"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

MARINE LE PEN: TERMINARE L’IMMIGRAZIONE FRUTTO DI POLITICHE IMBECILLI DI FRANCIA E UE. CONTROLLO PERMANENTE A FRONTIERE

STRASBURGO – PARLAMENTO EUROPEO – Dopo le stragi di Parigi niente sarà come prima: la Francia deve riprendere il controllo permanente delle frontiere nazionali e la piena sovranità di bilancio per decidere le proprie priorità, senza compromettere la sicurezza, e dovranno cessare i flussi migratori incontrollati e illimitati permessi dalle “politiche imbecilli” della Francia e dell’Ue.

E’ quanto ha detto, in sostanza, la leader del Fronte Nazionale francese e del gruppo politico “Europa delle nazioni e della libertà” al Parlamento europeo, Marine le Pen, intervenendo oggi nella plenaria di Strasburgo durante il dibattito sugli attentati terroristici della settimana scorsa.

“Certo che non bisogna fare l’equazione fra migranti e terroristi”, ma i flussi migratori illimitati e incontrollati creano le condizioni per il reclutamento da parte del fondamentalismo islamico: “con 3 milioni di immigrati, l’infiltrazione dei fondamentalisti è una realtà, come noi denunciamo da tempo, e questa realtà ha ucciso a Parigi, venerdì scorso. Questa realtà è qui e non possiamo non tenerne conto”, ha detto le Pen, aggiungendo subito dopo: “Vogliamo recuperare il controllo permanente, e non solo temporaneo, delle nostre frontiere nazionali, non ci fidiamo di quelle dell’Ue, che sono un colabrodo”, visto che “l’Ue e i paesi confinanti sono totalmente incapaci di controllare qualsiasi cosa”.

La leader del Front National ha anche denunciato il fatto che i terroristi hanno a volte passaporti regolari, “veri e non falsi”, rilasciati dall’amministrazione siriana, caduta in mano all’Isis in alcune parti della Siria. Marine Le Pen ha poi attaccato le politiche d’austerità imposte dall’Ue che “ci hanno obbligato a disarmarci, e per questo abbiamo meno gendarmi e polizia, meno soldati; non vogliamo più la politica d’austerità, vogliamo ritrovare la nostra sovranità di bilancio e decidere noi le nostre priorità, la nostra sicurezza territoriale”.

La capogruppo della destra nazionalista ed euroscettica del Parlamento europeo ha inoltre sottolineato che il terrorismo che ha colpito Parigi, “l’ideologia in nome della quale si uccide” è “il fondamentalismo islamico”, e ha denunciato il fatto che non lo si voglia dire chiaramente. “Se non siete capaci di nominare il nemico evidentemente non potrete combatterlo”, ha affermato. “Nominare il nemico – ha aggiunto Le Pen – obbligherebbe a rimettere in questione un certo numero di alleanze internazionali, con l’Arabia saudita, con il Qatar, e l’ ambiguità della Turchia”. C’è un complesso di accordi internazionali che “ci spinge a essere alleati con il fondamentalismo islamico piuttosto che con i suoi nemici. Io chiedo – ha conclusoo la leader del Front National – che si cambino Le alleanze e siano nostri alleati solo quelli che lottano contro il fondamentalismo, come la Russia e l’Iran”.

Redazione Milano

Tratto da Il NORD

*

code