"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

PRIMO MINISTRO GRECO: “E’ MEGLIO PER IL PAESE” ABOLIRE LA DEMOCRAZIA

premier-greco-Antonis-Samaras

Zero Hedge commenta un’esemplare intervista a Samaras: sfruttando l’urgenza della crisi e la paura del caos che incombe i burocrati dell’élite europea rilasciano con impudenza dichiarazioni gravissime in cui disconoscono il valore del metodo democratico. Succede in Grecia, ma succede anche da noi, ed è importante sottolinearlo, perché non riconosciamo altro accettabile metodo di governo che non sia quello di dare voce al popolo.

di Tyler Durden

Durante una “intervista” alla TV di stato che è stata rilanciata tante volte come una vera e propria propaganda allarmista in vista del ‘voto di fiducia’ finale di lunedì (negativo per il governo- ndr) il primo ministro greco Samaras si è scatenato nella serie di commenti più insani e disgustosi di cui sia mai stato capace.

“Non è questione di ciò che sia bene per me o per Nuova Democrazia. E’ meglio per il paese che non ci siano elezioni anticipate.”
Traduzione: non avete bisogno di nessuna fetente democrazia, abbiate fiducia in noi – i vostri governanti benevoli – perché noi faremo ciò che è meglio per il popolo greco.
* LE ELEZIONI ANTICIPATE GETTERANNO LA GRECIA NEL CAOS, DICE SAMARAS (e la BCE)

* SAMARAS: IL PIU’ GRANDE PROBLEMA DELLA GRECIA E’ L’INCERTEZZA POLITICA: (lasciate perdere la disoccupazione giovanile, la povertà, e i tassi di suicidio, e l’emigrazione giovanile alle stelle)
* SAMARAS DICE CHE QUESTO E’ IL MOMENTO DI LASCIAR LAVORARE IL PARLAMENTO (ignorate le grida di dolore del popolo, votate per i burocrati dell’Unione Europea)
E con il partito greco (anti-UE) Syriza ora in vantaggio di 2.5 punti percentuali negli ultimi sondaggi, non c’è da stupirsi che Samaras stia tirando fuori le minacce sul “caos” che ne seguirebbe. “Il popolo greco non vuole le elezioni”, rimprovera.

Per “popolo greco”, si suppone che egli intenda i “burocrati europei non eletti”

Fonte: Voci dall’Estero

*

code

  1. Werner 2 anni fa

    Mi risulta, almeno che non sono informato male, che in Grecia la democrazia sia stata abolita da molto tempo, ossia dai tempi in cui primo ministro era Papademos, ovvero uno di Goldman Sachs.

    Syriza é un partito anti-UE solo di facciata, in realtà é assolutamente sistemico, e mi dispiace per i nostri amici greci che lo stanno votando. Alba Dorata penso sia molto più credibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Antonio 2 anni fa

    @Werner
    Si, e’ vero da un punto di vista puramente tecnico. Ma dichiarare chiaramente a parole una cosa del genere e’ diverso. La Grecia rappresenta il banco di prova per il governo globale, la cavia su cui sperimentare per vedere la reazione della gente e permettere al potere di organizzarsi di conseguenza. Se la gente accetta passivamente un annullamento ufficiale del sistema democratico e della costituzione, significa che la stessa cosa, nel tempo, puo’ essere fatta in altri paesi. Se, di contro, provoca reazioni violente, l’applicazione negli altri paesi sara’ diversa. Kissinger disse “Quello che ogni uomo teme è l’ignoto. Quando questo scenario si presenta si rinuncia volentieri ai propri diritti in cambio della garanzia del proprio benessere assicurata dal Governo Mondiale. (Evian, 1991).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Werner 2 anni fa

      Magari questa ammissione la fa perché il popolo greco é stato ridotto ad una condizione di estrema miseria, tale da renderlo molto debole. Ma il fatto che sia debole, non significa che non potrebbe reagire e rovesciare questo regime europeista (cosa che auguro di vero cuore ai nostri fratelli greci) che governa questo sventurato paese a noi così vicino, e non solo geograficamente.

      Questo signore nella foto, assieme a tutti gli altri politici greci, per ubbidire in toto a tutti i diktat della Troika, é responsabile della sottonutrizione di mezzo milione di bambini. Maledetti, non solo hanno eliminato la democrazia in Grecia, ma si sono permessi di calpestare la dignità della nazione e del suo popolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Jean 2 anni fa

    La Grecia è un telefilm per giovani stupidi, rappresenta si e non la provincia di Brescia, come PIL, la stessa Apple, come altre multinazionali potrebbero comprarsela domattina, di che cosa ci si preoccupa e di che dobbiamo preoccuparci?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Antonio 2 anni fa

    @Jean
    Ci si preoccupa che un privato possa “comprarsi” un popolo. Chomsky, in uno scambio di email qualche anno fa, cioe’ molto prima che si verificasse il tracollo della Grecia grazie alle azioni della Troika, mi disse che i privati se la sarebbero comperata pezzo per pezzo. Ma questo non e’ bene, e’ male.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. claudio 2 anni fa

    Sembra Hannibal Lecter e agisce come tale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. nessuno 2 anni fa

    Syriza è soltanto un partito creato per incanalare la rabbia e il dissenso di una parte della popolazione.
    Un po’ come il M5S.
    Il fatto che ambedue non hanno in programma l’uscita definitiva dall’euro indica la volontà di continuità di
    questo sistema.
    Molto meglio Alba D.
    Molto meglio Lega.

    Rispondi Mi piace Non mi piace