"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’Elite accusa una battuta d’arresto nei suoi piani ma predispone le contromisure

Hotel Taschenberg palais Dresda

Da una serie di avvenimenti intercorsi di recente, sembra che gli equilibri mondiali stiamo vivendo una periodo di transizione, una fase storica in cui i parametri stabiliti dalla elite di potere mondiale, quella che si riunisce periodicamente nei Clubs esclusivi quali la Trilateral Commission, il Club di Bilderberg, i Council of Foreign Relations, Aspen Insitute, ERT (European Round Table) ed altri organismi consimili, siano fortemente minaccati da una cambiamento di assetto che si sta verificando a vari livelli.

Quando si è riunito nel Giugno di quest’anno il famigerato Gruppo Bilderberg, per la sua 64a riunione, che si è svolta presso il lussuoso Hotel Taschenberg Palais a Dresda, in Germania, si presume che a qualche importante conclusione siano arrivati i personaggi riuniti in quel contesto, senza che però nulla sia trapelato all’esterno. La conferenza annuale dei super manager e dei massimi responsabili delle istituzioni transnazionali, un mondo di potenti riunito sotto la segretezza delle sigle e con impressionanti misure di sicurezza – oltre che con la consueta complicità della stampa mainstream prostituita, che fingeva di non accorgersi che questo famigerato Consiglio superiore di politici, banchieri e industriali potrebbe star tramando qualcosa di dannoso per il bene pubblico.

Per descrivere i risultati fallimentari che hanno ottenuto i membri del Bilderberg nelle loro strategie, bisogna considerare quali erano gli obiettivi concreti dell’ultima riunione tenutasi nel Club, durante la riunione a Dresda nel Giugno di quest’anno. Come riferisce William F. Jasper, un giornalista di inchiesta statunitense in un suo articolo per il giornale “The New American”:

.”..qual sia stato il probabile risultato del conclave appena concluso della cabala globale conosciuta come il Club di Bilderberg? In breve, sembra che “i grandi della terra ,” Gli Illuminati dal cielo “, habbiano raggiunto il “consenso” su una serie di questioni chiave. Prima fra queste sarebbe stata la elezione presidenziale degli Stati Uniti nel mese di novembre e il rapido avvicinamento al referendum per il Brexit – in arrivo il 23 giugno e quale è stato il consenso del Bilderberg su questi due aspetti? Semplice: Trump deve essere arrestato (e Hillary eletta); il Brexit deve essere fermato (e il Regno Unito deve essere tenuto per sempre intrappolato nel “Progetto” di una evoluzione della UE)”. Ancora di pù il consenso del Bilderberg su questi temi: deve continuare l’ondata di migrazioni e “rifugiati” verso la UE ; devono essere neutralizzate le rivolte politiche ed i fermenti populisti contro le élite in Austria, in Ungheria, nel Regno Unito, in Italia, in Francia e altrove. Gli schemi dei trattati commerciali globalisti come il TTIP e TTP devono essere approvati formalmente quanto prima; più salvataggi bancari (e “bail-in”) devono essere approntati dei “troppo grandi per fallire” per le banche e le imprese – e molto, molto di più.

Con la riunione di questi potenti del Bilderberg ermeticamente sigillata, come posso pretendere (dice Jasper) di prendere conoscenza del “consenso” segreto? Verrò a quello.

(….) Consideriamo che, quelli che una volta erano oscuri politici, come Bill Clinton e Tony Blair, sono stati soltanto due dei politici più noti che sono stati collocati nelle più alte cariche delle loro nazioni, seguendo le loro passerelle prima dai reali del Bilderberg. Una delle operazioni più evidenti e note per il potere politico e finanziario dei “Bilderbergers” – ed una che alla fine ha focalizzato l’attenzione del mondo sulle loro macchinazioni malevoli – era stata il “Mario Brothers colpo di Stato” in Italia nel 2011, dopo la conferenza BG di quell’anno. In tale mossa sfacciata, le élite BG hanno messo fuori il governo italiano eletto, quello di Silvio Berlusconi per far arrivare il loro sostituto, designato dal Bilderberg / Goldman Sachs, il banchiere Mario Monti, ma anche quello di collocare il banchiere Mario Draghi, uomo del Bilderberg / Goldman Sachs, a capo della Banca Centrale Europea.(…….)

Il contingente Clinton

Anche se, su quello che è accaduto durante il raduno Bilderberg a Dresda, i giornalisti sono stati completamente tenuti all’oscuro, possiamo dedurre molto dalla storia passata, così come dalle recenti dichiarazioni , prima e dopo la conferenza, insieme con le dichiarazioni, articoli e studi da parte di organizzazioni globaliste, organi dei media, e gruppi di riflessione strettamente affini con l’elite del Bilderberg. Tuttavia, quando si tratta della questione Clinton-vs-Trump, l’indizio più significativo è chi e quali siano stati i partecipanti alla parte più esclusiva delle conversazioni, tenutesi esclusivamente su invito.
Chiaramente, il consenso è stato espresso con la Hillary-come-presidente da tutti i pesi massimi intervenuti. Quello che dirige da fuori la sezione per il tifo per la Clinton al Bilderberg 2016, è l’ex Segretario di Stato Henry Kissinger, la massima- eminenza grigia dell’establishment globalista. Sì, lui è un “repubblicano” – solo di nome; “Dr. K “è – in primo luogo, per l’ultima volta e come sempre – un incaricato per lavorare al nuovo ordine mondiale- (New World Order), come attestano la sua carriera e l’appartenenza a organizzazioni insider chiave (Bilderberg, Commissione Trilaterale, CFR, del Consiglio Atlantico, Aspen Institute, Bohemian Club, ecc.).

Membri del Bildberg Club
Membri del Bildberg Club

Tuttavia, contrariamente a quanto si possa pensare, ci sono più di affinità ideologiche e legami organizzativi che legano strettamente Henry e Hillary. Stranamente, e all’insaputa la maggior parte del pubblico americano, Bill e Hillary Clinton e Henry Kissinger e Nancy sono amici del cuore. Queste due coppie di potere hanno a lungo condiviso le loro feste di Natale insieme a Punta Cana , la lussuosa isola/ tenuta dello stilista Oscar de la Renta, nei Caraibi. Nelle interviste con NPR e USA Today, Kissinger ha elogiato lo stile di Hillary come segretario di stato e ha detto che sarebbe stata un “buon presidente”.

Altri giocatori chiave della squadra Hillary Bilderberg 2016:

• Vernon Jordan – Un alto livello di Wall Street / Washington, DC, finanziere privilegiato e “faccendiere,” Jordan è meglio conosciuto come il consulente di lunga data a, e vicino PAL, Bill Clinton. Egli è il membro del Bilderberg che, a suo tempo, ha introdotto Bill con l’elite al potere nel Bilderberg del 1991. Lui è ‘membro del CFR, partner presso lo studio legale insider di Akin, Gump, Strauss, Hauer e Feltro, ed amministratore delegato senior con la leggendaria impresa di investimento di Lazard Freres & Co. Ha celebrato il suo 80 ° compleanno lo scorso anno con una partita di golf con due presidenti degli Stati Uniti : Clinton e Obama.
• Eric Schmidt – L’ex presidente di Google ed presidente attuale della sua nuova società madre, alfabeto, Inc., Schmidt (CFR), è classificato da Forbes come la persona più ricca al 100 ° posto nel mondo . Tuttavia, di gran lunga più importante delle sua contributions personali in denaro senza sosta alla campagna di Hillary Clinton, sono l’assistenza che ha fornito attraverso la sua organizzazione stealth, le basi, e la tendenza pro-Hillary presumibilmente costruite nelle operazioni di ricerca di Google per il quale è ora severamente criticato.

Inoltre, come riferito da molti dipendenti di alto livello di Google che ruotano dentro e fuori all’amministrazione Obama e al Dipartimento di Stato, erano stati attivamente impegnati nel sostegno al tentativo per la Casa Bianca di Clinton, sia finanziariamente che tecnologicamente.

Altri partecipanti alle discussioni del Club a Dresda sono stati: Roger C. Altman – un amico di lunga data e consigliere dei Clinton, Altman (CFR, e un membro del comitato direttivo influente del Bilderberg) il quale è ha servito come vice segretario del Tesoro nella prima amministrazione di Bill Clinton (fino a quando l’inchiesta Whitewater causato le sue dimissioni); -il generale David Petraeus – Un servitore globalista (un altro “repubblicano” membro del CFR) che ha utilizzato la sua statura militare e come direttore della CIA per fornire una giustificazione plausibile per le guerre incostituzionali, non dichiarate, e ingiuste del Nuovo Ordine Mondiale. • il senatore Lindsey Graham (RS.C) altro eminente politico dell’Establishment di Washington; • Klaus Kleinfeld – Il presidente e amministratore delegato di Alcoa e l’ex presidente e CEO del conglomerato tedesco Siemens, Kleinfeld è stato un grande sostenitore e finanziatore del presidente Obama e della Clinton.

Nel suo articolo (‘The economic losers are in revolt against the elites‘) Martin Wolf mette in evidenza come quelli che sono i “perdenti” della globalizzazione, ovvero i soggetti economici che dalla globalizzazione e dal nuovo ordine non hanno ricevuto benefici ma sono stati pregiudicati nei loro diritti ed interessi, hanno rigettato le “elites che dominano la vita economica e culturale dei loro paesi” e che “le possibili conseguenze sono terrificanti”.

Trump non era il candidato preferito della elite e questa farà di tutto per neutralizzarlo. Non piace al Club della elite in primo luogo per l’intenzione manifestata nel suo propgramma di annullare i trattati commerciali come il NAFTA, il TTIP ed il TTPP che rappresentano enormi interessi per le corporations e per WallStreet e rientrano nel programma di un unico sistema mondiale, un impero globale a cui corrisponde un mercato dominato dagli interessi delle grandi corporations.

In secondo luogo Trump irrita l’elite per il suo atteggiamento conciliatorio verso la Russia. I membri della elite sono già entrati nel panico alla notizia della prima conversazione telefonica diretta tra Trump e Valdimir Putin.

In terzo luogo Trump ha manifestato una pericolosa inclinazione a difendere gli interessi di quegli strati della società che erano ritenuti secondari da parte della elite, quando non in contrasto con i grandi interessi delle finanza e delle grandi multinazionali, ovvero quelli dei lavoratori delle industrie delocalizzate, dei produttori, degli agricoltori e della classe media.

Tutto questo produce uno stato di ansia nei personaggi che guidano l’elite che sentono franare sotto i loro piedi l’assetto mondiale a cui stavano da tempo lavorando. Da qui la necessità di correre ai ripari e attivare le contromisure che consentano di ripristinare le condizioni idonee a consolidare la supremazia indiscutibile dela grande capitale finanziario e delle mega corporations. Le resistenze e gli ostacoli al Nuovo Ordine non sono tollerate e devono essere abbattute, costi quello che costi.

Fonti:   New American

———Sputnik Mundo

Traduzione e commenti di L. Lago

*

code

  1. the Roman 3 settimane fa

    Una riflessione: quello che questi indivdui non considerano, per la maggior parte vicini alla morte per vecchiaia, dopo aver speso il loro tempo tramando con crudelta’ , e’ la forza potente irrefrenabile dell’empatia. Scintilla divina che fa di un uomo un eroe. Un grande condottiero , forse il piu’ grande , esortava il suo popolo ad aiutare i piu’ bisognosi tra di loro, come fratelli. Migliaia di poveri sceglievano il suicidio , mentre parassiti di ogni risma cianciavano di democrazia, proprio come adesso. ” A questi signori, non importa la democrazia, ma solo se uno stato e’ abbastanza stupido da permettere che il suo popolo venga saccheggiato. Allora va bene , e’ democrazia, ma se uno stato rifiuta di far saccheggiare il suo popolo, allora e’ male . La democrazia serve a queste iene internazionali che hanno i loro affari ovunque”. E ancora : ” Non giudicate male chi si toglie la vita, non sono cattive persone. Non e’ una scelta facile, unitevi a noi ,credete nel popolo, aiutiamoci l’ un l’ altro”. Cosi’ parlava colui che viene ricordato come il piu’ malvagio tra gli uomini. La verita non ci viene servita, bisogna cercarla, a volte e’ sconveniente e difficile. Ma e’ l’ unica via per la liberta’.Quello che il male teme e’ la verita’, la luce . Si serve della nostra ignoranza , della nostra debolezza. Temono l’ unita’ dei popoli e temono chiunque possa scatenarne la forza, un vero capo. L’ uomo che lotto’ contro le banche lo era. Il tempo gli rendera’ onore. Una cosa e’ certa , il tempo non puo’ essere fermato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Citodacal 3 settimane fa

      L’osservazione sull’empatia è fortemente pertinente; concordo sulla bella e piena definizione della stessa come “Scintilla divina che fa di un uomo un eroe”, nel senso trasfigurante, sovraindividuale e sovrasostanziale (ciò che fa dire a Paolo “vivo autem iam non ego vivit”). L’empatia, infatti, scardina l’opposta dualità di simpatia ed antipatia che altro non sono – come aveva già ben intuito anche Eraclito a proposito di attrazione e ripulsa – se non forze elementari meccanicistiche che non concedono alcuna identità reale all’essere umano, inteso nel senso profondamente ontologico. Entrambe agiscono infatti con la predeterminazione del magnete, o del grave che cade verso il basso, ed appartengono alla individualità psichica passeggera: ed è superandole attraverso il coltivare l’empatia (non solo quella…) che entrambe vengono pian piano trascese, mostrando un volto dell’essere che non sia schiavo della percezione apparente, legata al “questo è simpatico; questo è antipatico”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. the Roman 3 settimane fa

        Grazie dell’ apprezzamento, sconosciuto ma ideale amico. Viviamo in strani tempi, dove spazi virtuali hano sostituito le nostre piazze. Siamo noi i clandestini, a casa nostra. Sono lontani i tempi dei miei studi, ma concordo con chi cerca riferimenti con gli antichi filosofi greci . Nella odierna societa’ sclerotizzata , il pensiero razionale viene travolto dall’ antipensiero, dalla negazione dell’ intelligenza. Schiamazzi amplificati danno il via alle danze, e sciocchi conformisti seguono i loro ingannatori. E’ l’ era dell’ ottundimento. “Uno vale piu’ di centomila” diceva Eraclito che tu dimostri di conoscere. Ed ecco l’ UNO : Ezra Pound , uomo libero in un mondo di servi, Francis Parker Jockey, colpevole di pensare, Julius Straicher, Corneliu Codreanu ,ma anche donne : Magda Goebbels e la nostra contemporanea , la vetusta Ursula Havenback. Non e’ ancora morta una civilta’ se partorisce ancora degli eroi.
        Ci incontreremo ancora qui, spero. E’ un piacere leggere i tuoi commenti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace