"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’Esercito Siriano si attesta sulla frontiera irachena sbaragliando il Daesh

Le forze dell’Esercito siriano e di Hezbollah sono riuscite ad attestarsi  sulla frontiera con l’Iraq, a 50 Km. dalla località di Al Tanf, dopo gli intensi combattimenti sostenuti con i gruppi terroristi del Daesh (ISIS).

“Parte delle nostre forze con l’aiuto dei nostri alleati è riuscito a prendere il controllo della frontiera con il paese fratello dell’Iraq a nord di Al Tanf ed a conquistare le posizioni strategiche  ed i punti chiave della steppa siriana”, recita il comunicato  del portavoce militare siriano.

Il comunicato precisa che questo può essere un punto di inflessione strategico nella lotta contro i terroristi. Il controllo della zona è un successo strategico che va a tagliare le rotte di rifornimento dei terroristi in varie   direzioni.

Secondo gli analisti militari, questo successo delle forze siriane mette in difficoltà le restanti forze del Daesh. Al Tanf si trova nel sud della Siria ed è la prima volta dal 2014 che le forze governative riescono a riprendere il controllo di questa zona.

Dall’altro lato,  le forze dell’Esercito siriano, con l’appoggio di Hezbollah, hanno preso il controllo di altre località ad est di Palmira, spianando la strada nell’avanzata verso Deir Ezzor.

Mappa zona fra Siria e Iraq

Secondo l’Agenzia Sana, le truppe siriane hanno preso possesso di una serie di colline ad est di Palmira ed hanno liberato la zona dei giacimenti di gas situati ad Arak, prendendo anche  il controllo della strada che parte da questa località.

L’avanzata delle forze siriane viene scortata dall’alto dall’aviazione russa che ha effettuato una serie di incursioni per debilitare le linee di difesa e le rimanenti  posizioni del Daesh in  quell’area.

Nota: La presenza nei cieli dell’aviazione russa protegge le forze siriane anche da possibili  incursioni delle forze aeree della coalizione diretta dagli USA che, nelle ultime settimane, hanno colpito per due volte le truppe siriane col pretesto che queste si stavano avvicinando troppo alle posizione al di là del confine giordano, dove sono attestati i reparti dell’ELS (ribelli protetti dagli USA e da GB). Le incursioni delle forze aeree USA sono state tutte a vantaggio dei gruppi terroristi che si oppongono all’avanzata delle forze siriane.

Fonte: Al Mayadeen

Traduzione e nota: Luciano lago

*

code

  1. Manente 2 settimane fa

    Molto bene, che la Siria diventi il cimitero per i criminali che la hanno martirizzata ad eterna vergogna dell’asse del male Usa, Arabia Saudita, Israello. Che l’eroico popolo siriano possa tornare a vivere in pace, onore a loro, a popoli vicini che hanno versato il loro sangue per sostenerli ed alla grande Russia !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Daniele Simonazzi 2 settimane fa

    Digitate:” LA rivolta delle donne milanesi” MITICHE ,hanno piu coglioni loro di milioni di “uomini “coniglio !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro 2 settimane fa

      Gli uomini italiani sono avviliti, hanno bisogno di una bella svegliata, forse le donne con iniziative del genere possono fare tornare in se l’italiano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. lister 2 settimane fa

    “L’Esercito Siriano si attesta sulla frontiera irachena sbaragliando il Daesh”
    …e lo mette “in quel posto” agli ammeregàni ed Hellsrael.

    Rispondi Mi piace Non mi piace