"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Mercenari in Siria addestrati dagli USA accusano la Turchia di “tradimento”

I portavoce dei gruppi ribelli antigovernativi, addestrati dagli USA in Turchia e conosciuti come Divisione 30 ( “ribelli moderati” secondo Obama), hanno accusato il governo di Ankara di “tradimento”, per aver consegnato informazioni al gruppo terrorista rivale Fronte al-Nusra, come mettono in risalto i media locali.
Secondo una informativa pubblicata di recente dal sito web statunitense McClatchy DC, il sequestro di un gruppo di mercenari siriani addestrati dalle forze USA, era stato orchestrato dai servizi di intelligence della Turchia (il MIT).

Il sito web statunitense cita un ufficiale di alto grado della Divisione 30 che ha richiesto di non essere identificato per motivi di sicurezza, il quale afferma che “soltanto gli statunitensi ed i turchi erano a conoscenza dei piani di addestramento e la successiva infiltrazione in territorio siriano dei miliziani.

“Disponiamo di fonti che ci assicurano che i turchi avevano avvertito il Fronte al-Nusra che sarebbero stati obiettivo di questo gruppo”, ha commentato l’ufficiale.

L’informativa divulgata dal McClatchy DC, assicura che la Turchia aveva informato i terrroristi della presenza di truppe addestrate di recente dagli USA, per evitare possibili scontri contro i raggruppamenti estremisti che Ankara considera propri alleati, come il Fronte di al-Nusra e Ahrar al-Sham.

mercenarios_sirios

Un altro dei propositi del governo di Recep Erdogan, secondo la McClatchy DC, è quello di convincere Washington per fargli ampliare il suo programma di addestramento e di centrare i loro sforzi nel rovesciare il presidente siriano Bashar al Assad.
Nello scorso 30 di Luglio, una ventina di componenti della Divisione 30, addestrati ed armati dalle forze USA, quelli che vengono ironicamente chiamati “oppositori moderati”, sono stati sequestrati dai membri della banda terrorista del Fronte al-Nusra, dopo essere entrati in territorio siriano.

I ribelli antigovernativi trattenuti dal Fronte al-Nusra, formano parte del primo gruppo di 54 armati localizzati nella città di Azaz, ubicata nella provincia di Aleppo ed a 405 Km. a nordest di questa capitale.
Fonti consultate hanno confermato che molti di questi elementi sono ex integranti dell’Esercito Libero siriano (ELS) che adesso ricevono addestramento militare in Turchia, che già erano stati espulsi dalle zone di operazioni dalla banda di al -Nusra. Quest’ultimo risulta il gruppo più forte, fra i vari gruppi terroristi, e riceve sostegno anche dalla Turchia e da Israele.

Dall’ultimo mese di febbraio, il governo degli USA e della Turchia hanno stabilito di addestrare circa 15.000 ribelli per successivamente inviarli a combattere nel territorio siriano. Fino adesso l’operazione non ha avuto molto successo e si sono manifestate molte rivalità che hanno portato a scontri diretti fra i gruppi terroristi che si contendono la guida delle varie bande ed il controllo dei lauti finanziamenti che arrivano dall’Arabia Saudita, dagli USA e dal Qatar.

Fonti:    Al Manar      Prensa Latina

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code