"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Minacce senza precedenti del vice di Obama contro la Russia

Putin lo saprà quando l’attacco sarà avvenuto”: Joe Biden minaccia la Russia di attacchi cibernetici dagli USA
Mosca da parte sua ha messo sull’avviso che questo tipo di azioni “aggressive e imprevedibili” da parte di Washington sono “pericolose per tutto il mondo”.

Gli USA stanno preparando attacchi cibernetici contro la Russia ed il suo Governo, ha annunciato il Venerdì il vicepresidente statunitense, Joe Biden, durante un proigramma della NBC News.
” Stiamo inviando un messaggio (a Mosca)”, ha detto Biden, con l’accusare la Russia di essere dietro gli attacchi cibernetici contro il Comitato Nazionale del Partito Democratico ed i suoi principali membri, le cui corrispondenze sono stte pubblicate da WikiLeaks con il fine di influire nelle elezioni presidenziali degli USA che si svolgeranno nel prossimo Novembre.

Il vicepresidente non ha dato a conoscere i dettagli dell’operazione, tuttavia ha detto che il mandatario russo, Vladímir Putin, “lo saprà quando questo sarà già accaduto”. Washington “sceglierà il momento opportuno e le circostanze in cui si avrà il maggiore impatto”, ha aggiunto Biden.

Joe Biden vede minacce da parte della Russia
Joe Biden vede minacce da parte della Russia

Minacce senza precedenti

Queste minacce coincidono con un altro rapporto della NBC News, in cui si è affermato che la Casa Bianca ha sollecitato la CIA per preparare un attacco cibernetico “clandestino” contro Mosca. “Una operazione di grande portata” che è destinata a “svergognare” il Governo russo, ha segnalato l’informativa.

A sua volta, il segretario alla stampa del Cremlino, Dmitri Peskov, citato dall’agenzia RIA Novosti, ha detto che queste minacce degli USA. fatte dal vicepresidente non hanno precedenti ed inoltre ha avvisato che questa imprevedibilità di Washington risulta pericolosa per tutto il mondo, indicando anche che Mosca prenderà precauzioni adeguate.
Secondo Vladimir Putin, “l’aggressività degli Stati Uniti sta crescendo e le minacce contro Mosca e contro la leadership del nostro Paese sono senza precedenti”.

La Casa Bianca accusa Mosca di essere collegata con Wikileaks nella filtrazione delle mail della Hillary Clinton e del suo capo della campagna, John Podesta.

“Un’altra volta questa stupidaggine! Il sito web del presidente della Russia viene attaccato da decine di migliaia di “hakers” ogni giorno. Molti di questi attacchi hanno origine nel territorio statunitense. Tuttavia noi non gettiamo la colpa di questo alla Casa Bianca”, ha commentato Peskov in risposta alle accuse.

“La verità è che l’Amministrazione di Obama si trova in guerra per appoggiare la sua candidata”.
Da parte sua, Wikileaks afferma che l’Amministrazione del presidente Obama si inventa questa guerra con l’obiettivo di assicurare la vittoria alla candidata del suo partito politico nelle prossime elezioni presidenziali.

Con queste affermazioni concorda anche il vicepresidente del Comité di Difesa del Consiglio della Federazione Russa, Franz Klintsevich. “E’ chiaro che l’Amministrazione Obama sta giocando a favore della Clinton” mettendo la Russia in mezzo, ha detto Klintsevich, la cui opinione è condivisa dal ex analista del Senato statunitense sulla politica estera James Jatras.

“Non dimentichiamo che tutta la storia sulla minaccia russa è una costante della campagna elettorale della Clinton. Risulta probabile che l’amministrazione Obama stia cercando di fare il suo gioco, elevando il grado di incandescenza sulla situazione e indicando con il dito Mosca come responsabile”, ha sostenuto Jatras nelle dichiarazione a RT.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. Eugenio Orso 5 mesi fa

    Una via subdola per avvicinarci tutti alla guerra e tirare il governo della Federazione Russa per i capelli nel conflitto, provocandolo (come in questo caso) fino al punto di non ritorno, rendendo inevitabile una risposta.
    Le élite finanziarie che manovrano il cialtrone di seconda schiera Biden stanno spingendo sull’acceleratore. perché l’otto di novembre è vicino.
    Siamo tutti sull’orlo dell’abisso … dopo, se sopravvivremo fra le rovine, potremmo almeno tagliare la lingua a chi parlerà ancora di “democrazia” occidentale, “diritti umani”, “mercato” globale e sovrano, “nozze gay”, lotta al “sessismo” e al “populismo”, eccetera …

    Cari saluti

    Eugenio Orso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tania 5 mesi fa

    La Russia sta preparando attacchi cibernetici contro gli USA ed il suo Governo, ha annunciato venerdì il segretario alla stampa del Cremlino, Dmitri Peskov, durante un programma alla RIA Novosti.
    ” Stiamo inviando un messaggio (a Washington)”, ha detto il portavoce, con l’accusare gli USA di essere dietro gli attacchi cibernetici contro il Comitato Nazionale del Partito ed i suoi principali membri, le cui corrispondenze sono state pubblicate da WikiLeaks con il fine di influire nelle questioni interne del nostro paese al fine di sovvertirne l’ordine costituito.

    Il portavoce non ha dato a conoscere i dettagli dell’operazione, tuttavia ha detto che il presidente uscente Obama, “lo saprà quando questo sarà già accaduto”. MOSCA “sceglierà il momento opportuno e le circostanze in cui si avrà il maggiore impatto”, ha aggiunto il segretario alla stampa del Cremlino, Dmitri Peskov.

    La Russia vede minacce da parte degli USA
    Minacce senza precedenti

    Queste minacce coincidono con un altro rapporto della RIA Novosti, in cui si è affermato che Mosca ha sollecitato il suo Stato Maggiore per preparare un attacco cibernetico “clandestino” contro Washington. “Una operazione di grande portata” che è destinata a “svergognare” il Governo americano, ha segnalato l’informativa.

    A sua volta, il segretario il vicepresidente statunitense, Joe Biden, citato dalla NBC News, ha detto che queste minacce della Russia fatte dal segretario alla stampa del Cremlino, Dmitri Peskov, non hanno precedenti ed inoltre ha avvisato che questa imprevedibilità di Mosca risulta pericolosa per tutto il mondo, indicando anche che Washington prenderà precauzioni adeguate.
    Secondo Joe Biden, “l’aggressività della Russia sta crescendo e le minacce contro Washington e contro la leadership del nostro Paese sono senza precedenti”.

    Leggi tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 5 mesi fa

      Buffoniiiiii, un branco di buffoni, solo che stanno giocando con la NOSTRA VITA!
      Svegliamoci! Dignità, prego! A cominciare sono sempre gli americani, perché sono così negativi, DIo mio!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Tania 5 mesi fa

    Gli americani sono un popolo di fuori di testa, disadattati, sognatori, disperati in fuga dai paesi del mondo che si ritrovano tutti in questo enorme raduno…
    E questo luogo è il luogo da cui partono le minacce al mondo intero, per quanto io mi possa sforzare non riesco a dire che gli americani fanno parte della comunità umana… Non ne sono capaci, loro fuggono dalla civiltà umana, figurarsi se ci sanno convivere, chi fugge dal mondo per isolarsi nel grande raduno USA smette di avere legami con il suo paese di origine, diventa “altro”, è capace di distruggere la patria dei suoi genitori con i genitori dentro, con i fratelli dentro, senza battere ciglio.
    Non ho mai visto una tale esacerbazione dei sentimenti di empatia verso gli “altri” che non sono residenti USA, su questo pianeta, hanno creato una nuova specie… che odia la vecchia specie…
    Oppure bisogna cominciare a parlare seriamente di cosa vuol dire immigrare… che razza di nuove persone crea questo sradicamento dalla propria terra? Come si diventa dopo aver accettato come propria la “nuova patria”? Non è una cosa da trascurare visto che questi spostamenti inauditi di interi popoli non solo non hanno mai migliorato i rapporti tra i paesi della Terra, ma anzi li ha complicati!
    Non serve mica essere intelligenti, o psicologi per capire, basta guardare, vedere, semplicemente questo…
    Americani, fatevi una camomilla, curatevi la mente, mangiate cioccolata, FATE QUALCOSA per stare meglio con gli altri, altrimenti davvero NOI odieremo TUTTI VOI, francamente siete pesanti, pesanti, pesanti!
    E pericolosi, moooolto, troppo pericolosi per il pianeta… qui non si può più “comprendervi”…
    Nel mondo passa questa domanda : il popolo americano è da ritenere non responsabile delle porcate che fa la sua classe dirigente o è da ritenere innocente?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 5 mesi fa

      Correggo:
      Nel mondo passa questa domanda : il popolo americano è da ritenere esponsabile delle porcate che fa la sua classe dirigente o è da ritenere innocente?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. riccardo 5 mesi fa

        Tania, Paul Craig Robert è un analista americano, in America ci sono molte persone, come nel resto del mondo, che vomitano della politica imperialista americana, che comunque è pilotata da un Elite che non vive solo in America ma anche in Europa. Quello che dobbiamo chiederci, aldilà delle uscite demenziali che fanno i servi dell Elite, è come un popolo di disabili cognitivi come noi possiamo accettare una dittatura euro atlantica che ci sta letteralmente distruggendo in tutti gli aspetti dell’esistenza. Accettare una classe dirigente Italiana che si prostra e adula 24 al giorno i padroni Americani che sono dei burattini a loro volta della mano nascosta “stay behind” dell’Elite che governa Wall street la city a Londra e quasi tutta l’economia mondiale – ciao a tutti i lettori

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. riccardo 5 mesi fa

          ps Roberts era per fare un esempio dei tanti americani non allineati al pensiero dominante

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. riccardo 5 mesi fa

            come l’antidoto per il morso di serpente è il veleno stesso, provo immensa ammirazione per gli americani impegnati contro il NWO a rischio della loro stessa vita, e più che guardare una classe media americana che accetta le versioni ufficiali dei media – trovo al limite del grottesco avere un servo di Bruxelles come presidente del consiglio, che ci vende una realtà totalmente distorta, come un binario morto sta a una linea ad alta velocità

            Mi piace Non mi piace
      2. Lovely 5 mesi fa

        Risposta:
        Cara Tania credo che lei abbia bisogno di un supporto psicologico e psichiatrico..
        Tutta questa insofferenza, questo odio represso nei confronti degli americani che, tralasciando concetti e parole fuori dal comune (come il “raduno USA”), non riesco a capire.
        Il suo è un commento da pollaio…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Tania 5 mesi fa

          Si nasce credenti, poi con il tempo e certe domande senza risposta si diventa atei, agnostici, tutto quello che vuole, ma non si nasce con la funzione “odia gli USA”, come non si nasce con la funzione “voglio la droga”, ci sono più di 260 ormoni sparsi per il corpo che chiedono cibo, ma non la droga, quella è solo una questione di cervello, come odiare gli USA è anche quella una questione di cervello, il cervello mi dice, guarda cosa fa quel paese, cosa si fa da solo e cosa fa al resto del mondo, chiediti, non ci fossero gli USA oggi cosa sarebbe il pianeta Terra? In ogni senso, nel bello e nel brutto.

          Ho concluso che gli USA sono MICIDIALI, una tragedia per questa povera umanità. 2+2=4, poi se Lei ci vede del buono, per carità, si tenga pure la sue idee, ci mancherebbe altro, certamente per me un italiano che vede del buono in quelle bestie immonde portatrici di GUERRE, MORTE, MISERIA, DROGA, SESSO SENZA DIGNITA’, INSICUREZZA, PRECARIETA’, PAURA, “SòGNI”, cioè stare lontani dall’aver i piedi ben piantati per terra come è giusto fare, consiglierei di documentarsi meglio su quel paese, e intanto fare qualche seduta psicanalitica per affrontare la triste realtà,, altro che io!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. riccardo 5 mesi fa

            se non ci fossero gli USA ci sarebbe qualcun altro – il problema è la manipolazione delle persone che credono a quello che dicono i burattini dell’elite “ci vuole piu europa” per esempio – non farei molta distinzione tra la provenienza degli esseri umani, il problema vero è la manipolazione e il brainwashing che subisce da una classe dominante che usa ogni mezzo per tenerla nell’inconsapevolezza e sonno perpetuo

            Mi piace Non mi piace
          2. riccardo 5 mesi fa

            siamo d’accordo che la Russia e non solo svolgano un ruolo di equilibrio geo strategico e che la Clinton sia una pazza estremamente pericolosa – i media e, cosa vergognosa, gli “intellettuali italiani” la sostengono, dipingendo Putin come un pericolo, questo dimostra in che stato sia l’occidente

            Mi piace Non mi piace
          3. riccardo 5 mesi fa

            guarda in Italia, la grande maggioranza sta davanti alla tv (computer Iphone) a guardare programmi sconcertanti, lo definisco un programma soft monarch / low profile globalizzato per inebetire le masse. Queste strategie sono state studiate da tink tank altamente specializzati nel rendere gli esseri umani totalmente privi di senso critico e accettare una realtà completamente distorta. Il problema è sempre l’essere umano, che vive dormendo

            Mi piace Non mi piace
          4. riccardo 5 mesi fa

            la cosa che spaventa di più l’elite non è la rivolta, ma la presa di coscienza negli individui: immagina 6 miliardi di individui che prendono coscienza, si liberano dall’inganno mentale operato da questi oppressori !

            Mi piace Non mi piace
        2. naturale per ogni paese allearsi 5 mesi fa

          Sempre per Lovely.
          Mi sono chiesta come mai gli USA non stanno mai mai mai con il “più forte”.
          E’ naturale e OVVIO cercare di allearsi con il più forte, le aziende si annullano nella più forte, il più forte del gruppo fa il gruppo, gli USA non si sono alleati con Hitler, perchè? PER PRENDERE IL SUO POSTO, questo fanno gli USA, usano il più forte come esca per accalappiare i poveretti di turno, ne fanno il loro gruppo, eliminano il più forte, l’ultimo è stato Hitler, e rimangono soli al potere, ecco perché oggi cercano di attaccare il più forte, cioè la Russia, che invece cerca alleanze con altri forti quanto lei, con la Cina ad esempio, quindi la Russia ci sta dimostrando, sta dimostrando al mondo intero che è un paese fortissimo ma con la capacità di confronto anche con gli altri, è UMANA… Ci si può fidare di lei, è attendibile, è credibile!
          Altro discorso la Cina… La Cina è una marpiona, è gli USA e la Russia insieme… farà solo quello che le servirà, anche allearsi con la Russia se le verrà comodo, credo che mai si alleerebbe con gli USA, e lì ci metto da DNA…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Tania 5 mesi fa

    Sempre per Lovely.
    Mi sono chiesta come mai gli USA non stanno mai mai mai con il “più forte”.
    E’ naturale e OVVIO cercare di allearsi con il più forte, le aziende si annullano nella più forte, il più forte del gruppo fa il gruppo, gli USA non si sono alleati con Hitler, perchè? PER PRENDERE IL SUO POSTO, questo fanno gli USA, usano il più forte come esca per accalappiare i poveretti di turno, ne fanno il loro gruppo, eliminano il più forte, l’ultimo è stato Hitler, e rimangono soli al potere, ecco perché oggi cercano di attaccare il più forte, cioè la Russia, che invece cerca alleanze con altri forti quanto lei, con la Cina ad esempio, quindi la Russia ci sta dimostrando, sta dimostrando al mondo intero che è un paese fortissimo ma con la capacità di confronto anche con gli altri, è UMANA… Ci si può fidare di lei, è attendibile, è credibile!
    Altro discorso la Cina… La Cina è una marpiona, è gli USA e la Russia insieme… farà solo quello che le servirà, anche allearsi con la Russia se le verrà comodo, credo che mai si alleerebbe con gli USA, e lì ci metto da DNA…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Manente 5 mesi fa

    Ma “Joe Bidet” si rende conto del fatto che i danni che potrebbe fare agli Usa l’attacco cibernetico di risposta da parte dei russi, farebbe danni molto maggiori agli Stati Uniti se, ad esempio, venissero attaccati obiettivi come le Banche di Wall-street, la Banca Mondiale e la Bce, magari cancellando in un solo colpo tutto il danaro virtuale in circolazione o azzerando il “debito pubblico” da usura a danno di intere Nazioni ? Sarà fantascienza, ma l’iea di “Joe Bidet” potrebbe avere dei risvolti positivi insperati anche per il nostro Paese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Manente 5 mesi fa

    Ma “Joe Bidet” si rende conto del fatto che i danni che potrebbe fare agli Usa un attacco cibernetico di risposta da parte dei russi, potrebbero essere molto maggiori per gli Stati Uniti se, ad esempio, venissero attaccati obiettivi come Wall-street, la Banca Mondiale e lo SWIFT, magari cancellando in un solo colpo tutto il danaro virtuale che le suddette consorterie hanno messo in circolazione, magari azzerando il “debito pubblico” da usura a danno di intere Nazioni ? Sarà fantascienza, ma l’insana idea di “Joe Bidet” potrebbe avere delle ricadute positive insperate anche per il nostro sventurato Paese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace