"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

News dalla Siria: “Gli attacchi aerei russi in Siria provocano il panico e le diserzioni in massa dall’ISIS, molti dei teroristi cercano di fuggire in Europa

Secondo quanto comunicato dal direttore Principale delle Operazioni di Stato Maggiore delle Forze Armate della Russia, il colonello generale Andréi Kartapólov, l’intelligence informa che i militanti dello Stato Islamico stanno frettolosamente abbandonando le zone sotto il loro controllo”.
“Nelle loro fila è subentrato il panico e si verificano diserzioni in massa.. Cica 600 mercenari hanno abbandonato le loro posizioni e cercano di fuggire verso l’Europa, ha riferito il generale nel corso di una conferenza stampa nel Centro Nazionale di Difesa, secondo Ria Novosti.

L’aviazione russa ha relizzato oltre 60 missioni di combattimento per distruggere più di 50 obiettivi dell’infrastruttura dell’organizzazione terrorista dell’ISIS”, ha chiarito Kartapólov.
“Gli attacchi si portano a compimento nelle 24 ore del giorno dalla base aerea di Jmeimin in tutta la profondità del territorio della Siria. Nel corso di tre giorni siamo stati capaci di affossare la base materiale e tecnica dei terroristi e ridurre significativamente il loro potenziale di combattimento”, ha aggiunto Kartapolov. Inoltre il rappresentante dello Stato Maggiore russo ha raccomandato agli Stati Uniti di ritirare dalla zona degli attacchi aerei delle forze russe i lori istruttori e consiglieri militari e trattenere il volo dei loro aerei.

Militares rusos en la base aerea

Secondo Kartapolov, la Russia è interessata nel coordinare le azioni di differenti paesi nella lotta contro i militanti dell’ISIS e li invita ad unirsi al Centro di coordinamento di Baghdad costituito dai russi con iracheni, siriani ed iraniani.
Kartapólov ha sottolineato che l’aviazione russa continuerà a ralizzare attacchi contro le posizioni dei terroristi dell’ISIS in Siria ed aumenterà l’intensità degli attacchi.

Militares rusos en base aerea 2

Le Forze aeree russe stanno portando a compimento le loro operazioni contro lo Stato Islamico nel territorio siriano dopo che il Governo di Damasco aveva sollecitato l’aiuto militare di Mosca. Tutte le azioni della Forza Aerea russa si realizzano in coordianamento con le Forze Armate siriane. Gli alti incaricati che rappresentano la Difesa e la Cancelleria russa hanno annunciato in varie occasioni che le forze russe non parteciperanno ad operazioni terrestri.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione : Luciano Lago

Nelle foto al centro: militari russi nella base aerea di Jmeimin in Siria

*

code

  1. Warin 1 anno fa

    Anche solo pensare che i russi ci sarebbero andati leggeri sarebbe stato quasi un insulto all’intelligenza di Vladimir V. Putin, un uomo che già in passato ha dato prova di essere spietato come nessun altro quando si tratta di combattere un nemico. Lo abbiamo visto a Mosca, quando pur di eliminare dei terroristi non ha esitato un istante a uccidere anche gli ostaggi. Lo abbiamo visto in Cecenia, dove non ha avuto alcuna esitazione ad usare armi chimiche (e forse anche peggio) per chiudere in soli 3 mesi una guerra che durava da anni. C’era da immaginarselo che in Siria ci sarebbe andato pesante. Doveva mandare un chiaro messaggio: “Siamo pronti alla guerra! E non avremo nessuna pietà coi nemici del nostro Paese!”. Un messaggio per i terroristi che ultimamente minacciano la stessa Russia (che sia chiaro: ogni morte sarà vendicata, e la vendetta sarà terribile). Un messaggio agli americani e all’Occidente: “Andatevene fuori dai coglioni e lasciate subito l’Ucraina, o non vi daremo scampo!”. Messaggio indirizzato a quei paesi che sostengono il regime fantoccio di Kiev, gentile invito a lasciare la festa. Ma anche una chiara minaccia: “andatevene subito o sarà guerra totale! E non avremo pietà per voi!”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pluto 1 anno fa

      Non so vosa ti sei fumato ma è roba guasta.

      Era ora che il bluff USA e NATO venisse a galla. Sono loro che hanno creato l’ ISIS.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pippo 1 anno fa

    i russi sono così. guardarsi gli stupri di massa sulle donne tedesche. tutte stuprate , ad esclusione di quelle sotto i 6 anni e quelle sopra i 90.
    l’unica cosa positiva è che non vanno a rompere i coglioni in casa d’altri a differenza degli americchioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. andrea 1 anno fa

    L’Isis va combattuto ed eliminato senza esitazione. Creato da chi sappiamo la Nato in un anno e mezzo non ha combinato nulla. I danni li hanno fatti in Afghanistan bombardando un ospedale dei Medici senza Frontiere. La Russia invece è scesa in campo e senza perdere tempo procede alla loro eliminazione. Così si fa. punto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mark 1 anno fa

    Se la notizia è corretta direi che ora la maschera sia stata calate, se sono bastati un paio di giorni di raid russi a liquefare quella combriccola di baruffanti, non si spiega cos’abbiano fatto per un anno i francesi e gli americani, forse solo chiacchiere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace