"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Le forze USA/NATO si sono predisposte con reparti corazzati a 700 Km. da Mosca. Provocazione o strategia d’attacco?

Le forze USA/NATO si sono predisposte con reparti corazzati a 700 Km. da Mosca. Provocazione o strategia d’attacco? La Russia prepara le sue difese

I veicoli corazzati statunitensi si trovano a poca distanza da Mosca, la capitale della Russia, un fatto  senza precedenti, come mai prima era accaduto nella Storia. Questa informazione è stata riportata questa Domenica da Murad Gazdíev, il corrispondente militare dell’agenzia di Informazioni russa, RT News.

Le autorità militari russe seguono con molta attenzione i movimenti delle brigate corazzate USA/NATO che si trovano in prossimità dei propri confini e calcolano la distanza sulla base del numero di ore necessarie alle forze USA per raggiungere gli obiettivi miltari che presumibilmente sarebbero oggetto di una attacco delle forze USA/NATO. Gli specialisti militari calcolano che i carri armati USA potrebbero raggiungere la capitale russa in 24 ore di marcia di avanzamento.

Da parte sua, uno dei collaboratori di Gazdiev ha pubblicato nei commenti un’altra mappa con una etichetta in Ucraina – a 430 Km. di distanza da Mosca -, per mostrare che le manovre congiunte degli USA e dell’Ucraina, previste sulla base della denominata “assitenza tecnica” che Washington fornisce all’Ucraina, potrebbero essere parte del piano della NATO per mettere sotto assedio la Russia.

Mappa distanza Ucraina Mosca

In mezzo alle tensioni tra queste potenze mondiali, lo scorso Venerdì, gli USA hanno schierato un battaglione delle US. Forces in Polonia ed un altro in Lituania, vicino alle frontiere russe, nell’ambito dell’operazione denominata “Atlantic Resolve” per contenere l’aggressione russa contro la NATO (sic).

Lo scorso 29 Marzo è arrivata alla base di Tapa, in Estonia, una brigata corazzata ed una meccanizzata francese che faceva parte della missione della NATO, cosa che è stata considerata come il maggiore spiegamento di forze nell’Europa dell’Est dai tempo della Guerra Fredda. Nell’operazione della NATO è compresa anche la presenza di un contingente di truppe italiane dislocate in Lettonia, questa volta sotto comando canadese. L’invio di questo contingente era stato approvato dal governo Renzi (si ripete una nuova Armir italiana in Russia?)

La Russia ha manifestatto pubblicamente le sue preoccupazioni per lo spiegamento di forze militari della NATO ai suoi confini occidentali, avvisando che l’espansione dell’Alleanza Atalantica costituisce una minaccia alla sicurezza tanto della regione come anche del mondo.

Nel frattempo i russi hanno potenziato le loro difese sia nel territorio russo che a Kalingrad, nella enclave russa situata tra la Polonia e la Lituania dove i russi hanno ultimamente installato i missili Kalingrad, che dispongono sia di testata nucleare che convenzionale e che hanno una portata di circa 500 Km. e sarebbero quindi in grado di colpire molte località europee, fra cui Berlino.

Questo tuttavia non ha impedito alla Governo della Angela Merkel di inviare propri contingenti di truppe alle frontiere della Russia nella prospettiva di essere in prima fila per tentare una nuova “operazione Barbarossa” contro la Russia, la medesima che nel 1942 fu tentata da Hitler e che ebbe risultati catastrofici con la sconfitta subita a Stalingrado.

In Germania ci sono state molte reazioni negative nell’opinione pubblica interna alla politica della Merkel che si è dimostrata totalmente succube agli USA e che non sembra abbia imparato alcunchè dalle lezioni della Storia, come diversi commentatori tedeschi non hanno mancato di osservare.

Fonti: Hispan TV

Diario de Octubre

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. Mardunolbo 5 mesi fa

    Premesso che due battaglioni ,uno in Lituania ed altro in Polonia (300 soldati in tutto) sono una forza irrisoria,e che l’altro spiegamento di brigate corazzate, idem, ciò non toglie che stanno facendo di tutto per provocare la Russia.
    Ma questo atteggiamento è vecchio ed ha solo prodotto maggior tensione e poca distensione.
    Ancora una volta si mostra la paura di Usraele nel vedere una nazione forte militarmente ed economicamente, che ,quindi, disturba i controllori del mondo !
    Quando ,nel 2020 la Russia e la Cina avranno terminato l’avanzamento tecnologico dei loro apparati militari, allora, e solo allora Usraele potrà dirsi “preoccupato”.
    Ma, forse, sarà già tardi o perchè l’ala più aggressiva russa avrà preso il sopravvento su Putin, o perchè la rabbia Usa avrà già scatenato gli attacchi dall’Ucraina o dalla Turchia, con tutte le conseguenze che ognuno può immaginare !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. apolo 5 mesi fa

    Nel frattempo i russi hanno potenziato le loro difese sia nel territorio russo che a Kalingrad, nella enclave russa situata tra la Polonia e la Lituania dove i russi hanno ultimamente installato i missili Kalingrad, che dispongono sia di testata nucleare che convenzionale e che hanno una portata di circa 500 Km. e sarebbero quindi in grado di colpire molte località europee, fra cui Berlino. E un errore, i missili sono Iskander.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Daniele Simonazzi 5 mesi fa

    Digitate:”la verita’ sui cazari”.in PDF gratis che spiega meglio tutto quanto.Video bello Don Giulio Tam questo si che riaccende I cuori mica brother nathanee

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Daniele Simonazzi 5 mesi fa

    Digitate:”il nemico occulto video”.Imperdibile.Questo e’ il vero Nemico che I media televisivi non vogliono nominare per paura ,sti venduti parlano di tutto tranne del problema dei problemi!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. THE ROMAN 5 mesi fa

    Brother Natanhel Kapfner, e’ un ebreo convertito alla Chiesa Cristiana Ortodossa, che denuncia e combatte l’ebraismo internazionale ed i suoi intrighi. I Kazhari dell’antico regno di kazharia ,furono una popolazione di etnia turca che era fortemente osteggiata soprattutto dai russi ,i quali imposero ai Kazhari di scegliersi una religione ed osservarne i comandamenti. Obbiettivo di tale imposizione era di moralizzare una popolazione seminomadica e predatrice,che faceva dell’omicidio e del furto di identita’ la sua attivita’ peculiare. Fu cosi’ che nel 900 A.D. ,i Kazhari si iniziarono alll’ebraismo. discendenti di quel popolo sono gli odierni Ashkenazi,ovvero l’etnia attualmente predominante dell’ebraismo moderno.Vorrei pero’ ricordare che gli ebrei sefarditi originari del medioriente ,non furono da meno dei loro correligionari acquisiti in quanto a malefatte e atrocita’. Flavio Giuseppe ne illustra le gesta sanguinarie nei suoi scritti del 70 A.D., e i Romani in quello stesso anno rasero al suolo Gerusalemme ,per punirli della ribellione e dello sterminio di 240.000 Romani e Greci di Cipro . E’ vero che esistono delle differenze tra Ashkenazi,Sefarditi e soprattutto Italkim(ebrei di rito italiano ),ma al fine di una giusta attribuzione di responsabilita’ storiche,possiamo affermare che se gli Ashkenazi agiscono da criminali,i Sefarditi non sono certo dei cherubini.Riguardo alla attule situazione chiaramente prebellica,bisogna notare il cambiamento della dottrina militare della Russia,che ora prevede l’utilizzo di armi nucleari anche in caso di attacchi convenzionali da parte di ipotetici aggressori. I missili Iskander ,con una gittata di 500 km ,e i Kalibr con gittata superiore ai 1500,possono essere equipaggiati con testate nucleari in grado di polverizzare gran parte del territorio europeo. credo che sia proprio questo l’obbiettivo del nemico occulto : ridurre l’europa in rovine e gestirne la ricostruzione ,conservando intattte la posizione dominante e il monopolio della finanza. Ritengo quasi inevitabile un prossimo conflitto,soprattutto alla luce di quanto sta avvenendo in Russia ,con il tentativo di destabilizzazione interna . E’ evidente che il nemico occulto ,che poi tanto occulto non e’,vede come il fumo agli occhi la possibile realizzazione di un connubio finanziario tra Russia e Cina,orientato verso una nuova Bretton Woods,che metterebbe fine al monopolio delle banche private del B.I.S, .Le ragioni di ogni guerra sono sempre le stesse : gli interessi dei banchieri e i privilegi dei loro servi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Daniele Simonazzi 5 mesi fa

    Io saro’ insistente ,e cocciuto non m’interessa rileggete”LA scuola dei cadaver” PDF gratis di Celine gli altri riempiono le pagine di parole ,lui ti fa cadere il Velo di Maya che ognuno ha.Altrimenti sul sito “aaarghitalia” il libro LA Bella rogna PDF gratis di Celine 40- 50 pagine

    Rispondi Mi piace Non mi piace