"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’Intelligence tedesca: la vittoria di Assad in Siria è inevitabile

La stampa tedesca si è riempita negli scorsi giorni di titoli sulla Siria. Tra i più evidenziati figurano alcuni come “Putin ha comprovato le sue asserzioni sul terreno” oppure  “Il trionfo di Assad è inevitabile”.
Gli esperti militari del Servizio di Sicurezza tedesco hanno  confermato che le vittorie dell’Esercito siriano non si fermeranno, per quanto nel contesto del cessate il fuoco, quelle vittorie si ottengono a spese dell’ISIS e del Fronte al Nusra.

“Eventualmente Assad otterrà la vittoria e dovremo accettarla e coordinarci con lui sui terreni della sicurezza e su quelli politici”, ha detto Markus Wiener, un giornalista del Frankfurter Allegemeine.
“L’opposizione armata siriana retrocede e si trova sull’orlo del collasso. I ribelli se ne andranno per non tornare più ed Assad restaurerà il suo controllo su Aleppo entro un certo periodo. Un intervento della Turchia o dell’Arabia Saudita è ormai improbabile, nonostante le dichiarazioni retoriche”, ha segnalato.

Wiener afferma che i gruppi armati oppositori “possono soltanto portare a termine piccole operazioni contro l’Esercito siriano in un luogo o nell’altro, con poca efficacia”. La Russia è arrivata in forze e con lei è arrivata una strategia sul lungo periodo per la Siria, da dove Mosca dispone di una seconda base militare. Il numero degli aerei russi è arrivato da 40 a 120 fra i  modelli più avanzati del mondo.
La Germania ha mantenuto tradizionalmente una impostazione più moderata verso la Siria rispetto a quella di altri paesi occidentali e ha difeso da tempo il dialogo con il potere siriano.

Fonte: Al Manar

Prosegue l’avanzata delle forze dell’Esercito Siriano

Nel frattempo procede senza sosta l’avanzata delle forze siriane sulle cime dei monti a nord-est della provincia di Latakia, il villaggio di Kabani è quasi circondato, muovendosi sulle strategiche cime attorno ad esso, ormai lo cingono su tre lati; solo il fianco ovest resta libero. A breve, terminato di posizionare le pedine sulla scacchiera, scatterà l’assalto finale e l’accesso alla provincia di Idlib diverrà operativo. Queste cime infatti dominano la pianura di Idlib e permetteranno di avanzare ulteriormente sia lungo la M4 che dalla pianura verso la città di Jisr Al- Shugur.
Non vi è pericolo che queste formazioni aderiscano al cessate il fuoco, esse sono tutte facenti capo ad Al-Nusra, sono diverse sigle ma sono già state tutte identificate per bene.

Nelle ultime 48 ore le cime ed i villaggi liberati sono stati: Xakur Taxtani, Mazaala, Barza Taxtani, Deirwina, la cima 852.

Con la presa da parte delle forze speciali siriane di Khanasser ieri sera, mancano davvero pochi villaggi alla totale ripresa dei trasporti lungo questa importante tratta; è importante notare come, grazie ai bombardamenti aerei e di artiglieria, i terroristi abbiano subìto un numero davvero elevato di perdite, fatto che gli potrebbe costare caro a breve, e non ne hanno neppure tratto alcun vantaggio strategico particolare.

Mgerat, Al.Khavaz, Ap-Raxib e un altro villaggio, sono gli ultimi che bloccheranno la riapertura, ve ne sono altri su una strada laterale che verranno “trattati” in seguito, ma ora la riapertura è l’obbiettivo principale.  Anche Merat è stato raggiunto dalle forze siriane e già praticamente liberato, di questo passo le forze sirane avranno  il controllo di tutta la regione.

Nelle retrovie del Daesh invece, si è scatenato una offensiva massiccia portata con i cacciabombardieri da parte dei Russi, che hanno colpito molteplici obbiettivi causando ingenti danni e perdite ai terroristi. Ieri è stato annunciato infatti che in 48 ore l’aviazione russa, nel complesso, abbia colpito più di 200 obbiettivi dei terroristi, su vari fronti. Dal 16 febbraio ad oggi invece, le aviazioni russe e siriane, hanno compiuto 459 sortite, colpendo 1589 obbiettivi dei terroristi.

Fonte: The Saker

*

code