"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Pesanti accuse agli USA dall’ex presidente afghano Karzai: “ISIS strumento nelle mani di Washington”

Nel corso di un’intervista esclusiva con Fox News, l’ex presidente dell’Afghanistan, Hamid Karzai, ha duramente criticato le azioni degli Stati Uniti in Afghanistan e denunciato i loro abusi nel combattere il terrorismo.

Secondo Karzai, nonostante gli intensi sforzi per sradicare il terrorismo dal paese, proprio Washington ha la responsabilità di aver creato l’ISIS ed attualmente utilizza il gruppo islamista come strumento per imporre i propri diktat ai Paesi colpiti dalla guerra.

Nonostante lo schieramento di truppe supplementari in Afghanistan e l’incremento degli sforzi degli Stati Uniti per sradicare il terrorismo, in particolare l’ISIS, l’ex presidente dell’Afghanistan Hamid Karzai è convinto che Washington si trova dalla stessa parte dei terroristi islamici, riporta Fox News.

“Il Daesh (l’ISIS in arabo) è una creatura americana, — Karzai ha detto in un’intervista esclusiva con il canale televisivo statunitense. Il Daesh, ovviamente sconosciuto nel Paese, è apparso in Afghanistan nel 2015, durante la presenza degli Stati Uniti”.

Il gruppo è solo uno strumento nelle mani degli Stati Uniti; Prima il Daesh porta via i suoi uomini, dopo gli Stati Uniti lanciano una bomba enorme… Bombardate pure quanto vi pare,” — ha dichiarato Hamid Karzai.

Secondo il politico, Washington cerca di sfruttare l’Afghanistan come un banco di prova per i suoi “giocattoli”. “Vedono l’Afghanistan come terra di nessuno, dove è possibile effettuare prove e soprusi, ma si sbagliano. Viviamo in un Paese con persone profondamente patriottiche che non possono più tollerare questa situazione.”

Nota: Arriva dall’Afghanistan una ulteriore conferma di quello che si sospettava ed era comprovato da tempo: l’ISIS uno strumento creato dai servizi di intelligence USA  (in stretta collaborazione con l’Arabia Saudita) per poter perseguire le finalità geopolitiche che sono nell’interesse del dominio USA, dal rovesciamento dei governi di paesi considerati ostili,  alla giustificazione di una presenza strategica di forze militari statunitensi. Quello che era un sospetto è divenuta una certezza, al seguito di numerose prove riscontrate in Siria ed in Iraq e dalle denunce fatte da quelle forze che combattono sul terreno contro i terroristi jihadisti fomentati da USA ed Arabia Saudita. Senza considerare le ammissioni fatte dagli stessi esponenti dell’Establishment USA, l’ultimo dei quali era stato l’ex segretario di Stato John Kerry con dichiarazuone registrata.

Per i media atlantisti tutto questo non esiste: continuaranno con la loro propaganda a sostenere e ripetere che gli USA e la NATO combattono il terrorismo e “portano la democrazia” affinchè la gente ne sia assolutamente convinta.

Fonti: Fox News

Sputnik News

*

code

  1. Giorgio 6 mesi fa

    Karzai lo possiamo annoverare tra il folto gruppo degli scopritori dell’acqua calda.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. lister 6 mesi fa

    “…continuaranno con la loro propaganda a sostenere e ripetere che gli USA e la NATO combattono il terrorismo e “portano la democrazia” affinchè la gente ne sia assolutamente convinta”
    Così Gobbels:
    “Ripetete cento, mille, un milione di volte una bugia e diventerà una verità”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Enrico Fumagalli 6 mesi fa

      Goebbles affermò che uccidere un ebreo è dura. Ucciderne 10 è meno dura. Ucciderne 1000 o un milione diventa assuefazione. E’ lo stesso principio degli USA con la Carta dei Diritti Umani, ma solo per loro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mardunolbo 6 mesi fa

    Nel momento in ci persino un Karzai, alleato degli Usa e sostenuto da questi, arriva a dire ciò, significa che la situazione è marcia e puzza talmente che anche i ciechi ,pur non potendo vedere, sentono la puzza !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Enrico Fumagalli 6 mesi fa

    Karzai, sostenitore monarchico, aveva un fratello noto trafficante di oppio, agente CIA, ucciso dai russi, quando decisero di intervenire in Afghanistan ma non sotto la direzione ONU che poi è USA, ma in proprio per troncare la catena, che finanziava i terroristi ceceni.
    Partecipò all’annuale raduno dei non allineati, che si tenne a Monaco di Baviera, quando per la prima volta, partecipò pure un rappresentante della Cina che nel suo discorso disse: “La Cina è giovane e ha molto da imparare. In merito all’Afghanistan, la Cina si era offerta
    per fare da paciere tra l’allora Al Qaeda, stessa cosa dell’ISIS, creata appunto dalla CIA, Arabia Saudita ed Emirati vari.” A questo proposito gli USA si opposero. Mentre il vice Primo Ministro cinese affermava questo, la telecamera inquadrò Karzai, che vi partecipava, il quale
    annuiva. (Lo trasmise un TG2 della sera)
    In seguito i cinesi si accordarono con 4 tribù, afghane, protetti dai Talebani e dei preziosi metalli estratti, ne fanno la metà.
    Questo quando un importate giornale USA, diffuse la notizia che, gli interessi degli USA, sono i minerali preziosi e rari in quella regione. Lo sapevano gli inglesi oltre 200 anni fa e pure i nazisti che vi mandarono dei ricercatori, con la scusa do misteriose religione occulte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. polifemo 6 mesi fa

    Karzai se ne è accorto solo ora?gli usa da sempre sponsorizzano terrorismo e terroristi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace