"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

“Panem et circenses” per le masse popolari

Jenny la carogna

 

di Luciano Lago

Il 5 di Maggio, una giornata dedicata agli avvenimenti pseudo sportivi a margine di una partita di pallone (Fiorentina-Napoli) della Domenica   con fatti di cronaca nera, come l’ennesima aggressione di un tifoso fanatico (con pistolettate incluse), le intemperanze della curva dei tifosi e del Napoli e l’incredibile spazio dato al leader dei tifosi detto “Jenny la carogna”, pittoresco personaggio assurto all’onore delle cronache per la sua trattativa con le autorità.

Un enorme spazio data a questi fatti nei giornali e telegiornali TV e la gente che si accapiglia a discutere per qualche giorno su questi avvenimenti esecrabili e vergognosi. Seguiranno presumibilmente discussioni interminabili nei vari programmi televisivi del pomeriggio e della sera.

Tutto questo ha oscurato tutti gli altri problemi, quelli seri e gravi che riguardano tutti i cittadini italiani. Come la probabile manovra finanziaria da 400 miliardi che il governo si accinge ad eseguire, naturalmente dopo le elezioni europee, per ottemperare le nuove direttive della Commissione Europea, con cui  si prevede un taglio sostanzioso alla spesa pubblica e licenziamento di un numero di statali ben più alto degli 80.000 indicati dal governo. Voci ben informate parlano di un taglio probabile di 200.000 dipendenti pubblici.

Come pure viene nascosto dai media quanto si sta preparando, sempre a livello europeo (le decisioni che contano si prendono là), con il nuovo trattato (l’ European Redemption Found) che obbligherà l’Italia a versare per 20 anni una quota del suo debito ad un fondo di garanzia europeo (una enorme cifra di miliardi).

Incredibilmente di tutto questo non si parla e si dedica enorme spazio al calcio, alle intemperanze dei tifosi ed al “gravissimo” problema della necessità di  escludere i fanatici delle curve, recidivi,  dall’ ingresso negli stadi. Davvero un “grande problema” nazionale su cui tutta l’Italia si interroga e dibatte.

Il calcio si rivela come sempre un ottimo sistema di distrazione di massa e questo lo si era capito, lo hanno compreso le autorità di governo, lo hanno capito anche i banchieri che dirigono l’economia che sono ben disposti a finanziare la realizzazione di nuovi stadi ed ampliare quelli esistenti. Bisogna dare spazio al calcio perché è un bello sport e “distrae” le masse. Niente di nuovo nella Storia: “panem et circenses” dicevano gli imperatori romani che avevano già capito tutto allora.

Questo fra l’altro perché il calcio permette di sfogare la rabbia ed anche la violenza di tanta parte della gioventù disoccupata ed emarginata, uno sfogo a vuoto, una violenza senza senso ma sempre un modo per sfogare le proprie frustrazioni.

Le autorità lo consentono quindi, entro certi limiti, perché ha una sua funzione sociale.

Il gioco deve continuare e deve soprattutto attirare l’attenzione di tanta, tanta gente, sarà meglio così.

Guai se la violenza, l’emarginazione e la rabbia si dovessero sfogare altrimenti, ad esempio contro le istituzioni, contro le sedi della politica o, peggio ancora, contro le banche, le grandi banche e istituzioni finanziarie. Questo non può essere consentito, sarebbe considerato eversivo, distruttivo. Immaginiamoci che succederebbe, quali “severi moniti” pronuncerebbe il presidente Napolitano, quali condanne pronuncerebbe la Presidente Boldrini ed il Presidente Grasso,

Le autorità non lo permetteranno mai e si difenderanno in modo energico: già pronta la nuova polizia europea, la Eurogendor, sostituirà quella tradizionale e dipenderà direttamente da Bruxelles.

Come dipenderanno da Bruxelles i nuovi organismi finanziari creati dalla ingegnosità dei Draghi, dei Van Rompuy, dei Barroso e dalla Merkel. Si tratta dell’ESM (Fondo di Stabillità) ed il nuovissimo ERF (European Redention Found).  Sono organismi a cui i paesi indebitati come l’Italia dovranno corrispondere molti miliardi (125 per l’ESM dei quali 52 già versati ed un importo imprecisato ma di diverse centinaia di euro da corrispondere in quote annuali per l’ERF). Vedi: Debt Redemption Found

Anzi per la verità saranno organismi totalmente autonomi ed i componenti dotati di uno status di immunità e di autonomia, in pratica non risponderanno a nessuno per le decisioni che prendono. Avranno però una dotazione particolare: i crediti vantati da questi organismi saranno privilegiati rispetto ad ogni altro tipo di credito, in pratica potranno esercitare azioni di sequestro e pignoramento dei beni pubblici dello Stato che risultasse insolvente o soltanto in ritardo con il pagamento delle quote.

Sono quelli gli organismi che sovrasteranno gli Stati ed i governi e prenderanno decisioni definitive sulla testa dei cittadini italiani. L’ERF sarà operativo dopo le elezioni europee (naturalmente).

Di tali questioni però è meglio non parlare, non immischiarsi, i giornali del sistema e le televisioni sanno che non sarebbe opportuno e se ne guardano bene, si sa che gli organismi dell’Unione Europea pensano per tutti noi, loro sono tecnici esperti ed è meglio lasciarli  lavorare senza intromettersi.

Ai cittadini è consentito invece intromettersi nelle questioni calcistiche, proporre allenatori e dare il voto ai giocatori, stigmatizzare gli episodi di violenza e discutere di questi. Si può e si deve continuare a parlare di calcio e dei tifosi fanatici, di “Jenny la carogna”, dei fanatici, delle coppe e delle partite. Si potrà parlare anche dei generosi regali preelettorali che il governo del fiorentino si appresta a riconoscere ai lavoratori dipendenti, 80 euro che servirebbero alle famiglie per fare la spesa per ben due settimane (secondo il PD), magari mangiando patate cipolla, uova e pomodori, il nuovo stile alimentare promosso dai fiduciari delle banche che ci consigliano anche l’alimentazione.

Si potrà mangiare patate, cipolle, pomodori con questi 80 euro ed andare allo Stadio per scatenarsi e tifare per la propria squadra, le autorità lo permettono ed agevoleranno questi sport popolari per far divertire e distrarre le masse.

Prepariamoci ad un futuro di grandi eventi calcistici e di nuovi grandi stadi ampli e moderni.

Il sistema le pensa tutte per tenere quiete le grandi masse popolari,

 

*

code

  1. gino 3 anni fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace