"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Obama avvisa (subdolamente) Trump che l’inizio del suo governo sarà violento

Quando si è reso evidente il trionfo di Trump nelle scorse elezioni presidenziali degli Stati Uniti, Obama ha inviato un mesaggio via Twitter con una frase con cui voleva rianimare i suoi sostenitori, in cui diceva: “il sole tornerà a sorgere un domani”; con questa frase voleva far intendere che, nonostante il trionfo di Donald Trump non tutto doveva considerarsi perduto per loro.

Tuttavia giusto ieri, a scarsi tre giorni dall’investitura di Trump, Obama esce con un altro twitter – per mezzo della sua ambasciatrice all’ONU, Samantha Power, in cui scrive: “non andiamo ad entrare dolcemente nella notte”.
Per qualsiasi persona è evidente che sono frasi che celano un forte simbolismo. Non per nulla Obama è membro di società segrete come la ” Skull and Bones”. Vedi: Dalla «Skull and Bones» al Nuovo Ordine Mondiale

Se c’è un qualche cosa che l’establishment ha rimproverato a Trump è il fatto che lui non faccia parte di alcuna società segreta nè sia stato iniziato in alcuna dottrina ermetica. Ed è per questo che lo hanno rifiutato e questo è il motivo dei Twitters di Obama.

Tuttavia quale è il significato di questi messaggi Twits?

Visto che la luce del giorno è considerata un qualche cosa di positivo, che porta una speranza; in termini esoterici rappresenta la elevazione spirituale. Così che il suo primo Twitter era questo. un messaggio di speranza per i suoi. In realtà inviava il messaggio per il fatto che ancora vi era una possibilità di mantenere il potere; e questo spiega i tentativi che sono stati fatti nei giorni successivi fino all’attualità.
Tuttavia sembra che ancora Obama mantenga la speranza di recuperare il potere o al meno non se ne andranno senza dare battaglia; questo è il significato dell’ultimo Twitter.

Il messaggio avverte che” non si entrerà nel buio della notte in modo dolce”. E cosa si intende per notte? Questo dunque, l’oscurità, il terrore, la cecità spirituale.
Senza dubbio è un messaggio abbastanza chiaro; per loro (Obama ed il suo staff) la presidenza di Trump rappresenta la oscurità spirituale e fisica. Tuttavia avvertono che l’entrata al potere (di Trump) sarà agitata, segnalando con questo che faranno qualche cosa per rattristare l’inizio dell’amministrazione di Trump.

Cosa potrebbero davvero fare?

Probabile che vogliano giocarsi la carta di una guerra con la Russia. Ricordiamoci che il Pentagono ha inviato un importante contingente militare in Polonia per partecipare ad esercitazioni militari della NATO molto vicino alle frontiere della Russia.
Inoltre un importante generale statunitense, che partecipa alle esercitazioni, ha dichiarato che gli USA sono pronti per iniziare una guerra contro il paese slavo. Anche il generale, che era stato menzionato quale possibile candidato repubblicano in sostituzione di Trump, ha dichiarato che il presidente eletto porterà alla rovina gli USA.

Manifestanti contro Trump mobilitati da Soros

In ogni caso il Ministro degli Esteri russo ha avvisato che Obama ancora dispone di qualche giorno per iniziare una guerra mondiale; questo in allusione ad uno schieramento militare statunitense nell’Europa orientale, giusto alla frontiera con la Russia; schieramento giustificato dalla presunta “minaccia russa”.
Non dimentichiamo che Obama aveva minacciato in precedenza la Russia con rappresaglie, senza menzionare che tipo di rappresaglie, per il presunto hackeraggio nelle elezioni presidenziali statunitensi.

Un’altra cosa che potrebebro fare è quella di assassinare lo stesso Donald Trump, o pe lo meno questo è quello che si specula su alcuni siti alternativi; dicono che sarà eliminato dalla CIA. Questo già avrebbe una certa logica, visto che, come hanno informato, l’FBI ha appoggiato Trump mentre la CIA lo ha attaccato e continua ad osteggiarlo.

 

Traduzione: Luciano Lago

*

code

  1. PieroValleregia 6 mesi fa

    salve
    se Trump fosse cattolico (come Kennedy) sarebbe già morto ma, non escludo manovre, anche “spettacolari”, da parte dei
    simpatici omuncoli che si dilettano con squadrette, compassi e grembiulini…
    vedremo
    saluti
    Piero e famiglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Paolo 6 mesi fa

    La morte di Trump sarebbe anche la loro fine. Evidentemente sono stanchi di vivere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Nicola 6 mesi fa

    Guerra civile in Usa?
    Oh, ma è proprio vero che la guerra nel territorio metropolitano deve sempre dichiararsela da se stessi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Tania 6 mesi fa

    Nessun potere regge senza il consenso popolare, estorto in varie maniere, Obamino il criminale lo sa e parla una lingua che piace al popolo, a tutti due i popoli, quello della luce del giorno e quell’altro popolo, quello della notte…
    Il popolo americano è infelice, solo, senza progetti, usato bestialmente e volgarmente dalla sua classe dominante, un popolo bue, ottuso, immerso in un mondo di sogni, altrimenti non potrebbe reggere…
    Su Sky un canale ci propone abiti da sposa, le fidanzate dei militari reduci mutilati sono casi pietosi, quelli dell’atelier fanno sconti e poi il bel discorsino a noi che guardiamo, il sentito ringraziamento per questi che difendono la patria (?!?), e io guardo la foto di questo giovane fidanzato senza mani, che la cricca al potere gli fa lo sconto sull’abito della fidanzata, e mi dico certo che deve sognare, altrimenti si rende conto come ha buttato la sua vita per dei porci ricchissimi e dissoluti, una follia…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Fine dei mei luoghi comuni. 6 mesi fa

    Luoghi comuni :
    – L’invidia è brutta
    – I ricchi danno da vivere ai poveri, che altrimenti come lavorano senza i ricchi che glielo danno?
    Fine dei miei luoghi comuni.
    Guardo l’umanità e vedo che più è povera più ammira i ricchi, vedo ricchi che invidiano i ricchi più ricchi di loro, vedo ricchi che odiano i poveri, non ho mai visto un ricco gioire del fatto che un povero ha acquistato dignità diventando benestante, vedo ricchi che hanno il terrore 24h a tempo indeterminato ma proprio terrore grande che i poveri diventino benestanti.
    Ne concludo che i ricchi sono il peggio che noi esseri umani possiamo esprimere, i ricchi sono il cancro di questo pianeta, escludo da questa orripilante, funesta categoria, oscena categoria, gli artisti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Tania 6 mesi fa

    Luoghi comuni :
    – L’invidia è brutta
    – I ricchi danno da vivere ai poveri, che altrimenti come lavorano senza i ricchi che glielo danno?
    Fine dei miei luoghi comuni.
    Guardo l’umanità e vedo che più è povera più ammira i ricchi, vedo ricchi che invidiano i ricchi più ricchi di loro, vedo ricchi che odiano i poveri, non ho mai visto un ricco gioire del fatto che un povero ha acquistato dignità diventando benestante, vedo ricchi che hanno il terrore 24h a tempo indeterminato ma proprio terrore grande che i poveri diventino benestanti.
    Ne concludo che i ricchi sono il peggio che noi esseri umani possiamo esprimere, i ricchi sono il cancro di questo pianeta, escludo da questa orripilante, funesta categoria, oscena categoria gli artisti, li assolvo, in qualche modo sono gli unici degni della loro ricchezza…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. seoxseo 6 mesi fa

      … di solito postuma!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Paolo 6 mesi fa

    Trump e’ ricattabile, un dilettante allo sbaraglio, istrione che con colpi teatrali ha fatto leva sulla pancia del suo popolo vessato e impoverito. “Statista” improbabilmente giunto alla presidenza senza il benestare di chi comanda davvero e che si trova inspiegabilmente contro. Trump ha gia’ dimostrato che la coerenza e’ un optional e che tutto puo’ scaturire da quella testa pittorescamente acconciata. Gli usa nello scenario internazionale sono alle corde, troppi errori dettati da tanta arroganza, ma devono pur testare quanto ancora pesa la loro egemonia nel mondo. Hanno capito che il gioco e’ molto pericoloso e presuppone come dicono i militari un piano B(uscita dai gineprai causati dalle maldestre porcate a cui non sono nuovi). Questa volta non stanno cazzeggiando con Stati disgraziati. Sebbene Cina eRussia facciano cagare sotto gli yankee, per il loro delirio di onnipotenza cio’ e’ intollerabile. E trump? Improbabile possibilita’: l’insensato inquilino della casa bianca ha tutte le capacita’ perchè smentire e disinnescare situazioni che andassero fuori controllo(il pino B)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 6 mesi fa

      Sono io che ho votato mi piace, ci tenevo a dirlo perché quoto il commento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Paolo 6 mesi fa

    Rettifico: potrebbe essere anche un pino… ma era pianoB

    Rispondi Mi piace Non mi piace