"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Le strategie occulte dei “neocons” USA per scatenare il conflitto con la Russia

di Luciano Lago

Forse non tutti sono consapevoli del fatto che la maggior parte degli eventi che si verificano sulla scena internazionale non sono determinati dalle decisioni prese dai governi in forma ufficiale e neppure si può pensare che molti di questi siano casuali, senza una apparente collegamento con decisioni prese da qualche organismo di potere.

Così la Storia ci insegna che i conflitti esplodono all’improvviso per effetto di cause che sono soltanto apparenti, da considerare realisticamente dei semplici pretesti, mentre le vere cause, quelle profonde, come i contrasti di interessi fra grandi potenze, i grandi gruppi economici, il controllo delle fonti di energia, ecc..   Situazioni che determinano anche guerre  occulte, che quasi mai emergono o vengono portati all’attenzione del grande pubblico.

Questa legge non scritta è valida più che mai nell’epoca attuale ed in particolare per tutti gli avvenimenti attuali: dalle guerre in Medio Oriente alla guerra in Siria, in Ucraina, ai conflitti in Africa, in America Latina, ecc..
Dietro la scena sempre e costantamente si muovono apparati occulti, servizi di intelligence, servizi segreti, mestatori di professione, organizzazioni di sobillazione mascherate dietro sigle innocenti, ONG, ecc., ecc..

Questo spiega la non casualità di avvenimenti come attentati o attacchi terroristici, omicidi mirati, eliminazione di testimoni scomodi, di giornalisti o di oppositori politici, spesso eliminati simulandio apparenti “incidenti”.

Abbiamo visto di recente che la potenza dominante, gli Stati Uniti, ha rinunciato ad interventi militari diretti ma, sotto l’Amministrazione Obama, hanno preferito optare per le guerre per procura utilizzando eserciti mercenari, come a suo tempo avvenne in Centro America con i contras, come avvenuto in parte in Iraq con i contractors, oggi avviene in Siria con i gruppi jihadisti armati, addestrati e il più delle volte finanziati dal Dipartimento di Stato USA per rovesciare governi legittimi e instaurare governi fantoccio e preparare il campo per interventi militari USA. In altro modo viene utilizzata la tecnologia oggi disponibile, ad esempio i droni senza pilota che vengono utilizzati in vari paesi per le eliminazioni di individui ritenuti pericolosi per gli interessi USA, nonostante queste eliminazioni, veri e propri omicidi mirati, comportino anche molte vittime innocenti.

Tuttavia, a complicare la situazione, spesso intervengono lotte interne nell’ambito delle forze politiche economiche o delle lobbies che si contendono il potere ed alcune di queste commissionano azioni di sobillazione o di sabotaggio ad apparati clandestini che essi controllano.

Questo è il caso dell’ultimo complotto criminale rivelato da un editorialista privato statunitense, Gordon Duff, il quale, ben introdotto in alcuni ambienti militari e politici di Washington ha scoperto come un gruppo di senatori neo cons, capeggiati dal noto senatore MCCain abbiano organizzato una “provocazione” per spingere l’amministrazione USA ad un intervento militare diretto in Siria ed in Ucraina in un confronto militare con la Russia.
La provocazione consiste nell’abbattimento di un aereo di linea statunitense, in volo sulla Turchia, allo scopo di incolpare i russi per l’incidente e scatenare una prevedibile reazione militare USA.

Miliziani di Al Nusra con lancia missili anti aerei
Miliziani di Al Nusra con lancia missili anti aerei

Il piano prevede di utilizzare elementi ceceni e georgiani che vivono nella Gola di Pankisi, in Georgia , vicini alle forze USA, sotto il comando di un agente giorgiano al servizio del Pentagono, tal Anton Gerashenko, Deputato del partito ucraino ‘Fronte Popolare’ e segretario del comitato ‘Verkhovnaya Rada’. Consigliere del Ministro degli Interni Arsen Avakov e resident-agent dei servizi segreti statunitensi.

Segue la registrazione dei colloqui tra gli incaricati americani ed i mercenari georgiani e ceceni incaricati dell’operazione occulta.

Vedi: McCain and Saakashvili are plotting to shoot down American plane in Syria to blame Russia [transcript]

Traduzione dal russo  di Kristina Rus per Come Don Chisciotte

Da questo documento ci si può rendere conto di quale sia il livello delle strategie occulte che vengono attuate dietro le quinte da gruppi di potere criminali che giocano con la vita di persone innocenti.
Naturalmente superfluo dire che di queste notizie nulla si potrà mai trovare sui media ufficiali che sono specialisti nella manipolazione e nell’occultamento delle notizie.

*

code

  1. Alessandro 1 anno fa

    Io credo che la terza guerra mondiale scoppierà sicuramente. Per tanti motivi
    Ma forse attenderanno Hillary Clinton alla presidenza
    Alessandro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Idea3online 1 anno fa

    Probabilmente la Russia invierà militari per posizionarli a lungo termine in Siria per puntellare tutte le zone strategiche, sarà prontissima a qualsiasi azione spettacolare in Ucraina, cercherà di stringere alleanze sia con la Germania che con la Turchia ed in seguito con la Grecia, il Sud del mondo dovrebbe per la maggiore seguire la Russia come fosse un Regno del Sud. Per adesso solo diplomazia e guerre di scacchi e di dama meno poker. La Russia nei prossimi anni subirà un attacco ma allo stesso probabilmente resisterà perchè in suo aiuto andrà la flotta dei Kittim(resta da capire quale isola o penisola siano), la Russia resisterà solo se siamo diretti verso Daniele 11:29,30

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ubaldo Croce 1 anno fa

      Ciao. Scusa. Puoi spiegarti meglio? Cosa sarebbe la Flotta del Kittim? Mai sentita nominare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Anonimo 1 anno fa

        Isola di Cipro, dove c’è una notevole forza navale di dio salvi la regina (da chi o cosa non s’è mai capito) pare sia molto forte tale flotta.Ma andrà in soccorso degli usa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pedro 1 anno fa

    Non meravigliano queste operazioni da parte degli USA. La, non c’è più un centro di potere definito ma piuttosto varie cricche di affaristi. Lungi dal volere difendere il presidente degli stati uniti ma la situazione non è sicuramente sotto il suo controllo. Il problema é che la gente non si rende conto di questa roba, i media sono in mano ai vari servizi che di gatto sono parte delle cricche…. Gli italiani poi sono il massimo del servilismo… Noi siamo affidabili in quanto traditori nel dna…. Questa é una considerazione che fanno su di noi negli alti comandi NATO….

    Rispondi Mi piace Non mi piace