"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Le armi fornite dagli USA ai gruppi dei miliziani in Siria compaiono nelle mani dell’EIIS in Iraq

EIIS con armas

I terroristi che combattono in Iraq dispongono di armi che sono state fornite dagli USA ai gruppi armati in Siria che hanno tentato di rovesciare il governo di Damasco, lo ha indicato il Martedì il giornale The Washington Post.

Questo fatto viene a dimostrare la falsità delle affermazioni fatte dagli USA che la loro consegna delle armi sia stata fatta ai gruppi “moderati” in Siria che, secondo un gran numero di esperti, semplicemente non esistono.

I membri dell’Esercito Islamico dell’Iraq e ella Surua (EIIS) che combattono contro i militari iracheni dimostrano inoltre  maggiore esperienza di questi perché hanno partecipato al conflitto siriano, hanno segnalato al giornale esperti nord americani in tema di sicurezza.

Secondo il W. Post, le Forze armate dell’Iraq sono tanto afflitte dalle diserzioni e dalla scarsezza di equipaggiamenti che saranno incapaci nel corso di mesi di recuperare il terreno perso davanti ai terroristi.

La Casa Bianca ha accelerato l’invio di sistemi di spionaggio verso l’Iraq nelle recenti settimane, così come di 300 consiglieri delle forze speciali, tuttavia il governo iracheno ha espresso frustrazione per il ritardo e il basso livello di assistenza, conclude il W.Post.

Il presidente statunitense, Barack Obama, ha affermato questo Lunedì che la forza militare nordamericana è incapace di risolvere il conflitto in Iraq, compito che corrisponde ai leaders iracheni.

Rioccupati due posti di frontiera dal’esercito iracheno.

Come parte della controffensiva governativa, il comitato di sicurezza del Consiglio del Governo della città santa sciita di Karbala a riportato che due aerei da combattjmento brigate terrestri assistite dai volontari che stanno prestando appoggio all’Esercito nella sua offensiva nel nord del paese.
Nonostante questo, altre informative riferiscono che elementi dell’EIIS hanno intensificato le loro azioni armati, a Rabia, un distretto della provinia di Ninive; e nel Hawija, all’Ovest di Kirkuk, mentre seguono i comnattimenti nelle altre zone conquistate a Mosul, Tikrit e nell’incrocio con la frontiera di Al Quai, ed altre zone.

Fonte: AL MANAR

Traduzione: Luciano Lago

 

*

code