"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

di Gianfranco De Turris

Psicologi, psicanalisti e psichiatri sono, ahinoi, tra le categorie professionali che più hanno aiutato le dittature a consolidarsi, basti pensare al loro fondamentale contributo nel regime sovietico a classificare come pazzi o alienati sociali tutti i dissidenti e avversari del partito e dello Stato, soprattutto intellettuali, riempiendo così i manicomi.

E anche a ragione del loro concomitante affermarsi, come hanno riconosciuto filosofi e intellettuali di estrazioni le più diverse, psicanalisi e sociologia sono entrambe dedite alla misurazione quantitativa dell’uomo: della sua interiorità e del suo contesto sociale. Ma misurare ti induce anche a manipolare: da cui gli “ingegneri sociali” sempre in URSS o i “persuasori occulti” in USA denunciati da Vance Packard.

Leggi tutto…

di Finian Cunningham

L’abbattimento di un aereo da guerra siriano da parte delle forze USA, avvenuto questa settimana, viene a seguito di altre azioni aggressive effettuate dai militari statunitensi sul terreno. Prese nel loro insieme le azioni delle forze USA segnano una allarmante escalation  di intervento nella guerra in Siria, fino al punto che i nordamericani possono considerarsi adesso apertamente in guerra contro la Siria.
Le azioni dei militari USA avvengono nonostante le ripetute avertenze della Russia contro questo spiegamento unilaterale della forza.

Dopo l’abbattimento dell’aereo, il cacciabombardiere SU-22 dell’Aviazione siriana, in questa settimana, il ministro degli Esteri russo, Seguei Lavrov, ha denunciato la violenza americana come un atto di “aggressione flagrante”contro uno Stato sovrano . Alcuni dei deputati della Duma russa ,come il capo delle relazioni estere, Alexei Pushkov, è andato oltre ed ha condannato questa come una azione di guerra statunitense.

Leggi tutto…

di Hikmet Durgun

La Santa Sede afferma l’inconciliabilità della fede cristiana con la Massoneria. Pertanto ai fedeli cattolici, a maggior ragione ai preti e ai sacerdoti, è vietato farsi iniziare all’Arte Reale, ma diverse rivelazioni confermano l’infiltrazione massonica nella Chiesa.

La Chiesa condanna da sempre la Massoneria, che quest’anno compie 300 anni. È da citare fra tutte l’Enciclica di Leone XIII, Humanum genus, del 20 aprile 1884. Inoltre la Congregazione per la dottrina della fede il 26 novembre del 1983 ha ribadito la sua condanna nella “Dichiarazione sulla massoneria”.

Leggi tutto…

di   Luciano Lago

L’attacco missilistico iraniano effettuato in Siria , sulle basi terroriste a Deir El Zor, a circa 600 Km. di distanza dalle basi di lancio iraniane, con elevata precisione negli obiettivi raggiunti, segna uno spartiacque decisivo che eleva l’Iran quale potenza militare di livello regionale e internazionale di tutto rispetto.
L’attacco effettuato domenica scorsa costituiva un atto di rappresaglia dichiarato contro l’ISIS per gli attentati terroristici subiti a Teheran pochi giorni prima ed apertamente rivendicati dall’ISIS (17 vitime e 50 feriti ).

Tuttavia il messaggio che viene inviato dalle autorità di Teheran, secondo gli analisti militari, ha un doppio significato: da un lato l’Iran avvisa i gruppi terroristi di essere in grado di colpirli in qualsiasi parte della regione nei loro bastioni e dall’altro invia un segnale chiaro e preciso alle potenze regionali che utilizzano il terrorismo jihadista come leva per destabilizzare il paese persiano.

Leggi tutto…

Il Ministero della Difesa della Russia ha informato questo Lunedì che, a partire da oggi, viene sospesa qualsiasi collaborazione per la prevenzione di incidenti aerei sui cieli della Siria.
Da questo momento, ha informato il portavoce militare russo, le forze russe attaccheranno qualsiasi aeronave che sorvoli le zone dove operano le proprie forze nel territorio siriano e non dubiteranno ad utilizzare la forza per assicurare la sicurezza dei propri soldati in Siria”.

“Qualsiasi apparato aereo, inclusi aerei o droni della coalizione internazionale, che sia individuato ad ovest del fiume Eufrate, nella aree della Siria dove l’aviazione russa opera le sue missioni di combattimento, sarà seguito da terra e dall’aria come obiettivo dei sistemi di difesa antriaerea”, come si legge nel comunicato diffuso dal Ministero della Difesa russo.

Leggi tutto…

Qualsiasi nazione che cerchi di sottrarsi all’Ordine Mondiale imposto da Washington sta di fatto sfidando l’egemonia statunitense, stima Dennis Etler, un professore di antropologia dell’Università Cabrillo della California, nel corso di un intervista rialsciata alla Press TV.

Il segretario alla Difesa statunitense James Mattis, ha allertato sul fatto che la Russia e la Cina stanno sfidando il dominio militare degli Stati Uniti grazie ai loro progressi tecnologici e che questo mette in pericolo l’ordine mondiale che viene imposto da Washington.
Mattis si è diretto, lo scorso 12 Giugno alla Commissione delle Forze Armate della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti, ed ha annunciato “il ritorno ad una lotta di potere segnata da una risorgente ed aggressiva Russia ed una Cina più sicura di se stessa e che sta iniziando ad ergersi come superpotenza e questo mette in pericolo l’ordine internazionale”.

Leggi tutto…

Beirut. Libano. Intensi combattimenti sono scoppiati questa notte fra le forze dell’esercito siriano ed i reparti del SDF (Forze Democratiche Siriane)  appoggiati  dagli USA, nell’ovest della campagna intorno a Al Raqa.

Secondo una fonte militare , le unità dell’Esercito Arabo Siriano hanno cercato di attraversare le linee delle SDF per recuperare il corpo di un pilota abbattuto con il suo aereo (dalla contraerea USA), tuttavia sono stati accolti dal fuoco dei reparti SDF. Questo ha dato luogo ad uno scontro feroce fra le due parti, ancora in corso,  nelle vicinanze della zona di Resafa ad ovest di Al Raqa.

Combnattimenti su Al Raqqa

Il pilota siriano che aveva necessità di essere riscattato è stato identificato come Al’ Fahd, ufficiale della Syrian Air Force, proveniente dalla città di Salamiyah, nella zona di Hama.

L’aereo dell’Avizione siriana stava operando contro le posizioni dell’ISIS su Al Raqa quando è stato abbattuto dalla conraerea delle forze pro USA del SDF che si trovano al di fuori della zona di Al Raqa.

Questo episodio dimostra ancora una volta come la coalizione diretta dagli USA cerchi di ostacolare in ogni modo la lotta delle forze siriane contro le bande terroriste dell’ISIS.

Fonte: Al Masdar News

Le forze della Divisione aerospaziale delle CGRI dell’Iran hanno lanciato un attacco missilistico dall’Iran contro le basi dell’ISIS (Daesh in arabo) nella città siriana di Deir El Zor (nell’est del paese).

L’annuncio dell’avvenuto attacco è stato fornito da un comunicato in cui si evidenzia che questo attacco è stato attuato per rappresaglia agli attentati terroristici che il Daesh ha compiuto a Teheran lo scorso 7 Giugno  contro l’Assemblea Consultiva ed il mausoleo dell’Iman Komeini, attacchi che hanno prodotto un bilancio di 17 vittime e più di 50 feriti.

Leggi tutto…

No allo “Ius Soli ”

di  Enrico Marino

Dopo il primo via libera della Camera, il 15 giugno al Senato si é discussa la legge sullo Ius Soli.
In base alle nuove norme, si diventerà cittadini italiani solo per il fatto di essere nati sul suolo nazionale, eliminando così l’attuale criterio dello Ius Sanguinis, secondo il quale, invece, si diventa cittadini per discendenza.

La sinistra ha tentato di mascherare questa operazione di destrutturazione della Nazione italiana, per come l’abbiamo conosciuta fino a oggi, parlando di Ius Soli “temperato”, ma il passaggio focale rimane quello che da il “diritto” a diventare cittadini italiani ai figli di coloro che abbiano un genitore residente in Italia da almeno 5 anni.

Leggi tutto…

di  C. Alessandro Mauceri

Oxfam (Oxford committee for Famine Relief) è un movimento globale di persone che vogliono eliminare l’ingiustizia della povertà. Da molti anni realizza azioni dirette per ridurre la povertà nel mondo ma parallelamente, conduce studi e ricerche.

Secondo un recente studio realizzato da Oxfam, nel mondo, le otto persone più ricche possiedono un patrimonio pari a quello della metà più povera del pianeta, vale a dire oltre tre miliardi di individui. Tutte insieme. Ma non basta. L’un per cento della popolazione mondiale è più ricca del restante novantanove per cento.

Si tratta di dati che attestano non solo le differenze e le diversità che esistono sul pianeta dal punto di vista economico (in barba alle promesse, ai programmi per combattere la povertà e ai piani delle NU), ma che confermano quanto un numero sempre maggiore di economisti ripete da tempo: il coefficiente di Gini sta aumentando.

Leggi tutto…