"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Paesi dell’Italia Centrale in ginocchio per la forte scossa di terremoto

Terremoto in Centro Italia

Roma, 30 ott. (Askanews) – Una nuova forte scossa di terremoto si è registrata alle 7:40 nell’Italia centrale, con epicentro tra Norcia, Castelsantangelo sul Nera e Preci. L’Ingv l’ha rilevata di magnitudo 6,5 a 10 km di profondità. I sindaci dei Comuni dell’area colpita hanno segnalato numerosi crolli, in Particolare a Norcia, Ussita, Arquata, Castelsantangelo sul Nera, Amatrice e Accumoli. La scossa è stata avvertita nettamente anche in altre Regioni, come la Campania, il Molise, la Puglia e perfino il Veneto. Intorno alle 12 il capo della protezione civile Curcio ha fatto sapere che ci sono 20 feriti e nessun morto.

Forte scossa anche a Roma, dove potrebbero esserci stati danni al patrimonio artistico: crepe e cornicioni caduti nella basilica di San Paolo. Come ha detto in mattinata il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, non si registrano morti ma qualche decina di feriti.

Tre persone sono state estratte dalle macerie a Tolentino, vive. Il premier Matteo Renzi ha cancellato tutti gli appuntamenti pubblici previsti per oggi ed è in contatto con i presidenti di Umbra e Marche, Marini e Ceriscioli, e col capo della Protezione civile. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Gerusalemme in visita ufficiale, è in stretto contatto con Roma dopo avere appreso la notizia della nuova forte scossa di terremoto in Italia centrale.(………)
“Stiamo monitorando attentamente l’impatto del nuovo terremoto in Italia. Siamo in contatto con la protezione civile italiana. L’Unione europea è pronta ad aiutare”: è quanto ha scritto su Twitter il Commissario europeo per la Gestione delle emergenze e gli aiuti umanitari, Christos Stylianides, dopo il nuovo violento sisma che ha colpito questa mattina il Paese.

Circolazione ferroviaria sospesa, in attesa di verifiche da parte dei tecnici Rfi dopo il terremoto, lungo le seguenti linee: Foligno-Terontola, Orte-Falconara, Ascoli-Porto d’Ascoli, Terni-Sulmona, Pescara-Sulmona. Lo rende noto Rfi, aggiungendo che sulla linea Roma-Firenze il traffico subisce rallentamenti fino a 30 minuti a causa di un guasto. Mentre l’ENAC rende noto che all’esito di una prima ricognizione effettuata attraverso le proprie direzioni territoriali, non risultano danni alle infrastrutture aeroportuali delle regioni interessate dal sisma di questa mattina.

Norcia, Cattedrale crollata
Norcia, Cattedrale crollata

E tra Umbria e Marche “la viabilità è compromessa”, in particolare il ponte sulla Salaria a Pescara del Tronto, già danneggiato dopo il sisma del 24 agosto “è definitivamente venuto giù”: lo ha detto il capo della protezione civile Fabrizio Curcio. Sulle strade “i problemi di viabilità sono un po’ dovunque. Anche a Norcia ad esempio i feriti vengono trasportati a Foligno via elicottero, quindi si sta ovviando a problemi di viabilità e alle difficoltà, ci sono sei aerei in volo, sia per il monitoraggio e controllo che per l’operatività. Stanno convergendo sul posto tutte le squadre di search and rescue. Sono stati sentiti direttamente molti dei sindaci interessati, c’è grande solidarietà nella popolazione, sono grandi persone che stanno reggendo a una situazione molto difficile”, ha fatto sapere Curcio.

Successivamente l’Ingv ha registrato una nuova scossa di terremoto di magnitudo 4.5, alle 14:34, nella provincia di Perugia, con epicentro localizzato tra Norcia e Castelsantangelo sul Nera, a una profondità di 9 km.

IL PAPA. “Esprimo la mia vicinanza alle popolazioni dell`Italia Centrale colpite dal terremoto. Anche questa mattina c`è stata una forte scossa. Prego per i feriti e per le famiglie che hanno subito maggiori danni, come pure per il personale impegnato nei soccorsi e nell`assistenza”. Lo ha detto Papa Francesco nell’Angelus, alle 12, affacciato alla finestra dello studio nel Palazzo Apostolico Vaticano, parlando a fedeli e pellegrini convenuti in Piazza San Pietro per il consueto appuntamento domenicale, che a questo punto del discorso hanno applaudito fragorosamente. “Il Signore Risorto – ha aggiunto il Papa – dia loro forza e la Madonna li custodisca”.

RENZI. Le risorse finanziarie per “ricostruire tutto, le case, le chiese, gli esercizi commerciali” distrutti dal terremoto “ci sono”. Lo ha annunciato Matteo Renzi in conferenza stampa. Il premier ha anche detto che domani si svolgerà la riunione del Consiglio dei ministri per affrontare l’emergenza terremoto. Renzi ha anche affermato che “non avremo nessun riguardo rispetto alle regole tecnocratiche. Non arretremo, lo Stato considererà fuori dal Patto di stabilità tutte le spese per l’edilizia scolastica e ospedaliera” necessarie per la ricostruzione del dopo terremoto.

“Dal 1980, terremoto dell’Irpinia magnitudo 6.9, non si registrava una scossa così forte in Italia, come quella di oggi tra Macerata e Perugia di magnitudo 6.5”: lo ha spiegato Gianluca Valensise, dirigente di ricerca dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (l’articolo completo:

Speculazioni politiche, il “gomblotto” M5s anche sul terremoto . “Il Tg1 apre dichiarando una scossa di 7.1 e poi la declassa a 6.1, ancora menzogne per interessi economici di governo!!! Anche il terremoto che ha distrutto L’Aquila fu ‘addomesticato’ a 5.8…Il tutto per non risarcire i danneggiati al 100%”. Lo scrive su Facebook la senatrice M5S Enza Blundo. “Il post pubblicato dalla senatrice Enza Blundo (menzogne mediatiche del governo sulla magnitudo del terremoto – ndr) non rappresenta in alcun modo il pensiero dei gruppi parlamentari M5S di Camera e Senato e dell`intero Movimento. A seguito del violento terremoto che stamane ha colpito nuovamente il centro Italia, ribadiamo la nostra vicinanza alle persone colpite e sentiamo con forza il senso di responsabilità a cui tutti siamo chiamati”. Lo affermano i capigruppo M5S di Camera e Senato, Giulia Grillo e Luigi Gaetti. I senatori del Pd replicano alle parole della senatrice Enza Blundo su Facebook. Il senatore Bruno Astorre scrive su Fb: “In eventi tragici come questi mi auguro che tutti facciano silenzio e cooperino per ristabilire un clima di serenità. Enza Blundo mi senti?”. Francesca Puglisi aggiunge che “per Enza Blundo, vicepresidente commissione infanzia, anche sul terremoto c’è il `gomblotto`. Classe dirigente 5Stelle, poveri noi”. “Ignobile speculazione a Cinquestelle – scrive ancora Salvatore Tomaselli – ma come si fa in momenti così drammatici? Disumani e cialtroni fuori dal consesso umano!”. Infine la senatrice Valeria Cardinali, eletta in Umbria: “Ma si può essere così sciacalli? Fermate questa follia firmata M5s! Prima Cioffi ora lei, la senatrice Blundo…Basta! Ma come si fa a speculare così sulle tragedie umane! Eppure venendo da l’Aquila dovrebbe sapere che significa! Vergogna! Vergogna!”.

Dichiarazione di GRILLO. Il Movimento 5 Stelle è pronto a collaborare con le istituzioni, con il governo per individuare le soluzioni più idonee – quelle fin qui adottate non bastano più, sono sorpassate – per superare l’emergenza in cui versano alcune zone dell’Italia centrale dopo l’ulteriore forte sisma di questa mattina. Ancora, M5S sollecita l’Unione europea a fornire al nostro Paese “tutto il sostegno necessario: lo sforamento di decimali nel rapporto deficit Pil non può essere un argomento accettabile da parte di Bruxelles”. Lo si legge, nel pomeriggio, sul blog di Beppe Grillo.

Nota: Il ministro Alfano, dopo questa nuova forte scossa sismica che, rispetto alla prima scossa di Amatrice, moltiplica il numero delle persone sfollate in alcune decine di migliaia, sarà costretto a distogliersi dalla sua intensa attività di assistenza e reperimento alloggi (tramite i prefetti) per gli immigrati clandestini che sbarcano in Italia e dovrà occuparsi adesso di provvedere anche (bontà sua) a dare assistenza ed alloggio agli italiani colpiti dal terremoto e rimasti senza casa e senza risorse.
Non sappiamo se questo provocherà “disturbo” al titolare del Viminale ma di sicuro questa situazione costringerà i prefetti a rivedere le direttive del Viminale per cui i cittadini italiani, in particolare le famiglie in difficoltà, venivano fino ad oggi escluse dalla possibilità di alloggiare negli Hotel a 3/4 stelle riservati ai soli immigrati clandestini di fresco arrivo.

*

code

  1. giannetto 1 mese fa

    Cosa si può commentare? Si può solo sperare che non si ripetano le solite porcherie di un’assistenza statale pidocchiosa e/o mafiosa. Ma per questo bisogna vigliare, vigilare… !!! e prima di tutto sentire e testimoniare solidarietà e compassione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Eugenio Orso 1 mese fa

    Ho l’impressione che anche questa tragedia, pur essendo scatenata dalle forze della natura, avrà un impatto negativo per Renzi il 4 di dicembre, alimentando il fronte del No.
    Dissesto del territorio, mancanza di un piano per l’edilizia anti-sismica, risorse dirottate dalla sicurezza dei cittadini alle banche, rispetto dei parametri europei che ci strangola, non passano inosservati in occasioni drammatiche come questa.
    Se un tempo si diceva “piove, governo ladro!”, oggi, a ragion veduta possiamo dire “trema la terra, governo euroservo!”

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. mimmo 1 mese fa

    così…mi è passata per la testa…”ma…in caso di calamità nazionale…è previsto che anche un referendum possa
    essere sospeso e rimandato a data da stabilirsi?”…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Tania 1 mese fa

    Se fossi una credente mi verrebbe da pensare che è iniziato il tempo della fine, troppi terremoti, solo che non sono credente mio malgrado, perché preferirei esserlo, ma non ci riesco, quindi più che credere in Dio credo alla guerra climatica, io sono convinta che ultimamente tutte queste catastrofi non sono affatto naturali, ma semplici esperimenti, come le chemical trails, come gli uragani, come gli tsunami, come le nevicate che la neve sembra neve sparata identica a quella in montagna che serve per sciare, come le piogge, che non è acqua che scende, ma rubunetti che si aprono…
    Quando è venuto il terremoto nel modenese/ferrarese ho detto questo non è un terremoto naturale, e infatti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. nessuno 1 mese fa

      Salve, penso che si possa vedere l’accaduto in più modi: la fatalità, il destino, l’opera Divina,
      oppure la “manipolazione climatica” che purtroppo è realtà, essendo l’Italia lo Stato al Mondo
      più irrorato con certi prodotti di differenti tipi di componenti, e al contempo la presenza del
      “MUOS” in Sicilia e il suo (forse) collegamento con l’ “HAARP” non ci sia un legame, premetto
      che il disegno delle faglie è solo teorico e intuitivo, e di cosa ci sia di concreto oltre la profondità
      di 12 km (massima trivellazione raggiunta) è puramente immaginato dedotto e di osservazione.
      Mentre scrivo vedo il Papa (tg5) in Svezia tutto sorridente,non è certo a dare sollievo morale ai
      nostri sfortunati nelle zone colpite, ma si sa, per lui (volutamente piccolo) gli Italiani vengono
      dopo tutti gli altri, Lutero (pace a Lui) poteva aspettare, ha aspettato fino adesso…

      Rispondi Mi piace Non mi piace