"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Palmira: la Russia mostra di essere un faro di civiltà

Chi ha messo gli scarponi sul campo e bagnato la terra col proprio sangue ha il diritto di ascoltare la musica, ed in ogni caso non è questo il tema.
Il tema è che la tanto demonizzata Russia di Putin ha salvato Palmira dalla furia iconoclasta di coloro che volevano farle fare la fine dei Buddha, distrutti dai Talebani, o per evocare un esempio citato recentemente nel blog, la fine delle croci armene in territorio azero.
Un concerto di musica classica per onorare gli eroi e la memoria delle vittime della liberazione di Palmira.
Un omaggio alla cultura ed un inno alla vita, da cui noi Italiani, essendo l’Anfiteatro di Palmira un esempio di architettura che un tempo fu nostra, dobbiamo solo prendere esempio e ringraziare.

Vedi video: Youtube.com/watch


É davvero incredibile che mentre a casa nostra stiamo facendo di tutto per distruggere la nostra identità, la nostra storia, aggredendo i monumenti ed il paesaggio con il cemento e con un’orrenda architettura, con il piano criminale di sostituzione etnica, siano gli altri a salvare le basi dei nostri valori e le testimonianze della nostra cultura.
Le parole del Maestro Valery Gergiev sono uno schiaffo per tutti i pavidi che non hanno il coraggio di esprimersi, quelli che di fronte al nostro sfascio e al martirio di tanti innocenti girano la testa dall’altra parte.

Il minimo che possiamo fare è goderci questo spettacolo, in silenzio, per dare un senso al sacrificio di tutti quelli che sono morti per ridare alla civiltà questo spettacolo di architettura, ma soprattutto il prevalere della Civiltà contro le Forze del Male.

Il Presidente Siriano ha paragonato questa vittoria a quella di Stalingrado, ma io preferisco paragonarlo alla fine dell’assedio di Leningrado, e quindi questo concerto di oggi andrà alla storia come quello di Shostakovich Simfonia nr 7, che dedico a coloro che vogliono vivere nell’area della consapevolezza storica e morale; per gli altri c’è la rassicurante ignoranza, che però non li salverà dal loro destino di carne da macello della Storia.

Fonte: Rischio Calcolato

*

code