"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’Iran e gli Hezbollah costituiscono il principale asse della Resistenza all’imperialismo anglo sionista. Parole del comandante Soleimani.

qassem-suleimani

Il comandante delle Guardie della Rivoluzione dell’Iran (IRGC): le mosse degli Stati Uniti e gli attacchi dei terroristi dell’ISIS sono destinati al fallimento.

Teheran- Il Maggiore Generale Qassem  Soleimani, ha dichiarato, nel corso di una conferenza stampa, che le mosse degli USA e gli attacchi terroristici dello Stato Islamico dell’Iraq e del Levante sono destinati ad un fallimento.
“Credo, ha detto Soleimani, che sia le manovre degli Stati Uniti, sia gli atti terroristici dell’ISIS  sono destinati al fallimento perchè non sono alla ricerca della verità”.
“La loro risoluzione non porterà alla vittoria; tutti abbiamo assistito in Siria alle misure che essi hanno adottato ed abbiamo visto che non hanno prodotto alcun risultato utile per loro”, ha aggiunto.

Il generale Soleimani ha sottolineato che le vittorie ottenute dalla Repubblica Islamica dell’ Iran sono tutte il risultato della loro vera ricerca della verità.

In circostanze simili, il segretario generale della formazione libanese Hezbollah, Sheij Naim Qassem, aveva detto che gli Stati Uniti ed Israele, assieme  alle trame dei miliziani takfiri armati dall’Occidente e dai sionisti, dimostrano di avere  lo stesso carattere, usano gli stessi mezzi e sono destinati al fallimento.
Hezbollah ha contribuito a smontare i complotto diretto contro i paesi del Medio Oriente ed ha reso nullo il controllo di Israele sulla regione, ha affermato. L’asse della resistenza (Iran, Siria ed Hezbollah) ha ottenuto grandi successi nel suo confronto aperto con il complotto sionista e dei takfiri.

Hezbollah, appoggiato dai suoi alleati, hanno fermato il potere militare sionista nel 2006, cosa che ha spinto l’amministrazione USA a disegnare piani alternativi per abbattere l’asse della resistenza.
L’occupazione dell’Iraq e dell’Afganistan sono stati l’inizio dell’attacco statunitense contro la regione prima che i cospiratori nord americani e sionisti decidessero di sfidare direttamente i loro nemici e fu così che scoppiò la guerra del 2006 contro il Libano.

Iranian soldiers

L’SIS e gli altri gruppi terroristi sono stati creati, finanziati ed appoggiati dal governo degli Stati Uniti e dai loro alleati europei ed arabi, con il fine di portare a compimento questo piano.
L’Iran, come uno dei principali membri dell’Asse della resistenza, ha affrontato le minacce militari e  le pressioni politiche degli USA che cercavano di obbligare questo paese ad accettare un umiliante accordo sul nucleare. L’Iran ha fatto fronte a tutte queste sfide obbligando i paesi occidentali a rispettare il diritto di Teheran a sviluppare un programma di energia nucleare conforme alle norme internazionali.

L’Iran mantiene il suo appoggio politico e militare a tutte le fazioni della resistenza nella regione (in Siria, nel Libano ed Iraq) ed ha sviluppato enormi capacità militari per il suo Esercito , che ha dispiegato parte del suo recente potere nelle ultime manovre che si sono estese su due milioni di Km. quadrati, ha detto il comandante Soleimani.
L’esercito terrorista dello Stato Islamico è stato appoggiato e sostenuto anche dall’Arabia Saudita e da vari altri paesi arabi (Qatar e Barhein) per controllare l’Iraq e sottomettere questo paese alla loro volontà politica. Tuttavia l’Esercito dell’Iraq, appoggiato dai suoi alleati, ha dimostrato una resistenza contro questo complotto ed ha liberato una gran parte del territorio e si prepara a liberare tutto il paese con l’aiuto delle forze iraniane che stanno fornendo assistenza e supporto militare.

Negli ultimi anni, il ruolo del gen. Soleimani negli affari esterni dell’Iran è diventato più pubblico. In questi giorni questo comandante rappresenta il volto fiero dell’Iran, ci si rivolge all’uomo quando si verifica una situazione di crisi.

Fonti:   Al Manar              Farsnews

Traduzione: Luciano Lago

Nella foto in alto: il generale iraniano Soleimani

Nella foto al centro: Reparto delle Guardie della Rivoluzione

*

code