"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’ETICA DEI MEDIA

Etica dei media

di Nicolai Lilil

Non ho visto nessuno dei media occidentali pubblicare questa foto, questa terribile immagine della bambina uccisa a Slovyansk 8/6/2014, colpita a morte nel corso del bombardamento che l’ “eroico” esercito ucraino ha scatenato contro la popolazione civile. Alcuni mi rispondono “questa foto non può essere pubblicata per la questione etica, l’immagine è troppo cruda”. Però non erano crude le immagini di Gheddafi massacrato o di Saddam impiccato? Oppure quelle immagini andavano bene sulle prime pagine dei quotidiani occidentali perché rappresentano la vittoria assoluta del “bene” sul “male”?

Perché quei uomini erano i cattivi di turno e tutto il mondo doveva vedere che fine hanno fatto? Quindi per i nostri media l’etica è un’opzione facoltativa? Io penso che sulla questione di genocidio ucraino non si può più tacere, non possiamo acconsentire con il nostro obbediente silenzio i crimini ad opera degli oligarchi corrotti di Kiev.

Dobbiamo diffondere l’informazione, dobbiamo dimostrare la vera faccia della politica espansionistica della finanza globale, delle multinazionali che distruggono la legalità, che agiscono contro i valori costituzionali, che calpestano i diritti umani aumentando il profitto.

Fonte: Come Don Chisciotte

 

*

code

  1. Werner 2 anni fa

    Bastardi criminali, quella povera bambina é stata uccisa dagli ucraini, ma i veri responsabili della sua uccisione sono gli USA, l’UE e Israele.

    Vanno fermate le manie espansionistiche della triade malefica USA-UE-Israele, triade controllata dalla massoneria sionista, talmudica, finanzista e satanista. Già la Russia é parecchio (giustamente) incazzata, la triade malefica la sta semplicemente provocando usando i neonazisti ucraini, al fine di far scoppiare una guerra totale contro di essa.

    Tutto questo lo si può evitare solo se noi europei occidentali ci svegliamo, ci ribelliamo e demoliamo una volta per tutte l’Unione Europea e le sue istituzioni, associandoci poi alla Russia in funzione anti-USA e anti-Israele. Noi come Italia soprattutto, dobbiamo sperare che questa guerra si eviti, perché in caso di guerra totale, con le 113 basi americane sul nostro territorio, i caccia bombardieri russi ci colpiranno e ci distruggeranno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Piero61 2 anni fa

      salve
      due pesi e due misure, come sempre…
      provo vergogna per loro…
      “buona domenica”
      saluti
      Piero e famiglia
      _______________________________________________
      con la Russia e con Putin

      Rispondi Mi piace Non mi piace