"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Le parole di uno statista: Putin parla chiaro in un discorso alla Nazione, davanti all’Assemblea Federale

Putin a la Asemblea

Lo scorso Giovedì il presidente della Russia, Vladimir Putin, si è diretto con un suo messaggio annuale ad entrambe le Camere dell’Assemblea Federale (il Parlamento Russo), la Duma Statale ed i Consiglio della Federazione.

Il presidente russo ha sottolineato che “se per i paesi europei, l’orgoglio nazionale è un concetto dimenticato da molto tempo e la sovranità nazionale è un lusso troppo grande, per la Russia questa è una condizione necessaria per la sua stessa esistenza”.

Putin ha avvertito che tutti devono ricordarsi di come finì il tentativo di Hitler di cancellare la Russia dalla faccia della Terra.


“Nell’anno che viene andremo a celebrare il 70° anniversario della vittoria nella Grande Guerra Patria. Il nostro Esercito schiacciò il nemico e liberò l’Europa. Non si possono dimenticare le dure sconfitte del 1941, per non ripetere gli errori nel futuro”, ha aggiunto Putin.

Alcune delle idee esposte dal presidente della Russia:

“Risulta impossibile ottenere la supremazia sull’Esercito russo”.
Il presidente della Russia, Vladimir Putin, ha indicato nel suo messaggio all’Assemblea Federale che l’Esercito Russo è cortese, ma ha avvertito che è impossibile ottenere la supremazia su di esso. Il presidente russo ha assicurato che il suo paese non si andrà ad invischiare in una corsa agli armamenti costosa ed impegnativa ma, ha assicurato, che la difesa del paese sarà garantita. “Non siamo disposti a partecipare ad una costosa corsa agli armamenti ma allo stesso tempo dobbiamo garantire, in maniera affidabile e sicura, la capacità difensiva del nostro paese nelle nuove condizioni”, ha detto.

Putin ha sostenuto che la creazione di un sistema globale di difesa antimissile da parte degli Stati Uniti, incluso in Europa, “rappresenta una minaccia, non solo per la sicurezza della Russia, ma anche per tutto il mondo, in ragione di che si presuppone una possibile violazione dell’equilibrio strategico”.

Parlare con la Russia utilizzando il linguaggio della forza non ha senso”, ha assicurato Putin, ricordando che la Russia dispone di grandi capacità militari e può ricorrere a soluzioni non convenzionali (nucleari) per garantire la difesa del paese“.

“Se non fosse accaduto il problema dell’Ucraina, l’Occidente si sarebbe inventato un altro pretesto per mettere sotto sanzioni la Russia ed impedire la crescita della Russia”.

Il presidente russo, Vladimir Putin, ha segnalato nel suo messaggio all’Assemblea Federale che la politica di contenimento verso la Russia non è stata inventata ieri ma, ha sostenuto, che si sta portando avanti questa politica “già da molti anni, decenni e forse da secoli”.

Ogni volta che qualcuno considera che la Russia si è trasformata in un paese forte e indipendente, immediatamente si porta avanti un processo di contenimento. Tuttavia parlare con la Russia utilizzando il linguaggio della forza , non ha alcun senso, ha avvisato il presidente russo.

“Le difficoltà che stiamo affrontando creano nuove opportunità per noi”
Rispetto alle misure adottare contro la Russia dall’Occidente, il leader russo ha sottolineato che la Russia ” si deve aspettare un momento di difficoltà e di tensioni, tuttavia le sanzioni e le restrizioni esterne saranno un grande incentivo per accelerare lo sviluppo”, ha assicurato Putin. “Le difficoltà che affrontiamo sono nuove opportunità per noi”, ha messo in risalto.

“Gli Stati Uniti hanno sempre influito sulle relazioni con con i nostri vicini”
Con riferimento alla politica degli USA, Putin ha ricordato che “questi sempre hanno esercitato influenza sulle nostre relazioni con i nostri vicini europei” e ha aggiunto “a volte non sappiamo con chi sia meglio parlare, se con i governi di alcuni paesi o direttamente con i loro patrocinatori statunitensi”.

In questo contesto Putin ha enfatizzato il fatto che Mosca non si va a piegare alle pressioni dell’Occidente rispetto alla situazione in Ucraina. “Per quale motivo è stata scatenata questa violenza in Ucraina?”, si è domandato il presidente russo.

Il presidente ha lanciato un avvertimento: “Adesso cercano (dall’Occidente) di convincerci che questa è una politica competente ed equilibrata a cui dobbiamo obbedire ciecamente, Ma questo non accadrà”.

“Andiamo a consolidare le nostre relazioni con il Sud America”

Tuttavia il mandatario russo ha assicurato che, in ogni caso, la Russia non smetterà di avere relazioni con l’Europa e gli Stati Uniti. Ma questo non vuol dire che Mosca abbia intenzione di limitare i suoi contatti al solo Occidente, ha sottolineato Putin.

In questo senso, Putin ha sostenuto che il suo paese continuerà a rinforzare i legami con il Sud America difendendo le sue posizioni anche in Africa ed in Medio Oriente ed ampliando la propria presenza nella regione Asia-Pacifico. Secondo Putin, la Russia otterrà immediatamente la promozione delle relazioni scientifiche, educative, culturali e raccontando al mondo la verità sulla Russia.

La Russia metterà fine alle speculazioni contro il rublo”

Il presidente della Russia, Vladimir Putin, ha segnalato, nel suo messaggio all’Assemblea Federale, che “è arrivato il momento di operare contro gli speculatori che si beneficiano dalle fluttuazioni del rublo”.

Il mandatario russo ha richiesto che siano prese durissime misure contro gli speculatori finanziari sul corso del rublo. ” Il presidente ha avvertito che le autorità sanno” di quali speculatori si tratta e che le stesse hanno gli strumenti per contrastarli.” E’ arrivato il momento di utilizzare questi strumenti” , ha evidenziato. Putin ha sottolineato che la negativa risposta alla richiesta di limitare le fluttuazioni monetarie che erano state annunciate dalla Banca Centrale, non significa che si sia rinunciato a farlo, ha detto su tale questione.

“I risparmi del paese devono essere una fonte di investimenti e sviluppo“, questo ha assicurato il presidente russo.
“Disponiamo di una grande capacità di risparmio interno che deve essere convertito in investimenti effettivi per l’anno 2018, nonostante le restrizioni esterne. E’ necessario ottenere un tasso annuale del 25% del PIL, ha affermato.
“Questo significa che quello che risparmieremo si deve investire nell’economia nazionale e per questo è necessario migliorare significativamente la stabilità del sistema bancario”, ha spiegato.

La Russia deve ridurre la sua inflazione al 4%.

E’ importante mantenere una situazione economica stabile e ridurre a medio termine l’inflazione fino al 4%, questo però non deve essere ottenuto tramite la soppressione di attività di commercio, ha sottolineato Putin, aggiungendo che bisogna apprendere a cambiarne in armonia i due obiettivi: quello del controllo dell’inflazione e lo stimolo per la crescita. Dall’altra parte Putin ha sottolineato che la libertà per lo sviluppo di iniziative economiche, sociali e civiche, è la migliore risposta alle restrizioni esterne.

Fonte: El Espia Digital

Traduzione:  Luciano Lago

*

code