"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Perchè i sionisti procedono con gli “omicidi mirati”

Netanyahu in maschera

del Dr. Kevin Barrett *

In Siria, i missili sparati a un elicottero israeliano hanno assassinato il generale di Brigata iraniano, Mohamad Alì Alahdadi e sei membri di Hezbollah.  Nel frattempo, nel medio Ovest degli Stati Uniti, assassini professionali hanno ucciso un noto attivista e membro del “Movimento Anti Nuovo Ordine Mondiale” (NWO), il cineasta David Crowley, sua moglie e la figlia di 5 anni (vedi: “Trovato morto il regista che voleva denunciare il nuovo Ordine Mondiale)    con lo stesso modus operandi utilizzato due anni fa nell’omicidio dell’autore delle verità  sull’11 settembre, Philip Marshall.

La lezione che cercavano di darci queste persone assassinate era dolorosamente chiara: i patrioti statunitensi ed iraniani affrontano lo stesso nemico.
L’assassinio del generale di brigata Alahdadi ed i suoi colleghi, è stato il più recente di molti attacchi israeliani contro la Siria portati a compimento con il fine di aiutare l’ISIS (lo Stato Islamico). Perchè i cittadini statunitensi non comprendono che l’ISIS ed il regime israeliano sono stretti alleati? Perchè i media (Tv e giornali) non lo dicono.


I principali media degli Stati Uniti sono di proprietà di sionisti molto interessati nel voler realizzare un Nuovo Ordine Mondiale. Nella riunione del Club di Bilderberg svoltasi nel Giugno del 1991 a Baden,in Germania, David Rockefeller, la cui famiglia, nel corso di generazioni aveva fatto da specchio frontale per i Rohschild, disse:

” Siamo molto grati al Washington Post, al New York Times, al Time Magazine ed a altre grandi pubblicazioni i cui direttori hanno assistito alle nostre riunioni rispettando le loro promesse di discrezione per quasi quaranta anni. Sarebbe stato impossibile per noi sviluppare il nostro programma mondiale se ci fossimo trovati al centro della pubblicità mediatica nel corso di questi anni. Tuttavia il mondo adesso è più preparato per incamminarsi verso un governo mondiale. La sovranità sovranazionale di una elite di intellettuali e banchieri a livello mondiale è sicuramente preferibile all’autodeterminazione nazionale praticata nei secoli scorsi”.

Il Nuovo Ordine Mondiale, obiettivo finale del sionismo, in accordo con il piano Oded Yinon, pretende di trasformare il Medio Oriente in piccole zone balcanizzate e stabilire un regime di Israele, più grande territorialmente,  esteso dal Nilo fino all’Eufrate, con Al-Quds (Gerusalemme) come sua capitale. Per questo motivo i sionisti hanno creato l’ISIS e lo hanno inviato a combattere contro i mussulmani ed i cristiani in Siria ed in Iraq. Per questo motivo i sionisti stanno attaccando la Siria, per appoggiare i gruppi terroristi dell’ISIS.

Il Nuovo Ordine Mondiale, obiettivo ambito ossessivamente dal sionismo, ha come suo obiettivo anche la distruzione degli USA come paese. L’elite sionista composta da banchieri e gangster ha organizzato il colpo di Stato dell’11 Settembre del 2001 per trasformare gli USA in uno Stato di polizia e così come per fare in modo che il paese nordamericano inviasse le proprie forze militari in Medio Oriente per realizzare il piano di trasformare le nazioni nemiche del regime di Israele in piccoli stati.

David Crowley era uno dei nemici più efficaci di questo Nuovo Ordine Mondiale. Il suo progetto di film ” Lo Stato Grigio” come film indipendente e molto atteso, un film che disegna uno Stato di Polizia dove regna la repressione esercitata con la legge marziale e l’identificazione biometrica; uno Stato dove vige una vigilanza onnipresente e dominato dalle Unità d’assalto dell’Agenzia Federale per la Gestione delle Emergenze (FMA); con i dissidenti confinati nei campi di detenzione. “Adesso sembra che lo Stato di Polizia del Nuovo Ordine Mondiale contro cui Crowley aveva avvisato, sta assassinando quelli che avrebbero potuto avere successo nello smuovere il popolo statunitense contro questa distopia.

I sionisti assassinano o utilizzano altri modi per neutralizzare le persone che possano costituire una minaccia. Qualsiasi persona che loro considerano come una seria minaccia contro i loro interessi sionisti del Nuovo Ordine Mondiale in futuro, costituisce un potenziale obiettivo.

Il generale di Brigata Mohamad Alahadi presupponeva una seria minaccia per i sionisti. Essendo un militare competente ed un patriota, Alahdadi era stato una figura chiave nella resistenza che ha ostacolato i piani del Nuovo Ordine Mondiale sionista rispetto al piano della distruzione completa della Siria, dell’Iraq e dell’Iran.

David Crowley costituiva anche lui una minaccia presente per i sionisti sostenitori del nuovo ordine Mondiale. Il progetto del film di Crowley, “Lo Stato Grigio”aveva generato una fortissima aspettativa tra gli statunitensi anti-NWO, e stava sul punto di trasformarsi nella dichiarazione definitiva del movimento.

L’assassinio professionale di Crowley e della sua famiglia semplifica come gli assassinii preventivi dei sionisti mettono in risalto nell’ “uccidere il futuro”. Un altro esempio è stato l’assassinio di tutti i dirigenti dell’ala giovanile del Partito Laburista norvegese il 22 luglio del 2011 ad Oslo, in Norvegia. Un equipe di assassini professionali, contrattati dai sionisti, ha ucciso un totale di 77 persone davanti agli occhi della polizia e dei militari norvegesi.

L’ala giovanile del Partito Laburista, allora, era sul punto di ottenere che la Norvegia divenisse il primo paese europeo nel boicottare il regime di Israele. Nell’uccidere i leaders del movimento di “Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni” al regime di Israele (BDS) in Norvegia, i sionisti non solo hanno bloccato i passi di questo movimento, ma hanno anche eliminato dozzine di probabili futuri leaders del Governo norvegese che avrebbero rappresentato una minaccia a lungo termine per il regime di Israele e le sue aspirazioni per il Nuovo Ordine Mondiale.

Altro esempio di “uccidere il futuro” fu l’assassinio di Malcom Shabaz, il nipote di Malcom X. avvenuto il 9 maggio del 2013. In un articolo pubblicato su Press TV, ho scritto che l’assassinio sembrava disegnato per prevenire l'”imminente ascesa di Malcom allo status di superstella dissidente”. Che non si sbaglino. Malcom Shabaz, uguale a suo nonno, poteva presupporre una seria minaccia a lungo termine per i padroni del potere, aveva trasformato l’Islam sciita in un portavoce dell'”asse di resistenza” non soltanto per le forze antisioniste nel Medio Oriente ma anche per le forze anti-imperialiste in tutto il mondo.

Gli agenti sotto copertura del Nuovo Ordine Mondiale hanno appreso già da molto tempo che uccidere il messaggero carismatico è un modo efficace di evitare che il messaggio possa espandersi. Uccisero Huey Long il 10 settembe del 1935 per fermare una rivoluzione contro i banchieri gangsters durante la Grande Depressione negli Stati Uniti. Hanno avvelenato Franklin Roosevelt nel 1945 per bloccare l’entrata in vigore della Carta Economica dei Diritti di Roosevelt e poter finanziare la guerra fredda contro l’Unione Sovietica. Fecero sparare a John e Robert Kennedy per salvare la Federal Reserve, il sistema di intelligence militare-industriale ed il programma di armi nucleari del regime di Israele.
Hanno fatto sparare a Malcom X ed a Martin Luther King, per evitare che i neri ed i bianchi della classe non elitaria statunitense, si affiliassero in una alleanza anti imperialista mondiale. Hanno assassinato il senatore Paul Wellstone, la sua sposa e la figlia per coprire l’11 Settembre ed eliminare un ostacolo davanti all’invasione statunitense dell’Iraq.

La stessa gente- le forze sioniste-massoniche finanziate dai banchieri più grandi del mondo- stanno uccidendo i patrioti statunitensi ed iraniani. Gli atroci assassinii del generale di brigata Alahdadi in Siria, di David Crowley e della sua famiglia nel Minnesota in uno stesso fine di settimana, devono smuovere la gente ed i militari di entrambi i paesi per lottare contro il nemico comune.

Fonti: Press TV     Hispantv

* Dr. Kevin Barrett , è uno specialista Arabista-islamólogo, scrittore ed analista è uno dei crítici più conociuti negli Stati Uniti della Guerra contro il Terrore. Il Dr. Barrett ha aparso molte volte in Fox TV, CNN, PBS y altri media , ed ha inspirato reportage e artículos di opinióne nel New York Times, nel Christian Science Monitor, nel Chicago Tribune ed altre publicacioni di livello. Dr. Barrett è stato docente nei college e università in San Francisco, Parígi e Wisconsin.
Autore di numerose pubblicazioni su temi di politica internazionale.

Traduzione: Luciano Lago

 

*

code