coloniali. La Russia è stata considerata un ostacolo da quel potere, un ostacolo da eliminare a tutti i costi. Ora che la posta in gioco è diventata totale perché una terza guerra mondiale coinvolgerebbe l’intero pianeta, la Russia sa che la salvezza sta in un’alternativa “rivoluzionaria” che comprenda, non solo la multipolarità a dispetto dell’eccezionalissimo statunitense che vuole imporre il proprio dominio su tutti ma comprenda anche una nuova prassi alternativa a quella che ha caratterizzato le relazioni internazionali e le politiche adottate. La Russia di Putin intende dare l’esempio sul giusto modo di concepire i rapporti tra le nazioni in modo tale che il mondo intero possa decidere, per la salvezza di tutti i popoli e del pianeta, da che parte stare e quale prassi si debba adottare per un futuro che sia prospero e di pace.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Citodacal 2 settimane fa

        Non vedo infatti perché si debba per forza di cose considerare Putin alla stregua dell’Arcangelo Michele; ma foss’anche davvero disposto a mutare di pochi gradi l’attuale tendenza al dissolvimento generale, è una possibilità che non va negata. Di certo, sinceramente ben disposto o meno che sia nei confronti dell’insieme, la vita nemmeno da lui dipende nella sua interezza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. keki 2 settimane fa

    Lo scenario raccapricciante in cui ci vuole portare questo progetto delirante del cosiddetto Nuovo Ordine Mondiale, non è affatto auspicabile e rassicurate. Ricordo però, che la nostra società strutturata secondo canoni che riconosciamo come giusti e conformi all’etica e alla norma, non è frutto di un’ evoluzione naturale e spontanea dell dell’essere umano, ma anch’essa il risultato di un programma realizzato per la gestione della risorsa umana. Una società fondata sul lavoro, sulla famiglia, ovvero sull’ incasellamento ordinato di ogni singola cellula all’interno dell’organismo Terra. La famiglia tradizionale garantisce ordine sociale, ogni individuo deve essere reso schiavo del mantenimento di essa e di se stesso , deve produrre, consumare e crepare . Deve affidare la crescita e l’istruzione dei figli a degli organi che penseranno a programmarli per la società. Tutto questo, paragonato a ciò che hanno in serbo per il futuro, appare come acqua di rose, ma solo perchè noi stessi ci identifichiamo nella società per la quale siamo stati programmati in precedenza. Quello che voglio intendere è che se parliamo di famiglia tradizionale, di matrimoni omosessuali o altro, il problema sta nel fatto che siamo solo strumenti in mano ad un chirurgo pazzo.Il problema sta in chi ci manovra e nel fatto che ci facciamo manovrare suscitando divisioni e odio. Detto questo , io sono a favore del vecchio caro papà che si ingroppa la mamma, mettendo al mondo prole che non debba rivolgersi dallo psicoterapeuta all’ età di due mesi per chiarirsi le idee su chi sia la mammma e il papà tra i due. Credo che, però, vi sia tanta ipocrisia descrivendo la famiglia tradizionale come il bene supremo. Questo potrebbe considerarsi reale, in una società in cui vi fosse una fisiologica armonia, equilibrio e consapevolezza del vero significato di ciò che si intende nel profondo il concetto di libertà, senza scadere per questo in condotte da biasimare. In poche parole, sganciarsi dalle regole comuni imposte ed elevarsi animicamente, facendo a meno di chi vuole imporsi come guida delle nostre vite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Citodacal 2 settimane fa

      Considerazioni che risuonano complessivamente interessanti e sfiorano temi di portata assai più ampia e radicale. Posso testimoniare di conoscere parecchie famiglie ritenute tradizionali che altro non sono se non un verminaio di occultate ed ammuffite ipocrisie (però, si vuol mettere il vantaggio d’una coscienza tacitata e la rassicurante impressione di conformità esteriore?): “Sed Spiritus littera enim occidit Spiritus autem vivificat”, scriveva qualcuno rivolto ai propri fratelli di Corinto; non bisogna però dimenticare che, sui due piedi, anche il vocabolo Spirito rimane appartenente a quel “gramma” greco, ovvero lettera, che è tutt’altro rispetto al genuino ”pneuma”. La vera tragedia par d’essere dunque quella di vivere in un mondo in cui siano rimasti soltanto coloro che rifiutano il messaggio e se ne altamente impippano e coloro che invece lo prendono alla lettera; le ipotetiche soluzioni sembrano infatti proporre un semplice passetto indietro, senza perorarsi d’affrontare il problema davvero “ab origine”. Con questi presupposti non mi stupirei se l’Occidente fosse davvero giunto al capolinea, stretto in un angolo gremito chi non si preoccupa di capire e chi non riesce più a farlo, e sia ormai prossimo a un colossale disastro, dimentico che ogni cosa deperisce su questa terra, così come scriveva lo stesso Alano di Lilla (“Rosa marcit orens”) o ricordava Qoèlet (“Non est priorum memoria sed nec eorum quidem quae postea futura sunt erit recordatio apud eos qui futuri sunt in novissimo”) (1). Cosa seguirà nel prossimo futuro, lo ignoro; ma vale la pena il ricordare che i tempi storici di Dio si segnano in millenni (un giorno di Brahma dura 4,32 miliardi di anni), mentre quelli umani in poche decine d’anni; non è richiesta alcuna genialità particolare per comprenderne la differenza (e l’essenza divina si trova fuori del tempo…).
      Lo stesso Gautama lasciò detto: “Io considero la posizione dei re e dei governanti come quella dei granelli di polvere. Osservo tesori di oro e di gemme come se fossero mattoni e ciottoli. Guardo le più belle vesti di seta come cenci strappati. Vedo le miriadi di mondi dell’universo come i piccoli semi di un frutto, e il più grande lago dell’India come una goccia d’olio sul mio piede”, a cui sempre Qoèlet replica: “Et omnia pergunt ad unum locum de terra facta sunt et in terram pariter revertentur”. (2).
      Nell’ordine secolare delle cose siamo sempre e comunque conseguenze di contingenze limitatissime e tuttavia, mi si perdoni la franchezza, l’uomo in se stesso non possiede capacità alcuna d’evoluzione naturale e spontanea: senza ritrovarsi in ciò che è Origine della manifestazione, è destinato a girare in tondo come un illuso; l’autentica libertà dunque non può che essere d’ordine metafisico, e se l’animizzarsi equivale al percorrere la via per il reintegro nello Spirito, allora è l’unica soluzione esauriente (peraltro così da sempre): ma questo cammino paradossalmente a ritroso richiede comunque delle guide sicure, che l’abbiano integralmente percorso sulla scia di altrettante che ne hanno illuminato il sentiero, per esperienza diretta e trasfigurante e non semplicemente morale o letterale: questo è il senso sintetico di Tradizione. Quanto a coloro che dovrebbero invece imporsi come guide delle nostre vite (perché una guida genuina non s’impone giammai), sono piuttosto esseri illusi ed autoingannatisi, preoccupati di perseguire i loro propri deliri d’onnipotenza per i quali, ridicolo ma tragico, abbisognano di sudditi psicologici da sottomettere: e sono proprio questi sudditi sciocchi dalla devozione deviata a conferir loro tutto quel potere transitorio che si rivolterà loro contro.

      (1) “Non resta più ricordo degli antichi, ma neppure di coloro che saranno si conserverà memoria
      presso coloro che verranno in seguito.”
      (2) “Tutti sono diretti verso la medesima dimora: tutto è venuto dalla polvere e tutto ritorna nella polvere”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Daniele Simonazzi 2 settimane fa

    Paolo di tarso che disse:” gli EB… Sono i nemici di tutti I popoli”.Putin grande amico di roman abramovich,che si fa fotografare con LA papalina,e il candelabro e che ha detto agli EB… Francesi di andare a stare in Russia ! D’Alema e’ piusveglio ,ad una cena ha detto ( potete vedere su internet)Renzi e’ un agente del mossad! Sara’ Matto anche lui?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 2 settimane fa

      Una cosa è certa, anzi, CERTISSIMA, Nell’anno 2000 c’erano solamente 7 paesi in tutto il pianeta senza una proprietà “Rothschild Banca Centrale”: Afghanistan, Iraq, Sudan, Siria, Libia, Cuba, Nord Corea, Iran.
      Sappiamo che fine hanno fatto Afghanistan, Cuba, Libia…
      Non è una coincidenza che questi paesi sopra elencati sono stati e sono tuttora sotto attacco da parte dei media occidentali, dal momento che una delle ragioni principali per cui questi paesi sono stati e sono tuttora sotto attacco, proprio perché non hanno ancora un Rothschild di proprietà della Banca Centrale. Ma questi famigerati porci schifosi Rothschild non si possono processare per via direttissima con l’accusa LAMPANTE DI efferati crimini contro l’umanità? Come mai sono liberi e in circolazione, sti ceffi da pena di morte? Gli ebrei sono tutti così, è una razza satanista, efferata, criminale da DNA, o è una loro specialità personale essere cattivi che Hitler Pol Pot al confronto sono da considerare buoni?
      – Sono la moglie di Napolitano
      – Ah, piacere di conoscere la moglie di un presidente
      – Beh, più che presidente era un dipendente di banchieri ebrei USA
      – Beh signora cara, l’avesse detto pubblicamente sarebbe diventato presidente dell’Italia anche prima, che gli ebrei vanno forte, il “mercato” avrebbe gioito…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Citodacal 2 settimane fa

      Appunto: un fariseo giudeo che alfine diviene un apostolo certifica che chiunque può capovolgere la propria storia, per quanto obbrobriosa e macchiata di delitti possa essere (la storiografia dei santi dimostra che molti di loro avevano un passato ben poco “ortodosso”). Che Putin sia veramente un sostenitore della famiglia tradizionale non so, e poco m’importa se lo sia davvero in profondità: è affare suo che sbriga con la sincerità della sua coscienza. Ma in questa fase può essere utile per tutelare chi ancora possiede un barlume di buonsenso, per fare da argine alla completa dissoluzione; mi attendo che si possa valutare dai fatti, e non dalle fotografie; e comunque Putin rimane un uomo, a cui non debbo alcuna devozione particolare, né alcuna prebenda per poter agire io nella maniera ritenuta più consona.
      Poi, come già indicava Keki nel suo intervento, anche nel tradizionalismo si annida molta ipocrisia nascosta; perfino Berlusconi si propose come paladino della famiglia e molti si bevettero la fola in maniera che ha dell’incredibile. La verità sta anche nel fatto che ormai siamo una società di parolai, dediti molto più alla preservazione della forma – sia essa trasgressiva o tradizionalista –, che non all’approfondimento reale dell’essenza, e la motivazione sostanziale è la solita da che l’uomo è uomo: provare a vivere l’essenza della verità, alla quale è difficile porre dei confini quantitativi, è scomodo e faticoso per la componente mortale dell’essere umano: meglio ripiegare in un compromesso di facciata, che vada nell’una o nell’altra direzione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tania 2 settimane fa

        Ottimo Citodacal, per me, logicamente. Voto Mi piace.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. annibale55 2 settimane fa

    Sentire queste parole da Putin in questo momento storico temo che voglia dire che la tensione sta salendo. Tempi bui ci aspettano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Daniele Simonazzi 2 settimane fa

    Il Mitico Celine diceva:” per scacciare il diavolo che c’e’ Nell’ uomo ci vuole allevamento e Manganello “per gli “invertiti” vi sono ancora Ponza,Lipari ,Ventotene ecc ecc ?Sono posti splendidi Gasparotto e il moglio vi starebbero da favola.Il fascismo era il male assoluto? Allora tenetevi LA giudeocrazia gay gender e immigrazione selvaggia !!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Daniele Simonazzi 2 settimane fa

    Non voto niente xche’ non appare a me sul cell.comunque per Citodical e altri digitate : ” l’ebreo attraverso I secoli” del 1898 semplice e contadino xche’ il buon Gesu’diceva :” I figli Della Terra ( gli EB… ) sono piu’ scaltri dei figli Della Luce(noi)” Bisogna imparare dal proprio nemico a volte ,il domani lo lascia a voi l’EB… ,a lui interessano I dindi e ora!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Citodacal 2 settimane fa

      Caro Daniele, la distinzione ricordata da Gesù è d’ordine puramente metafisico, così come lo è la caduta di Lucifero, che non è dato essere “a priori” il Signore dell’Inganno (a priori di chi, di Dio stesso che cesserebbe d’essere l’Essere Supremo?), bensì un Angelo decaduto; ciò significa che il Male, come principio autonomo e assoluto, non esiste nella creazione divina, se non come fatto posteriore ingenerato dalla presunzione e dalla vanità di volersi sostituire ontologicamente a Dio. Riportare questo stentoreo dualismo nella manifestazione dunque, nel concetto di un “noi” e un “loro” storici e individuabili fisicamente e indissolubilmente, non fa che scandire i termini d’un manicheismo e nemmeno in un ambito principiale metafisico o idealistico, bensì sociale, culturale ed etnico; ed il manicheismo come dottrina, tra l’altro, è stato considerato una forma eretica dalla Chiesa.
      Dopodiché non nego di nutrire ben poca simpatia per la classe dirigente israeliana, di certo attuale e probabilmente nei tempi precedenti, ma il discorso dei figli della Terra e quelli della Luce deve essere trasposto in un ambito eminentemente spirituale, ove chiunque ha il compito d’intendere cosa significhi entro se stesso una e l’altra cosa (o come scriveva Basilio il Grande “L’uomo è una creatura che ha ricevuto da Dio l’ordine di diventare Dio per grazia”, ma di certo, aggiungo immodestamente io, ciò non accade per semplice scelta di campo o affermazione di proposito, e non è affatto, come certificava tra gli altri Evagrio, una passeggiata: “Se coltivi la preghiera, preparati agli assalti dei demoni e sopporta fortemente i loro colpi di frusta.” ).
      Se i vertici politici e religiosi del popolo ebraico (gli EB… come scrive Lei, fermo restando che esistono anche le realtà come Neturei Karta che non ripudiano né il Talmud, né la Torah, ma sostengono che il sionismo ne abbia deformato strumentalmente l’insegnamento) hanno saputo cadere così in basso, non è certo per costituzione assoluta e originaria dell’ebraismo, ma per clamoroso errore d’interpretazione, voluto consapevolmente o deviato dalle tendenze infere (il che, per certi versi, è medesima cosa), di chi si è imposto politicamente, religiosamente e culturalmente nella loro società (quanto ricalca la distorsione del wahabismo nei confronti dell’Islam, del modernismo nei confronti del cristianesimo, e del globalismo-liberista nei confronti del mondo intero): ciò che peraltro potrebbe occorrere a chiunque, soprattutto se troppo sicuro di se e tale da finir col rinnegare, proprio per orgoglio e presunzione, la grazia dell’Altissimo sostituendovisi. E mi pare alquanto significativo che la Qabala ebraica, insieme di conoscenze mistiche e metafisiche di prim’ordine e come tali miranti all’unione con Dio e non alla separazione violenta dei suoi figli, abbia un vergognoso e aberrante scimmiottamento non soltanto nella interpretazione letterale e priva d’illuminazione interiore derivante da un esercizio puramente psichico della Gematria e del Notariqon, ma anche in una sedicente “cabala” moderna (scritta in minuscolo e senza la ”q”) che annovera tra i suoi adepti più conosciuti anche la nota cantante italo-americana il cui nome d’arte riprende impropriamente quello della Vergine Celeste.
      Cordialmente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Citodacal 2 settimane fa

        Ho scritto Islam in maiuscolo e cristianesimo in minuscolo; mi correggo apponendo ora la maiuscola anche alla seconda: Cristianesimo.
        (non certo per un fatuo senso del “politically correct”, che in questo caso sarebbe un “religiously correct”, ma per rispetto ad ambedue le forme religiose genuine)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. gino 2 settimane fa

    l’articolo non espone esattamente i concetti freudiani. per la psicoanalisi l’omosessualità è una MALATTIA mentale e come tale non certo da incentivare.
    freud ha semplicemente messo nero su bianco ciò che tutti sappiamo: che la morale sessuale “tradizionale” è insoddisfacente e, guastando il NATURALE istinto sessuale, causa danni al singolo e alla società. e questo è VERO.
    anch’io combatto il politically correct, ma fare come voi (cattofasci), auspicare un malsano ritorno alla sessualità “tradizionale”, non fa che rafforzare il nemico!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. gino 2 settimane fa

    la morale sessuale “tradizionale” cattofascia che vi piace tanto:
    – niente sesso se non ti sposi e non ti fai scroccare soldi dalla moglie
    – moglie ovviamente frigida (non s’è allenata in gioventù, la repressione causa frigidità/impotenza)
    – a 40 anni, dopo aver fatto 2 figli, fine del sesso
    a voi piace “vivere” così? io preferirei non essere mai nato che vivere così…
    bisogna trovare una soluzione di compromesso ripudiando gli estremismi, sia quello politically correct sia il vostro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 2 settimane fa

      E’ stato in naftalina fino adesso?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Tania 2 settimane fa

      Mi piace tanto la morale tradizionale, ma non è quella da te descritta, quella di cui parli era in vigore ai tempi di mia nonna, guarda che nel frattempo sono successe cose.
      Se guardo i giovani vedo un modo assurdo di pensare al sesso, alla morale…
      Lo consumano, mica lo amano, sembra ne abbiano una paura folle tanto da doverlo aggredire, o scappare a gambe levate, in questo senso amo la morale tradizionale, e che non è quella di mia nonna.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gino 2 settimane fa

        e qual’è la “tua” morale sessuale tradizionale?
        in italia (io vivo in sudamerica) si fa molto meno sesso di quanto pensiate, sia giovani che meno giovani, sia single che sposati. non ti preoccupare che il femminismo ha preso il posto della chiesa nel reprimere la naturale sessualità.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Tania 2 settimane fa

          In parte è vero, perché quando non c’è equilibrio, non c’è equilibrio. Sono stata femminista accanita, ma ora mi rendo conto che non ero disarmonica come le altre, io amo gli uomini, trovo che, esclusi gli alberi maestosi, che sono la forma di vita in assoluto più bella, gli uomini siano la cosa più bella che una donna possa guardare.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. gino 2 settimane fa

            penso la stessa cosa delle donne! soprattutto il lato B, ahahah!

            Mi piace Non mi piace
  15. Paolo 2 settimane fa

    Andate su “Sputnik” i commenti dei lettori si sono diradati al punto che non ce ne sono quasi più. Putin e la Russia sembravano l’alternativa al mondialismo, alla schiavitù programmata dagli anglosionistiammericani, con il loro intervento in Siria con le loro spacconate dei kalibr, dei sukoi. Invece si sono dimostrati una minestra riscaldata. Sono stati bravi solo a polverizzare qualche migliaio di cialtroni maomettani,per il resto coda fra le gambe e proclami di Lavrov concilianti con i veri nemici:”USA,Israele, GB e Francia Che continuano allegramente a imperversare, con le loro bombe il territorio siriano e persino al occuparne fette considerevoli con le loro truppe di terra e alla facciaccia sempre dei russi a impiantare addirittura basi militari su quelle terre. quando sarebbe stato necessario abbattere jet USA o israeliani che vigliaccamente e più di una volta hanno attaccato l’alleato esercito siriano, non hanno mosso un solo S400. Le cose non stanno andando bene ultimamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gino 2 settimane fa

      abbattere jet usa: il giorno dopo gli usa vendono in massa titoli russi, il petrolio scende a 20, l’anno prossimo il pil russo fa -15%, putin perde le elezioni. purtroppo bisogna fare i conti con l’enorme potenza finanziaria degli usa, essere realisti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Daniele Simonazzi 2 settimane fa

    Catto-fasci? Preferisco LA svas… Per essere chiari ,percio tutto il liberismo e pornografia multiculturalismo servono solo come deperimento morale del popolo e dei giovani ,non vedo che divina delizia vi sia nel vedere dei giovani e degli adulti depravati e degenerati rimbambiti dal sesso e da disinformazione.Per Cito se vuol far comprendere il suo messaggio da tutti deve scrivere in un modo piu semplice come Celine nel libro “LA Bella rogna” PDF gratis su aaargh Italia ,mi ringraziera’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gino 2 settimane fa

      io sono relativista: a te lascio le svastiche e il macellare nemici in guerra; nel frattempo io mi occupo di consolare le femmine afflitte dalla tua assenza.
      così siamo felici entrambi 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Citodacal 2 settimane fa

      Non è il mio messaggio; è la realtà delle cose a non essere così semplice, e quando la si semplifica troppo, come nell’appiattimento culturale modernista globalizzato, si tolgono quei particolari significativi che sono il sale dell’essere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Daniele Simonazzi 2 settimane fa

    In …..andia le donne non sono male!Meglio evitare I confronti! Anche xche’ traun po’ in Italia andra’ per LA maggiore l’abissino.A riguardo il video “il nemico occulto” da vedere e rivedere spieaga benissimo tutto quanto

    Rispondi Mi piace Non mi piace