"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Prosegue l’invasione dei migranti sulle coste italiane

Immigrante in giacca e cravatta

di Luciano Lago

Prosegue l’arrivo in massa di ondate di migranti sulle coste italiane cortesemente raccolti dalle navi della Marina Italiana grazie all’operazione “Mare Nostrum” voluta dal ministro Alfano e progettata dal governo Letta, in prosecuzione con il governo Renzi.
Soltanto nelle ultime 48 ore sono arrivati in 4.000 sulle coste di Sicilia e Calabria, in particolare a Catania è arrivata una nave rimorchio della marina che ha fatto sbarcare 300 migranti fra cui 24 donne ed un bambino, tutti di origine sub-sahariana, tratti in salvo da una motonave a 120 miglia a sud est delle coste siciliane. A Porto Empedocle sono stati trasbordati circa un migliaio di immigrati che errano arrivati mercoledì scorso nel canale di Sicilia e soccorsi e trasportati dalle fregate della Marina Militare Sirio e Maestrale che stanno svolgendo il servizio di soccorso assistenza e trasbordo taxi ai migranti che si trovano anche a grandi distanze dalle coste italiane.


In Calabria, al largo di Riace e Roccella ionica sono arrivati nelle ultime 48 ore 238 immigrati fra cui 48 donne e 72 bambini tutti africani, oltre a 50 pakistani ed afgani arrivati su una barca a vela, subito soccorsi e trasbordati dall’efficiente servizio della Marina Militare. Si trattava di 40 uomini, 6 donne e 4 bambini.

La voce di questo efficiente servizio di raccolta e trasbordo si sta ormai spargendo in tutta l’Africa ed anche in Medio Oriente: previste nuove ondate di migranti sia dalle coste della Libia (600.000 sono stati calcolati in attesa di imbarco) sia dalle coste più orientali del Mediterraneo. La possibilità di sbarcare nell’unico paese europeo che non ha messo limiti all’immigrazione di massa dall’Africa, che accoglie ed alloggia tutti bene o male ,gli ultimi gruppi vengono alloggiati in confortevoli alberghi seguendo le indicazioni della Presidente Laura Boldrini (si era tanto “raccomandata” di intensificare e migliorare gli sforzi per l’accoglienza), unico paese che si preoccupa di fornire loro pasti, abbigliamento (se richiesto), un eventuale assegno di mantenimento per coloro (la maggioranza) che richiedono lo status di profughi e per i quali è prevista l’indennità giornaliera.
I politici del governo Renzi sono tutti favorevoli ed hanno provveduto anche a far eliminare, con l’appoggio anche dei 5 stelle, il reato di immigrazione clandestina in modo tale che è scomparsa la figura del clandestino e viene sostituita da quella del “profugo” che può vantare diritti riconosciuti dall’Unione Europea. D’altra parte anche il ministro Alfano lo aveva dichiarato: dobbiamo dare accoglienza a tutti perché l’Europa ce lo chiede”.

Queste dichiarazioni hanno suscitato approvazione e “commozione” in tutti gli esponenti del governo ed anche negli intellettuali che hanno sempre manifestato il loro sostegno al concetto della società multiculturale come necessità del futuro.
Un po’ meno sostegno e commozione da parte degli albergatori costretti dalle prefetture ad ospitare i migranti proprio nell’apertura della stagione turistica e nelle popolazioni di alcuni paesi costieri della Sicilia  che vedono aumentare il numero di africani in giro per le strade perfettamente liberi e che tendono a divenire prepotenti con infastidire le donne e pretendere di essere serviti nei bar senza pagare. Un problema trascurabile che potrà essere superato quando questi gruppi verranno trasferiti nelle regioni del nord Italia, in particolare in Lombardia e nel Veneto, dove si prevede che saranno accolti con favore dalle comunità locali, viste le “favorevoli” condizioni economiche del momento.

Con l’arrivo di questa massa di migranti si apre la possibilità di nuova mano d’opera a basso costo per le grandi imprese e per l’agricoltura e questo spiega il favore con cui gli ambienti collegati alle grandi imprese multinazionali ed alla finanza accolgono questo fenomeno e l’atteggiamento di sostegno che manifesta la Commissione Europea che in passato aveva disapprovato la politica dei respingimenti attuata da qualche governo precedente, in particolare dal ministro Maroni, poco in linea con le regole europee.
La presenza di questa nuova massa di mano d’opera importata contribuirà all’abbassamento dei salari e questo andrà a beneficio del grande capitale. Un successo quindi per le politiche neo liberiste che hanno sempre predicato l’apertura dei mercati per le merci, per i capitali e per il lavoro.
I lavoratori italiani, i quali già ritenevano di avere un regime di bassi salari, dovranno iniziare a ricredersi, i loro salari potranno essere ulteriormente ridotti, se le nuove condizioni di lavoro non le accetteranno loro, ci saranno altri ad accettarli: eritrei, somali, etiopi, sudanesi, pakistani ,e cc.. Tutta mano d’opera disponibile a basso costo.

Si tratta dell’avanzata della “società multiculturale”, un obiettivo tenacemente perseguito dagli esponenti della politica progressista e da tanti esponenti della cultura impegnata, dai governi che si sono succeduti ed in particolare da quelli sponsorizzati dalla Commissione Europea di Bruxelles.
D’altra parte rimangono difficili le condizioni di un buon numero di cittadini italiani i quali, a causa della crisi, avendo perso lavoro e casa, si trovano spesso costretti a vivere in mezzo alla strada, in alloggi di fortuna, chi in auto chi in roulotte, con diverse famiglie dove sono presenti minori. Fra i tanti casi segnalati anche quello di Dolo (VE) vedi : dolo-famiglia-dorme-in-auto-dopo-lo-sfratto-
Altre situazioni simili registrate anche a Chioggia, a Padova, a Torino ed in molte altre città italiane.  A Roma un gruppo di famiglie sfrattate si è attrezzato con delle roulottes stazionate di fronte all’ingresso del cimitero del Verano, dove possono usufruiscono dei bagni del cimitero monumentale. Vedi :  roulottopoli-sempre-piu-famiglie-costrette-vivere-case-ruote

Il governo e le amministrazioni locali non dispongono delle risorse per fronteggiare questo fenomeno dei “nuovi poveri” , neppure la Commissione Europea ha previsto di occuparsi di questa emergenza sociale, non rientra nelle sue competenze, a differenza della questione degli immigrati e rifugiati.
Di conseguenza risulta difficile trovare una soluzione a questa piaga sociale e tutto viene lasciato all’iniziativa di singole entità come la Caritas che offre dei pasti gratis e, a differenza del governo italiano, non distingue fra immigrati e cittadini italiani ed offre un pasto per tutti coloro che lo richiedono. Ottenere gli alloggi popolari nei comuni, per le famiglie italiane in difficoltà, risulta una possibilità molto difficile, visto la precedenza data nelle graduatorie alle famiglie di extra comunitari che dispongono di un numero di minori sempre molto più alto rispetto alle famiglie italiane e quindi di punteggio. Tanto meno per i cittadini italiani in difficoltà si potrebbe prevedere la sistemazione presso alberghi confortevoli, visto che questa possibilità non è contemplata dalle prefetture e neppure vi è stato in questo senso un accorato appello di una importante personalità istituzionale come la Laura Boldrini. Non rientra nelle sue competenze. Per tale questione l’Europa non ha chiesto nulla.

Dopo gli islamici siriani con l’iPhone, ecco un ‘disperato’ profugo africano che prende il taxi Mare Nostrum per venire in Italia. Non servono molte parole, basta questa foto per minare alla radice tutta la propaganda del ‘povero migrante’.

Foto in alto tratta da :
http://voxnews.info/

*

code

  1. Werner 3 anni fa

    Maledetto Alfano, alle imminenti elezioni europee gli auguro di prendere lo 0,5% dei voti, così all’europarlamento NCD e UDC non entreranno.

    Nessuno li ha eletti, ma sono stati scelti dall’alto, e cosa fanno, impongono queste politiche immigrazioniste vessatorie nei confronti del popolo italiano. Sia il governo Letta che l’attuale governo Renzi propro perché sono stati scelti nelle stanze del potere, sono governi abusivi, e di conseguenza ogni loro decisione é da ritenersi abusiva.

    Lo ribadisco per l’ennesima volta, queste politiche criminose in materia di immigrazione vengono attuate grazie al silenzio del popolo italiano, che per timore di essere preso per “razzista” non fa alcun cenno di opposizione, e con questo silenzio non si rende conto di rendersi complice di questi criminali che ci governano.

    Siamo una Nazione allo sbando!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vincenzo 3 anni fa

      Werner ha perfettamente ragione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Piero61 3 anni fa

    salve
    la distruzione della cultura è opera della sinistra che, non avendone mai avuta, deve eliminare quella degli altri e, la multietnia, è la morte di tutte le culture…
    saluti
    Piero e famiglia
    _____________________________________
    con la Russia e con Putin ma contro il tikitaka
    ps: Nave Sirio è un pattugliatore e non una fregata…sono sottufficiale di Marina Militare da 34 anni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Redazione 3 anni fa

      Prendo atto della precisazione. Essendo un ex paracadutista di navi me ne intendo poco, un pò di più di aeroplani. La sinistra e tutto il fronte politico del “pensiero unico” vogliono imporre la pseudo cultura mondialista, quella prevalente che deve soppiantare la cultura tradizionale ed annientare le identità dei popoli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Piero61 3 anni fa

        salve
        anche io di aeroplani me ne intendo un pochino, sopratutto quelli ad elica della IGM e IIGM; pratico, tra le altre cose, modellismo statico e gli aerei ad elica sono la mia passione: conosco le loro livree, teatri di operazione e diversi Assi…non mi interssano invece i loro dati tecnici.
        scusate il fuori tema
        saluti
        Piero e famiglia
        ______________________
        con la Russia e con Putin

        Rispondi Mi piace Non mi piace